9 errori da evitare per non rovinare la reputazione online

Immagine di anteprima per: 9 errori da evitare per non rovinare la reputazione online

Il processo di scelta del consumatore passa inevitabilmente per il web. 

La reputazione online si basa sullo stesso concetto di quella offline, non è altro che una manifestazione di fiducia, in altre parole, le cose belle e brutte che vengono dette sul tuo conto. Se godi di una buona condotta digitale avrai una nomea positiva, altrimenti dovrai fare i conti con una cattiva reputazione da risanare.

Magari non sei esperto informatico, non rischiare di rovinare la reputazione per inesperienza, affidati a una web agency. Basta un piccolo errore per mandare in rovina la tua buona reputazione. Ecco dunque quelli che sono gli errori da evitare per non rovinare la reputazione online.

reputazione

1. Non controllare la tua reputazione su Google

Hai provato a ricercare il tuo nome o il nome della tua attività su Google per scoprire a quali contenuti web vieni associato? Devi assolutamente farlo, devi monitorare e difendere la tua immagine. 

Poniamo il caso in cui il consumatore abbia necessità di soddisfare un particolare bisogno, magari proprio del tuo servizio, ricercherà parole che potranno ricondurlo al tuo sito web o alle tue pagine social. Una volta comparsi i tuoi contenuti nella sua Google Serp, se li riterrà positivi sarà disposto a contattarti, altrimenti sarà invogliato a continuare le ricerche sulla concorrenza. 

Detto questo, possiamo affermare con certezza che una buona reputazione in rete condiziona la rendita futura, basata sulla fiducia. 

2. Parlare troppo di sè stessi

Attenzione a non concentrare il contenuto del tuo sito o delle tue pagine social su te stesso o sulla tua azienda, finiresti per diventare noioso.

Il web è un potente strumento di comunicazione, puoi raggiungere un numero esponenziale di consumatori; devi assicurarti che all’interno delle tue pagine i consumatori trovino informazioni che li convincano a sceglierti. Mostrati predisposto all’ascolto con chat di supporto all’interno delle pagine, al centro della tua attenzione devono esserci i tuoi potenziali clienti. 

3. Non monitorare i feedback

non monitorare feedback

Monitorare i feedback lasciati dai tuoi clienti è importante, i consumatori che visitano le tue pagine, leggendoli, si faranno un’impressione su di te. Non ignorare le recensioni sui social, sul sito o su portali come Fazland, interagisci con i tuoi clienti, assicurati che i feedback siano positivi e poni rimedio a quelli negativi.

Non c’è migliore pubblicità che quella fatta dai tuoi clienti, per questo il consiglio è quello di suggerire alla fine dei lavori di visionare le tue pagine web e lasciare un commento. 

Noi di Fazland, ad esempio, ti consigliamo di invogliare il cliente a fine lavoro di lasciare un commento sul tuo profilo Fazland, affinchè possa aiutarti a fare buona impressione ai clienti futuri.

4. Non cancellare i commenti negativi, rispondi cordialmente

commenti negativi

Rispondi ai commenti negativi e soprattutto fallo velocemente. Un tempo di risposta breve dimostrerà che sei interessato a risolvere il problema. La prima cosa da fare è capire se il problema posto è reale, quando scopri che il commento è legittimo intervieni immediatamente.

Dunque, prendi un ampio respiro e rispondi: inizia porgendo le tue scuse; rassicura il cliente insoddisfatto offrendo una soluzione del problema; infine, chiedigli un ulteriore feedback. Gestendo in questo modo un commento negativo, otterrai un cliente soddisfatto e che sa di potersi fidare di te. Una buona pubblicità può avvenire attraverso la buona qualità dell’assistenza clienti, otterrai la conversione del cliente insoddisfatto e la fiducia di molti altri clienti che noteranno come hai risolto il problema.

Quando non è possibile risolvere il problema, scrivigli l’indirizzo di posta al quale può contattarti, così facendo sposterai la conversazione in privato e non ne resterà traccia sul web. Alcuni studi dimostrano che i clienti insoddisfatti, una volta risolto il disguido, diventano più fedeli di clienti che non hanno mai avuto un problema. Il commento negativo puoi cancellarlo quando contiene messaggi blasfemi e offensivi in modo violento.

La stessa cosa vale per le mail di lamentele fate attenzione a non lasciar trascorrere troppo tempo tra la ricezione della mail all’invio della risposta. Sfodera il tuo fascino imprenditoriale e trasforma i commenti negativi in oro, gestisci i commenti negativi non solo per risolvere l’insoddisfazione, ma sfruttali come opportunità per fidelizzare i tuoi clienti e trovarne di nuovi.

5. Inserire contenuti che non interessano al target di riferimento o che violano le norme del buon costume

Conosci il tuo target di riferimento, analizza a fondo quelli che sono i loro interessi e organizza i tuoi contenuti in base a questi. 

I contenuti devono essere inerenti al tipo di servizio offerto; per intenderci, se fai l’imbianchino non potrai di certo apparire esperto di catering e se lo facessi perderesti di credibilità come imbianchino.

Scegli di inserire contenuti scritti con parole semplici, se gli articoli non sono facilmente comprensibili non verranno letti. Racconta quali sono le nuove tendenze e normative del tuo settore te ne saranno grati e continueranno a visitare le tue pagine. I consumatori cercano professionisti che possano, con serietà, guadagnarsi la loro fiducia.

6. Creare pagine web senza scopo definito

Decidi quale obiettivo intendi perseguire sul web e utilizza gli strumenti più idonei per raggiungerlo. Cosa vuoi fare con le tue pagine? Vendere, pubblicizzare, restare in contatto o trovare nuovi clienti, la  pagina web dovrà essere strutturata specificatamente per raggiungere questo obiettivo.

Non creare una pagina web se non ti occorre o diventa difficile tenerla aggiornata. Una pagina confusa che porta il tuo nome o quello dell’azienda, farà credere ai visitatori che gestisci le attività che ti riguardano in modo superficiale. E’ comprensibile che non sia del tutto semplice creare una pagina che riesca ad esprimere, in pieno, il motivo per cui è stata creata.

Per non rischiare di creare una pagina poco chiara, affidati a consulenti informatici che oltre a crearla potranno aiutarti a tenerla sempre aggiornata.

7. Non tener conto della differenza tra i social

reputazione social

Ogni social utilizza un linguaggio differente, se vuoi risultare credibile evitando brutte figure adeguati al linguaggio di ogni social.

Il messaggio che passa dalle tue pagine deve essere univoco, ma la presentazione va adeguata: ad esempio un contenuto pubblicato su Linkedin che è un social “incravattato”,va alleggerito, reso più dinamico e meno formale per pubblicarlo su facebook. Cambia le descrizioni che accompagnano i post a seconda della piattaforma prescelta. In questi casi piuttosto che andare a tentativi, affidati a un social media manager che potrà gestire abilmente tutte queste piattaforme per massimizzare i risultati.

8. Non aggiornare tutte le pagine web aziendali

Decidi quali pagine web vuoi attivare e poi impegnati a tenerle tutte costantemente aggiornate. Se non aggiorni le tue pagine web il rischio è quello che una volta atterrati su queste, i consumatori si trovano davanti a contenuti vecchi, e possono pensare che il sito sia stato abbandonato e dunque lo abbandoneranno a loro volta cercandone subito un’altro.

Le pagine zombie vanno assolutamente evitate, non basta essere presente sul web, occorre curare ogni dettaglio del proprio spazio. L’aggiornamento è sinonimo di impegno, è come avere un punto vendita e non fare pulizia. 

È possibile che alcune aziende non abbiano personale a sufficienza per occuparsi di questo aspetto, per questo puoi in serenità confrontare diversi preventivi per trovare l’esperto in web marketing che più soddisfa le tue esigenze, su Fazland.

9. Non curanza dell’aspetto estetico delle pagine

Scegli una grafica piacevole, una volta atterrato sullatua pagina, il potenziale cliente dovrà restare piacevolmente colpito. Le pagine devono essere accomunate da un particolare, tipo il logo della vostra azienda o il nome dell’artigiano così da essere più riconoscibili.

È la prima impressione quella che conta, occhio a non darne una sbagliata. Ricorda che la comunicazione non verbale è quella che riesce ad influenzare maggiormente le opinioni dei visitatori. In questo caso se non ti alimenti a pane e informatica meglio rivolgersi ad un web designer.

Per concludere, inutile dirlo, l’ortografia ricopre un ruolo importante, rileggi più volte prima di pubblicare, gli errori di battitura per chi bazzica sui social sono all’ordine del giorno. Una buona reputazione si coltiva nel lungo tempo, non senza fatica, ma basta un attimo per mandare in fumo anni di belle parole sul vostro conto. Il web è un’arma a doppio taglio, potresti guadagnarci tanto ma anche perdere di più.

Ma non temere, se segui i nostri semplici consigli non rischierai un epic fail e il successo online sarà garantito!

Lascia il tuo commento
Fazland
entra in contatto con nuovi potenziali clienti
Su Fazland abbiamo più di 10.000 richieste ogni mese che aspettano il tuo preventivo e oltre 49.000 clienti iscritti. La registrazione è gratuita e non ci sono costi fissi. Cosa aspetti a provarlo?
Trova idee e ispirazione sul nostro blog.
Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Se vuoi avere maggiori informazioni o negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie clicca qui. Premendo il tasto Accetto acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto