Civico 5.0: la campagna di Legambiente per risparmiare sulla bolletta energetica dei condomini

Immagine di anteprima per: Civico 5.0: Campagna Legambiente per risparmiare sulla bolletta

Una delle spese più rilevanti nel bilancio delle famiglie italiane è quella energetica: la media è di 2.689 euro all’anno, di cui 521 euro per l’energia elettrica, 1.024 euro per la produzione di acqua calda sanitaria, cucina e riscaldamento e 1.144 euro per la mobilità. Non è poco, soprattutto se si considerano da una parte la difficoltà di molte famiglie nell’arrivare a fine mese, e dall’altra la consapevolezza che basterebbe poco per ridurre sprechi e quindi costi eccessivi. Soprattutto se si vive in condominio.

Il tema è al centro del nuovo progetto di Legambiente, chiamato Civico 5.0. Una campagna di sensibilizzazione nata proprio con l’obiettivo di rendere le famiglie più consapevoli del proprio ‘peso energetico’, di sollecitare l’installazione di impianti e la messa in atto di interventi che possono concretamente migliorare l’efficienza energetica degli edifici – soprattutto quelli definiti, dati alla mano, come veri e propri ‘colabrodi’ – e quindi, dulcis in fundo, risparmiare sulla bolletta di casa.

Il progetto ha due grandi pregi. In primo luogo, quello di aver analizzato dal punto di vista termico, del consumo elettrico e dell’inquinamento indoor alcuni casi concreti e in particolare dieci palazzi condominiali di Roma, Napoli e Potenza costruiti nel dopoguerra e in anni più recenti.
Dall’indagine su questi primi immobili sono state evidenziate alcune criticità comuni, criticità che presumibilmente potremmo ritrovare in molti altri stabili con le stesse caratteristiche strutturali: si tratta infatti delle classiche dispersioni termiche da solai, pilastri, infissi e dalle pareti perimetrali da cui molto spesso è visibile l’impronta rilasciata dal calorifero.

Il secondo punto di forza di Civico 5.0 è la webapp, consultabile gratuitamente, che oltre a dare una serie di informazioni utili sui vantaggi dei diversi incentivi per la casa, dà spazio anche a esempi di buone pratiche e esperienze di sharing economy condominiale. Sul sito verranno inoltre di volta in volta pubblicati i risultati dei nuovi monitoraggi energetici che saranno effettuati nel 2018.

«Sono oltre 20 milioni gli italiani – spiega Katiuscia Eroe, responsabile energia di Legambiente – che vivono in condomini poco efficienti dal punto di vista energetico, veri e propri complessi energivori che sprecano moltissima energia termica per riscaldare le abitazioni. Per questo abbiamo pensato ad una campagna ad hoc, proprio per rendere consapevoli le famiglie del loro peso energetico e delle opportunità legate agli incentivi, previsti per i prossimi quattro anni, per migliorare la qualità della vita, e allo stesso tempo sensibilizzare amministratori e progettisti rilanciando una nuova idea di condominio più ecosostenibile, solidale e aperto alla condivisione».

Per tornare a ribadire questi concetti, Legambiente ha inoltre lanciato la Giornata dei Condomini aperti. Si svolgerà il 17 aprile 2018: dalla mattina alla sera i condomini diventeranno le piazze della socialità con eventi, mostre, letture, approfondimenti, visite guidate, aperitivi e molto altro. Spazio alla fantasia, purché la giornata o l’evento organizzato si svolga all’interno di un condominio.

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...