Sei già registrato?
Ti aiuta a trovare il professionista che fa al caso tuo! Scopri come funziona
Ti aiuta a trovare il professionista che fa al caso tuo! Scopri come funziona

Tutto sul nuovo conto termico semplificato

Immagine di anteprima per: Nuovo Conto Termico (modifiche e incentivi)

Se il vostro vecchio generatore di calore è ormai obsoleto, grazie al nuovo conto termico semplificato potete sostituirlo con uno nuovo a maggiore efficienza energetica, a costi davvero bassi e con la garanzia di un risparmio costante nel tempo!

Il conto termico, in vigore dal 2013, è un sistema di incentivazione per stimolare interventi di riqualificazione energetica degli immobili attraverso la produzione di energie rinnovabili e per gli interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni.

A tal fine, sono stati stanziati 900 milioni di euro annui, di cui 700 milioni destinati ai privati e 200 milioni alle Amministrazioni pubbliche.

L'ente responsabile della gestione di tale meccanismo è il GSE, Gestore dei Servizi Energetici, che ha anche il compito di erogare ai beneficiari gli incentivi. 

Gli incentivi del conto termico, che non sono cumulabili con altri bonus fiscali, coprono il 40% dell'investimento spalmato in un periodo tra i 2 e i 5 anni a seconda dei casi.

I tetti massimi sono differenziati in base al tipo di intervento, alla potenza dell'impianto e alla zona climatica in cui il lavoro è realizzato.

Di recente, il decreto Sblocca Italia ha introdotto nuove modalità per rendere più agevole l'accessibilità ai contributi e l'iter più spedito, con procedure burocratiche semplificate, la possibilità di un'unica rata per i piccoli interventi e una modulistica reperibile online.

Per ora le richieste per accedere al Conto Termico 2016 sono trasmissibili solo per via telematica, attraverso il portale Portaltermico. In seguito sarà il GSE, in base ai dati forniti dai soggetti responsabili, a formare le graduatorie.

2 I tuoi dati
3 Conferma
Confronta preventivi da esperti nelle Energie Rinnovabili
I campi con l’asterisco * sono obbligatori
Più informazioni inserirai, più i preventivi che riceverai saranno accurati e puntuali.
2 I tuoi dati
3 Conferma
Completa i tuoi dati e crea la tua richiesta di preventivo.
Cliccando su "Ricevi codice di verifica", riceverai un SMS per confermare il tuo numero di telefono.
Se l'hai ricevuto entro 30 secondi, prova di nuovo.
Cliccando su Conferma dichiari di aver letto ed accettato termini e condizioni del servizio Fazland.

Il nuovo Conto Termico Semplificato

Ecco i punti principali che riguardano il nuovo Conto Termico semplificato:

  • facilitazione delle richieste di contributi per gli apparecchi domestici
  • incentivazione all'innovazione tecnologica
  • semplificazione dei lavori di installazione degli impianti fotovoltaici e dei generatori di calore alimentati a biomassa.

L'obiettivo delle modifiche è quello di rendere il meccanismo più invitante e facile da utilizzare per tutti quelli che ne fanno domanda.

Sempre a questo scopo verrà formulata una lista di prodotti, che sarà aggiornata periodicamente, per l'acquisto dei quali si ha diritto ad un iter semplificato, ad esempio, non dovendo indicare i dati riguardanti l'apparecchio, già validati dal GSE.

Un'altra novità del nuovo conto termico semplificato riguarda le modalità di pagamento che verranno estese anche ai pagamenti on-line e tramite carta di credito, e al rimborso della prima rata, che verrà anticipata a 90 giorni dalla data di contrattualizzazione.

foto: tutto sul nuovo conto termico semplificato

Il Conto Termico

Il conto termico, come vi ho già detto, è un sistema di incentivazione per gli interventi di piccole dimensioni volti all'aumento dell'efficienza energetica e alla produzione di energia termica proveniente da fonti rinnovabili.

Ma vediamo più nel dettaglio di cosa si tratta.

1. Campo di applicazione

Potete richiedere gli incentivi conto termico, se eseguite interventi di questo tipo:

  • lavori di incremento di efficienza energetica di edifici già esistenti (es. interventi di coibentazione delle pareti)
  • sostituzione di impianti per la climatizzazione invernale con altri a maggior efficienza energetica
  • sostituzione o installazione ex novo di impianti a energia rinnovabile (impianto biomasse, pompe di calore, impianti solari termici)
  • diagnosi e certificazione energetica degli interventi elencati sopra.

L'incentivo conto termico consiste in un contributo alle spese sostenute per i lavori ed è determinato in base al reale incremento del risparmio energetico dovuto agli interventi per migliorare l'efficienza energetica e con l'installazione di fonti di energia rinnovabili. Esso verrà erogato per un periodo che varia da 2 a 5 anni. 

2. Tetto di spesa annua

I fondi stanziati per il Conto Termico hanno come limite annuo 200 milioni di euro per le Amministrazioni pubbliche e 700 milioni per i privati. 

Dopo 60 giorni dal raggiungimento di tali importi di spesa annua, non verranno accettate nuove richieste di accesso all'incentivo.

3. Chi può richiedere il contributo

I soggetti che possono chiedere gli incentivi conto termico sono:

  • le Amministrazioni pubbliche
  • i Soggetti privati, cioè le persone fisiche, i condomini e i titolari di reddito d'impresa o agrario.

4. Modalità di accesso agli incentivi conto termico

Per accedere più facilmente agli incentivi conto termico, il GSE ha predisposto il portale dedicato Portaltermico tramite il quale è possibile compilare e spedire la documentazione occorrente.

Ai fini dell'accertamento dei requisiti tecnici, il soggetto richiedente dovrà compilare una scheda-domanda con i dati relativi all'edificio e alle caratteristiche degli interventi oggetto dell'incentivo.

foto: conto termico

Energia termica da fonti di energia rinnovabili

Dal momento che gli interventi finalizzati all'incremento dell'efficienza energetica riguardano solo le Amministrazioni pubbliche, nel seguente paragrafo approfondiremo gli incentivi conto termico che possono essere richiesti da voi, in quanto soggetti privati.

Questi incentivi riguardano tutti gli interventi di piccola portata per gli impianti destinati alla produzione di energia termica da Fonti di Energia Rinnovabili.

1. Quali sono gli interventi che danno diritto all'incentivo conto termico

Gli interventi per i quali è possibile richiedere l'incentivo conto termico sono:

  • cambio di vecchi sistemi di climatizzazione invernale con altri forniti di pompe di calore che sfruttano il calore naturale della Terra
  • sostituzione di scaldacqua elettrici con altri dotati di pompa di calore
  • messa in posa di un impianto solare, sia termico che tradizionale
  • sostituzione di impianti per la climatizzazione o il riscaldamento di serre e fabbricati rurali esistenti con altri dotati di generatori di calore a biomassa.

2. Come viene calcolato l'incentivo conto termico

Per calcolare gli incentivi, bisogna considerare alcune variabili, come i coefficienti che stimano l'energia prodotta e la quantità di energia termica presumibilmente generata, il tutto in relazione alla zona climatica.

Inoltre, per i generatori termici a biomassa vengono considerati anche i coefficienti che premiano il basso impatto ambientale.

La durata in anni dell'incentivo dipende dal tipo di intervento e da altri parametri che possiamo così schematizzare:

  • Per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con altri dotati di pompe di calore, la durata di erogazione dell'incentivo è:

di 2 anni per impianti con potenza nominale termica fino a 35 kW

di 5 anni per gli impianti con potenza nominale termica fino a 1.000 kW

  • Per la sostituzione di scaldacqua elettrici con altri aventi pompa di calore con potenza termica fino a 1.000 kW, la durata dell'incentivo è:

di 1 anno per scaldacqua con capacità fino a 150 litri, con incentivo di 400 euro

di 2 anni per scaldacqua con capacità superiore ai 150 litri, con incentivo di 700 euro

  • Per l'installazione di collettori solari termici, con superficie fino a 1.000 mq, la durata dell'incentivo è:

di 2 anni per superficie solare lorda fino a 50 mq

di 5 anni per superficie solare lorda fino a 1.000 mq.

foto: incentivo conto termico

3. Altri incentivi: Diagnosi e Certificazione Energetica

Sia a favore dei privati che delle Amministrazioni pubbliche, inoltre, è prevista un'ulteriore forma di incentivazione per la Diagnosi e la Certificazione Energetica.

La diagnosi energetica è una raccolta di dati derivanti dall'utilizzo energetico, che potete trovare nelle vostre fatture e bollette e che ha lo scopo di determinare il consumo energetico per correggere gli eventuali sprechi.

La certificazione energetica è un documento, stilato da un tecnico abilitato, che prende in considerazione tutto ciò che può influire sul consumo di energia, come le caratteristiche dell'edificio, la zona climatica, il tipo di riscaldamento, ecc.

Tali incentivi possono coprire dal 50% al 100% delle spese sostenute e il suo valore massimo dipende dalla superficie e dalla destinazione dell'immobile oggetto degli interventi.

In conclusione, il Nuovo Conto Termico Semplificato rende più facile e veloce richiedere gli incentivi conto termico. Adesso che avete le idee più chiare non avete più scuse per non cambiare il vostro vecchio impianto di riscaldamento. È un favore che fate all'ambiente ma anche al vostro portafoglio!

Lascia il tuo commento
Fazland
chiedi, confronta, risparmia
Fazland è un servizio che ti permette di ricevere e confrontare gratuitamente fino a 5 preventivi di professionisti di settori diversi, senza impegno, per risparmiare tempo e denaro.
Con Fazland saprai di aver fatto la scelta migliore per le tue esigenze!
Guarda il nostro Spot TV
Da oggi così si fa!
Trova idee e ispirazione sul nostro blog.
Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Se vuoi avere maggiori informazioni o negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie clicca qui. Premendo il tasto Accetto acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto