A cosa serve la planimetria catastale (o pianta catastale)

Immagine di anteprima per: Planimetria Catastale: a cosa serve e quando viene richiesta

A cosa serve la planimetria catastale (o anche pianta catastale)? Definiamo così la rappresentazione grafica di un'unità immobiliare presso il catasto, il relativo disegno tecnico – in genere in scala 1:200 - da cui è possibile desumere, in conformità alle regole catastali, contorni, suddivisione e destinazione dei locali interni, dati metrici e altre informazioni. E’ un documento che non ha scadenza a meno che non ne venga presentata una versione aggiornata all'Agenzia delle Entrate. Per legge, nel momento in cui si stipula un atto di compravendita, permuta o donazione, serve assolutamente la conformità catastale allo stato corrente dell'immobile.

La planimetria catastale, così come la visura catastale, fornisce immediatamente le principali informazioni di una proprietà immobiliare:

  • Iscrizione regolare in Catasto
  • rappresentazione grafica
  • Correttezza dell’indirizzo
  • Correttezza degli ultimi trasferimenti di proprietà riportati
  • Categoria catastale - negozio, abitazione, ufficio?
  • La rendita catastale corrispondente su cui calcolare le tasse

A cosa serve la planimetria catastale (o pianta catastale)

Inoltre è importante verificare la correttezza dei dati del proprietario e dell'immobile registrati presso il Catasto per conoscere:

  • le imposte sul reddito (ad esempio IRPEF), le comunali e statali riconducibili alle proprietà e al suo utilizzo: IUC imposta Unica Comunale, formata da IMU (imposta municipale unica) - TASI (tassa sui servizi indivisibili) e TARI (tassa sui rifiuti), più le imposte di trasferimento di beni immobili (compravendita, permuta, donazione, divisione, ecc.)
  • la rendita catastale per calcolare il pagamento delle imposte sulla casa
  • le proprietà immobiliari intestate ad una determinata persona/società
  • l’intestatario di una determinata proprietà immobiliare
  • le variazioni tecniche o di intestazione di un immobile, avvenute nel tempo attraverso la visura storica

E’ necessaria anche per rilevare i dati utili per redigere:

  • pratiche e certificazioni edilizie (DIA, licenze, nulla-osta, certificazioni urbanistiche)
  • richieste allacciamento di nuove utenze (luce, gas, ecc.)
  • comunicazioni comunali - come la tassa rifiuti - e condominiali (obbligatorie dal 2013)
  • dichiarazione dei redditi e di successione
  • contratti di locazione, compravendita, permuta, donazione, comodato, ecc.

A cosa serve la planimetria catastale (o pianta catastale)

Attenzione: E’ giusto capire a cosa serve la planimetria catastale, ma per evitare errori bisogna considerare tutti i dettagli. Nell’intestazione catastale, come in tutte le pratiche catastali, è importante avere una visura catastale aggiornata per verificare la correttezza di dati come nome, cognome e codice fiscale. Il certificato di planimetria catastale aggiornato, è oggi obbligatorio per la stipula di atti notarili dal 2010, da quel momento gli intestatari dichiarano che la planimetria catastale attualmente in vigore al catasto è conforme allo stato dei luoghi. Questo permette chiaramente di tenere aggiornato il catasto e garantire alla parte acquirente che quanto trasferito sia regolarmente censito.

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...

Confronta preventivi nelle città più cercate

Milano
Roma
Torino
Firenze
Napoli
Bologna
Brescia
Bari