Detrazione 50% o Ecobonus 65%, quale scegliere?

Immagine di anteprima per: Detrazione 50% o Ecobonus 65%, quale scegliere?

Se intendete ristrutturare il vostro appartamento o avete appena acquistato un immobile da ristrutturare, un aspetto importante da considerare riguarda le detrazioni fiscali per le ristrutturazioni. Talvolta infatti un lavoro può beneficiare di incentivi fiscali diversi e non è sempre detto che la detrazione 65% sia meglio della detrazione 50%.

Che si tratti di interventi di ristrutturazione edilizia o riqualificazione energetica o entrambi, bisogna raccogliere quante più informazioni possibili, consultando una guida alle ristrutturazioni edilizie per usufruire al meglio degli incentivi per la ristrutturazione previsti dalla normativa vigente. 

Foto: Detrazione 50% o 60%

Quali sono le detrazioni fiscali per ristrutturazioni?

Districarsi nel complicato groviglio di incentivi per ristrutturazione non è sempre facile. Tra gli incentivi per la ristrutturazione di casa è possibile ottenere una detrazione dell'imposta sul reddito l'Irpef del 36%, il cosiddetto bonus di detrazione del reddito può arrivare fino al 50% per spese sostenute tra giugno 2012 e dicembre 2016.

Nei casi di ristrutturazione per la messa in opera di misure antisismiche o di interventi di riqualificazione energetica, la detrazione Irpef è del 65%. Oltre alle detrazioni sul reddito, si ha un'agevolazione sul pagamento dell'Iva con la dichiarazione Iva al 10% per la ristrutturazione.

Per evitare problemi o inconvenienti, occorre fare attenzione al tetto massimo di spesa sul quale calcolare le detrazioni fiscali per le ristrutturazioni. Anche l'acquisto di grandi elettrodomestici o mobilio nuovo può portare ad una detrazione del reddito Irpef.

La detrazione fiscale per ristrutturazioni è solitamente ripartita in dieci rate annuali dello stesso importo.

Per districarsi tra la normativa fiscale e le circolari in materia di ristrutturazioni o interventi di manutenzione e riqualificazione, è essenziale avere ben chiare le linee guida.

Quando sarà più conveniente usufruire della detrazione 50% o delle agevolazioni al 65%?

Anche se la detrazione fiscale al 65% sembra al primo colpo più vantaggioso, è bene considerare che ci sono dei parametri molto più restrittivi da rispettare e questo potrebbe innalzare il costo dei lavori fino ad annullare il vantaggio della detrazione 65% sul bonus 50%. 

Per scegliere è bene avere un quadro preciso della situazione per capire quale dei due regimi fiscali sia più adatto. 

20% completato
Trova il professionista giusto per te. È gratis!
Impresa Edile
I campi con l’asterisco * sono obbligatori
Più informazioni inserirai, più i preventivi che riceverai saranno accurati e puntuali.
40% completato
Completa i tuoi dati e crea la tua richiesta di preventivo.
oppure
Informativa sul trattamento dei Dati Personali

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL'ART. 13, DECRETO LEGISLATIVO 196/2003

La società Midnight Call S.r.l. (di seguito, per brevità, “Midnight Call”) è consapevole dell’importanza della tutela del diritto alla vita privata, con riguardo al trattamento dei dati personali, dei propri utenti. In conformità alla normativa europea e italiana in materia e ispirandosi sia alle raccomandazioni del Gruppo istituito dall’art. 29 della direttiva n. 95/46/CE, sia alla documentazione e ai provvedimenti pubblicati dal Garante Privacy Italiano, Midnight Call informa che i dati personali degli interessati raccolti e trattati a seguito della loro registrazione e dell’utilizzo dei servizi offerti dal portale e dall’app ”Fazland”, saranno trattati nel rispetto della legge in materia di protezione dei dati personali.

La registrazione e l’utilizzo dei servizi offerti dal sito web www.fazland.com e dall’app “Fazland” sono vietati ai soggetti minori di 18 anni.

Ciò premesso, ai sensi dell’articolo 13 D.lgs 196/2003, Midnight Call fornisce le seguenti informazioni:

  1. Definizioni

Ai sensi della presente informativa, e del D.lgs 196/2003, si intende per:
- “trattamento”, qualunque operazione o complesso di operazioni, effettuati anche senza l’ausilio di strumenti elettronici, concernenti la raccolta, la registrazione, l’organizzazione, la conservazione, la consultazione, l’elaborazione, la modificazione, la selezione, l’estrazione, il raffronto, l’utilizzo, l’interconnessione, il blocco, la comunicazione, la diffusione, la cancellazione e la distruzione di dati, anche se non registrati in una banca di dati;
- “dato personale”, qualunque informazione relativa a persona fisica, identificata o identificabile, anche indirettamente, mediante riferimento a qualsiasi altra informazione, ivi compreso un numero di identificazione personale;
- “dati identificativi”, i dati personali che permettono l’identificazione diretta dell’interessato;
- “dati sensibili”, i dati personali idonei a rivelare l’origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l’adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale;
- “dati giudiziari”, i dati personali idonei a rivelare provvedimenti di cui all'articolo 3, comma 1, lettere da a) a o) e da r) a u), del d.P.R. 14 novembre 2002, n. 313, in materia di casellario giudiziale, di anagrafe delle sanzioni amministrative dipendenti da reato e dei relativi carichi pendenti, o la qualità di imputato o di indagato ai sensi degli articoli 60 e 61 del codice di procedura penale;
- “titolare”, la persona fisica, la persona giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo cui competono, anche unitamente ad altro titolare, le decisioni in ordine alle finalità, alle modalità del trattamento di dati personali e agli strumenti utilizzati, ivi compreso il profilo della sicurezza;
- “responsabile”, la persona fisica, la persona giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo preposti dal titolare al trattamento di dati personali;
- “incaricati”, le persone fisiche autorizzate a compiere operazioni di trattamento dal titolare o dal responsabile;
- “interessato”, la persona fisica cui si riferiscono i dati personali;
- “comunicazione”, il dare conoscenza dei dati personali a uno o più soggetti determinati diversi dall’interessato, dal rappresentante del titolare nel territorio dello Stato, dal responsabile e dagli incaricati, in qualunque forma, anche mediante la loro messa a disposizione o consultazione;
- “diffusione”, il dare conoscenza dei dati personali a soggetti indeterminati, in qualunque forma, anche mediante la loro messa a disposizione o consultazione.

Per tutte le ulteriori definizioni previste dalla normativa si rimanda a quanto previsto dall’art. 4 del D.lgs 196/2003 e alle altre disposizioni ivi presenti.

     2. Tipi di dati raccolti

Dati personali forniti volontariamente dall’interessato

All’atto della registrazione attraverso il portale www.fazland.com, l’app ”Fazland” o siti affiliati vengono raccolti e trattati i seguenti dati personali:
- dati anagrafici e di contatto;
- dati relativi alla richiesta di preventivo e alle preferenze dell’interessato;
- ulteriori dati inseriti dall’interessato nei campi liberi;
- allegati (immagini o video) caricati dall’interessato.

Si invita l’interessato a non fornire o indicare “dati sensibili“ o “dati giudiziari” nel form di registrazione, nei campi liberi o nei file caricati.
Eventuali “dati sensibili” o “dati giudiziari” forniti dall’interessato saranno immediatamente cancellati e la richiesta di preventivo annullata.

Dati personali forniti volontariamente dall’interessato attraverso il sistema di social log-in

La registrazione può essere effettuata anche utilizzando le proprie credenziali Facebook attraverso un sistema di social log-in. In tali ipotesi il titolare accederà e conserverà esclusivamente i dati relativi al nome utente e all’e-mail dell’interessato. S’invita l’interessato a consultare con cura, prima di accedere al servizio attraverso il sistema di social log-in, le informative privacy e le condizioni di servizio di Facebook ed eventualmente a modificare le impostazioni del proprio account. Per maggiori informazioni è possibile consultare questo link.

Dati di navigazione

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito www.fazland.com e dell’app “Fazland” acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei terminali degli interessati che si connettono al sito, i MAC (Media Access Control) address, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’interessato. Questi dati vengono utilizzati per controllare il corretto funzionamento del sito e dell’app e vengono cancellati immediatamente dopo l’elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni di Midnight Call.

      3. Finalità e modalità del trattamento

I dati personali forniti dall’interessato e raccolti da Midnight Call verranno trattati per le seguenti finalità:

       a.   consentire all’interessato di richiedere un preventivo per specifici servizi alle aziende registrate sul portale Fazland.com e di essere contattato dalle medesime per ricevere un preventivo;

       b.   adempiere ad eventuali obblighi previsti da leggi o regolamenti;
       c.   inviare materiale promozionale all’interessato attraverso messaggi di posta elettronica relativi a servizi o prodotti del Titolare analoghi a quelli già acquistati e/o richiesti dall’interessato;
       d.   inviare materiale a carattere promozionale all’interessato attraverso messaggi di posta elettronica, sms, mms e messaggistica istantanea (art. 130, co 2, D.lgs 196/2003) per servizi e prodotti offerti da soggetti terzi;
       e.  comunicare e/o cedere a soggetti terzi (operanti nei settori abbigliamento, trasporti, automobili, cicli, motocicli, telecomunicazioni, finanza, editoria, energia, industria, accessori e prodotti per veicoli, formazione, gadget e oggettistica, giochi per            l'infanzia, prodotti elettronici, marketing, artigianato, edilizia, eventi, terziario) i dati raccolti affinché svolgano attività a carattere promozionale e pubblicitaria con strumenti automatizzati come e-mail, sms, mms e messaggistica istantanea;

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.

     4. Conferimento dei dati

Il conferimento dei dati personali è obbligatorio per le finalità di cui ai punti 2. a) e 2. b): il mancato conferimento dei dati, per entrambe le finalità, comporterà l’impossibilità per Midnight Call di consentire la registrazione e l’utilizzo del servizio offerto dal sito www.fazland.com e dall’app “Fazland”. Il conferimento di dati per le ulteriori finalità è facoltativo: il mancato conferimento di dati, in tali ipotesi, non avrà conseguenze per l’interessato.

    5. Soggetti a cui potranno essere comunicati i dati personali.

I dati personali raccolti non saranno diffusi e potranno essere comunicati, oltre che a soggetti a cui sia riconosciuta la facoltà e l’interesse di accedere ai Vostri dati personali da norme di legge o di normative secondarie e/o comunitarie, a personale interno al Titolare, nonché a società, associazioni o studi professionali che prestino servizi ed attività per conto del Titolare in qualità di Responsabile del Trattamento per l’adempimento di obblighi di legge, nonché per ogni esigenza organizzativa ed amministrativa necessaria per fornire i servizi richiesti. I dati personali degli utenti, per la finalità di cui al punto 3 a) della presente informativa, potranno essere comunicati ai soggetti iscritti al servizio offerto dal portale in qualità di Aziende affinché possano rispondere alle richieste di preventivo presentate.

I nominativi degli ulteriori soggetti che potranno venire a conoscenza dei Vostri dati personali in qualità di “Responsabili del trattamento” sono riportati in un elenco aggiornato disponibile presso Midnight Call (da richiedersi ai recapiti indicati al punto 7).

Infine, previo consenso specifico, i dati personali degli interessati potranno essere comunicati e/o ceduti a soggetti terzi (operanti nei settori abbigliamento, trasporti, automobili, cicli, motocicli, telecomunicazioni, finanza, editoria, energia, industria, accessori e prodotti per veicoli, formazione, gadget e oggettistica, giochi per l'infanzia, prodotti elettronici, marketing, artigianato, edilizia, eventi, terziario) per svolgere attività a carattere promozionale e pubblicitaria con strumenti automatizzati come e-mail, sms, mms e messaggistica istantanea. Previo ulteriore consenso specifico, in caso di impossibilità da parte di Midnight Call di fornire, tramite le Aziende iscritte al proprio portale, i preventivi richiesti dall’utente, i dati personali raccolti potranno essere comunicati a soggetti terzi (operanti nel settore servizi web per la fornitura di preventivi), partner del portale, per fornire i preventivi richiesti dall’interessato.

   6. Diritti dell’interessato.

In relazione ai suindicati trattamenti di dati personali l‘interessato ha la facoltà di esercitare in ogni momento i diritti di cui all’art. 7 (Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti) del D.lgs. n. 196/2003, tra cui, ad esempio, di ottenere l’indicazione:
- dell’origine dei dati personali;
- delle finalità e modalità del trattamento;
- della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;
- degli estremi identificativi del Titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2 D.lgs. n. 196/2003.

L’interessato ha diritto di ottenere:
- l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di Legge.

L’interessato potrà inoltre chiedere copia dei propri dati in formato standard.

L’interessato, infine, ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:

- per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
- al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

  7. Titolare e responsabile del trattamento

Il Titolare del trattamento dei dati è Midnight Call S.r.l. con sede in Via Pier Carlo Cadoppi 14, 42124 Reggio Emilia, Partita Iva n. IT02504670353, in persona del legale rappresentante pro tempore. Per esercitare i diritti previsti all’art. 7 del D.lgs. 196/03, sopra elencati, l’interessato potrà rivolgere richiesta utilizzando questo account di posta elettronica: privacy@fazland.com.

Midnight Call si riserva il diritto di aggiornare la presente Informativa sul trattamento di dati personali. 
Il Responsabile interno del trattamento dei dati personali, nominato ai sensi dell’art. 29 D.lgs 196/2003, è da individuarsi nella persona di Federico Panini, raggiungibile all’indirizzo e-mail privacy@fazland.com o agli ulteriori recapiti della Società.

Ultimo Aggiornamento : 9 Gennaio 2018

Cliccando su Avanti dichiari di aver letto ed accettato termini e condizioni del servizio Fazland.
60% completato
Ci siamo quasi!
Conferma il tuo numero di cellulare.
Icon-Edit

Cliccando su "Avanti" riceverai un SMS che contiene un codice e un link.

Perché confermare il cellulare?

Inserendo il codice o cliccando sul link, metti al sicuro i tuoi dati. Solo i professionisti interessati a contattarti vedranno i tuoi recapiti.

80% completato
Ti abbiamo inviato un SMS al: .
SMS

Inserisci qui sotto il codice a 6 cifre ricevuto.

Sono passati 30 secondi e non hai ancora ricevuto l'SMS?
Clicca qui per riceverne uno nuovo.

Se non l'hai ricevuto entro 30 secondi, prova di nuovo.

Quali sono le condizioni per poter beneficiare delle detrazioni fiscali e chi può usufruirne?

Chi può richiedere la detrazione fiscale o la dichiarazione Iva al 10% per ristrutturazione? Innanzitutto in entrambi i casi sono i proprietari a poter approfittare delle detrazioni fiscali per ristrutturazioni o per gli interventi energetici e antisismici, nei casi di affitto anche gli inquilini possono godere degli incentivi per la ristrutturazione, le agevolazioni sul reddito Irpef possono essere portate in detrazione anche dal coniuge o da un parente a condizione che le fatture per i lavori gli vengano intestati.

Se infine decidete di non affidare i lavori ad una impresa edile ma di procedere alla ristrutturazione fai da te, potrete beneficiare degli incentivi fiscali, sempre secondo il tetto massimo di spesa, sulle spese di acquisto delle materie prime utilizzate. Sarà importante in tal caso conservare tutti i documenti relativi all'acquisto.

Condizioni per poter richiedere le detrazioni fiscali, il tetto massimo di spesa e l'elenco dei lavori interessati

Quanto è possibile portare in detrazione 50% o 65% la spesa per ristrutturazione? Il tetto massimo fissato per legge dall'Agenzia delle Entrate per le spese sostenute tra il 2012 e il dicembre 2016 il tetto massimo è circa 100.000 euro.

Stiamo parlando di un risparmio notevole da tener bene in conto quando stabilite il budget che avete a disposizione per la vostra ristrutturazione o riqualificazione energetica.

Sia che si tratti di interventi di rifacimento appartamento che di riqualificazione energetica, il tetto massimo detraibile stabilito per legge non cambia.

Per quanto riguarda l'elenco dei lavori, la lista prevista dalla normativa è lunga e dettagliata e rientrano numerosi tipi di interventi sia su una singola abitazione che sullo stabile condominiale, ovvero le parti comuni del palazzo dove abitate.

La grande varietà di lavori per cui è possobile usufruire di detrazioni fiscali è raggruppabile in alcune macrocategorie:

- Interventi di manutenzione straordinaria; 

- lavori di ristrutturazione edilizia;

- ripristino dell’immobile danneggiato da clamità naturali;

- interventi per il risparmio energetico (es. impianto fotovoltaico);

- Installazione di inferriate per rendere l'abitazione sicura;

- lavori effettuati per rendere lo stabile adatto a persone portatrici di handicap per permettere loro di svolgere le normali attività quotidiane.

Le detrazioni fiscali per le ristrutturazioni interessano anche i fabbricati rurali, per quanto concerne invece i lavori di manutenzione di un condominio pensate agli interventi di manutenzione per gli ascensori o di rimozione delle barriere architettoniche per rendere gli edifici a norma di legge.

Le spese di ristrutturazione delle aree comuni del condominio sono una parte delicata del bilancio familiare ed è bene avere ben chiaro a quali incentivi fiscali ed agevolazioni si ha diritto per rendere la spesa meno onerosa per tutti i condomini.

Le detrazioni fiscali coprono gli interventi che trasformano un immobile da insicuro a sicuro, la sostituzione di un tubo del gas, mentre per esempio se avete intenzione di acquistare una macchina del gas che si spenga con un sistema autonomo in sostituzione di quella che avete meno sicura, non potrete godere delle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni. 

Rientrano tra le agevolazioni anche le spese sostenute per le consulenze professionali e la progettazione ediliza per lavori di ristrutturazione o di riqualificazione energetica o per la messa in sicurezza nelle zone ad alto rischio sismico.

Se dovete scegliere tra un regime fiscale di detrazione al 50% o al 65% è essenziale prestare attenzione all'ambito e alla natura dei lavori da realizzare per richiedere l'esenzione idonea e non incorrere in sanzioni o questioni tributarie.

Foto: Detrazioni fiscali 50% 65%

Come si richiedono le detrazioni fiscali?

Per richiedere le detrazioni 50% o 65% occorre innanzitutto informare preventivamente l'azienda sanitaria locale di competenza sul territorio dando comunicazione dell'avvio dei lavori con la nuova DIA.

Le ristrutturazioni vanno saldate con bonifico bancario quindi non in contante o con pagamento con bancomat o carta di credito, deve essere ben chiaro la causale del bonifico, il codice fiscale di chi sta effettuando il pagamento e la partita Iva della ditta che è stata incaricata dei lavori. 

Quando si effettua la dichiarazione dei redditi per usufruire delle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni occorre indicare i dati dell'immobile.

É bene conservare sempre tutta la relativa documentazione per non farsi trovare impreparati in caso di controlli e accertamenti fiscali. 

Fate particolare attenzione alle autorizzazioni amministrative, o alla dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà in caso di lavori condominiali, alla tabella dei millesimi per la ripartizione delle spese tra i condomini e alla della delibera dell'assemblea condominiale che ha dato autorizzazione ai lavori di manutenzione, senza dimenticare ovviamente tutte le fatture e ricevute fiscali degli acquisti e spese effettuate. 

Ricordate che la procedura per richiedere le detrazioni è identica per i vari tipi di detrazioni.

Vale la pena spendere due parole sul mobilio e sui bonus mobili e detrazioni per l'acquisto di grandi elettrodomestici che tanto incidono sulle spese della famiglia.

Bonus mobili e detrazioni fiscali per l'acquisto di grandi elettrodomestici dalla classe A in poi

Le famiglie potranno usufruire di una detrazione sul reddito IRPEF del 50% se acquistano mobili o elettrodomestici nuovi in occasione di un progetto di ristrutturazione. per poter usufruire del bonus mobili, l'acquisto deve essere perfezionato entro dicembre 2016.

Nella categoria degli elettrodomestici rientrano tutti i grandi elettrodomestici familiari dalla lavastoviglie al forno a microonde alla lavatrice, ai ventilatori o impianti di condizionamento, è escluso invece l'acquisto di porte, pavimenti, e tende. Restano inclusi letti, materassi, armadi, sedie, comodini e divani.

Possono essere portate in detrazione sul reddito al 50% anche le spese sostenute dalla famiglia per il montaggio e il trasporto dei beni acquistati. Per richiedere il rimborso è sempre necessario conservare le ricevute fiscali o gli scontrini di acquisto del materiale.

Diversamente da altri tipi di agevolazioni fiscali, il pagamento degli oggetti o dei servizi non deve essere fatto esclusivamente con bonifico bancario, ma sono ammessi per il rimborso anche pagamenti effettuati con la carta di credito o di debito, nel caso del bonifico ricordate di indicare chiaramente la causale, codice fiscale o partita iva del beneficiario. Non è consentito il pagamento con assegni bancari.

Con questo importante bonus mobili e elettrodomestici a disposizione, se si procede ad una ristrutturazione edilizia dell'abitazione sarà conveniente approfittare dell'occasione per acquistare nuovi arredi e dare nuova vita alla casa.

A questo proposito è importante prestare attenzione al fatto che se si opta per una detrazione fiscale al 65% in seguito ad interventi di risparmio energetico come ad esempio l'installazione di impianti di climatizzazione invernale, o la riqualificazione energetica di interi edifici esistenti, non sarà consentito ottenere la detrazione fiscale anche sull'acquisto del mobilio o degli elettrodomestici. 

Tornando alla scelta tra la detrazione 50% o l'Ecobonus al 65%, conviene calcolare caso per caso se il risparmio è maggiore usufruendo di una detrazione fiscale del 50% sui lavori di ristrutturazione abbinato al bonus mobili oppure usfruire della sola detrazione al 65%.

Un ultimo importante accenno alla normativa e alla prassi in materia

Foto: risparmiare con le detrazioni fiscali

Tra le varie normative e documenti al riguardo, non tralasciate di consultare per quanto concerne la normativa, il decreto legge del 4 giugno 2013 n. 613 che emana le disposizioni in materia di interventi di ristrutturazione edilizia e efficienza energetica. Il decreto legge n. 613 menziona tutte le detrazioni previste e da informazioni sull'acquisto di mobilio e dei grandi elettrodomestici.

Per quanto riguarda invece la prassi consolidate, consultate le varie circolari emanate dall'agenzia delle entrate.

In particolare non scordatevi di andare a dare un'occhiata alla circolare dell'agenzia delle entrate n. 11 del 21 maggio 2014 che si pronuncia sull'interpretazione della normativa in materia di detrazioni fiscali sul reddito delle persone fisiche l'Irpef.

In breve, che si tratti di interventi di ristrutturazione edilizia o lavori di riqualificazione per conseguire risparmio energetico o per mettere l'abitazione in sicurezza da eventi sismici le detrazioni fiscali per le ristrutturazioni sono molteplici.

Occorre solamente scegliere il tipo di agevolazione fiscale più consono al tipo di lavori che si intendono eseguire sulla propria casa o su parti comuni di uno stabile condominiale e avere un quadro il più completo possibile di tutto il materiale che si vuole o si può portare in detrazione.

Ogni caso è a se stante non esiste una regola universale, perché ogni abitazione o condominio è diverso e necessità di una ristrutturazione edilizia e energetica particolareggiata.

Per questo è essenziale consultare una seria guida alle ristrutturazioni edilizie e prendere conoscenza della normativa e delle circolari in materia. Ricordate che tra gli interventi di riqualificazione energetica è inclusa anche l'installazione di pannelli solari che rappresentano una realtà sempre più diffusa sia nelle zone urbane che decentrate, oltre a rappresentare un serio risparmio energetico per la famiglia o il condominio che volesse installarli, costituiscono anche una fonte di energia sostenibile e a salvaguardia dell'ambiente.

A prescindere che scegliate la detrazione fiscale 50% o del 65% non dimenticate la possibilità di usufruire anche di un ulteriore sconto, quello della dichiarazione iva al 10% per le ristrutturazioni. Calcolando l'attuale aliquota Iva, questa agevolazione è particolarmente importante e ben accolta.

E' utile ricordare infine di rispettare sempre e comunque il tetto massimo per le detrazioni per evitare di incorrere anche per pochi spiccioli in sanzioni ben più onerose. Un buon direttore dei lavori professionale e serio vi saprà sicuramente consigliare su quali detrazioni fiscali per ristrutturazioni richiedere e quale è la soglia di spesa massima per ognuno.

Le numerose detrazioni e agevolazioni fiscali e gli interventi proposti dal governo in questa materia renderanno certamente più accessibile e meno gravoso dal punto di vista economico le ristrutturazioni.

Le agevolazioni fiscali permettonno alle famiglie, anche nell'attuale contesto di riduzione e ottimizzazione delle spese, di vivere in abitazioni e condomini sicuri, dotati di attrezzature e sistemi moderni, all'avanguardia e con un livello di sicurezza più elevato, all'insegna del risparmio energetico e equipaggiati per resistere a eventi sismici eccezionali. Quindi non aspettate e richiedete già un preventivo per la ristrutturazione del vostra casa agli specialisti di Fazland.

Lascia il tuo commento
Fazland
chiedi, confronta, risparmia
Fazland è un servizio che ti permette di ricevere e confrontare gratuitamente fino a 5 preventivi di professionisti di settori diversi, senza impegno, per risparmiare tempo e denaro.
Con Fazland saprai di aver fatto la scelta migliore per le tue esigenze!
Trova idee e ispirazione sul nostro blog.
Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Se vuoi avere maggiori informazioni o negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie clicca qui. Premendo il tasto Accetto acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto