6 consigli prima di comprare casa

Immagine di anteprima per: 6 consigli prima di comprare casa

Comprare casa può risultare un investimento dispendioso, avere buona conoscenza del mercato e delle sue regole prima di acquistare un immobile è fondamentale. Una breve guida introduttiva sui temi da affrontare in vista dell’acquisto di una casa si basa generalmente su sei punti fondamentali.

Le 6 cose da sapere prima di comprare casa vi permettono di dare importanza alle priorità per essere a norma di legge senza tuttavia perdere d’occhio la cura del dettaglio.

Certificato di abitabilità

Il certificato di abitabilità, detto anche di agibilità e usabilità, deve essere rilasciato dal comune competente con l’obiettivo di assicurare che ci siano le condizioni di sicurezza, stabilità, risparmio energetico degli edifici e degli impianti installati (Testo Unico Edilizia D.P.R. n.380/2001, art. 24 comma 1). Il certificato di abitabilità non solo attesta la sicurezza dell’immobile, ma verifica anche che la casa assolva alla funzione abitativa.

Conformità urbanistica

La conformità urbanistica è un documento di grande importanza e stabilisce che un immobile, per essere comprato e venduto, deve rispettare determinati parametri urbanistici. In pratica le carte comunali, depositate presso gli uffici di competenza devono attestare che lo stato legittimo corrisponda allo stato di fatto dell’immobile. È opportuno ricordare che tutte le eventuali modifiche apportate all’immobile devono essere dichiarate al Comune con un titolo abitativo (SCIA, Permesso di Costruire, CIL). Un tecnico qualificato (un ingegnere, un architetto, un geometra, ecc.) ha il compito di verificare la conformità urbanistica confrontando lo stato di fatto dell’immobile con il progetto depositato negli archivi comunali.

Attestato di prestazione energetica

L’attestato di prestazione energetica, detto anche APE o certificato energetico, riporta la classe energetica dell’immobile. Il venditore ha l’obbligo di consegnare all’acquirente l’attestato di prestazione energetica, un documento estremamente utile per conoscere esattamente i consumi necessari per vivere in una determinata abitazione, relativamente al raffrescamento ed al riscaldamento della casa.

Dichiarazione di conformità dell'impianto elettrico

Un altro documento fondamentale da richiedere prima di comprare casa è la dichiarazione di conformità dell’impianto elettrico, che viene rilasciata da un tecnico che si occupa dell’installazione degli impianti idraulici, elettrici, ecc. La dichiarazione di conformità dell’impianto elettrico attesta che l’impianto è a norma secondo le regole vigenti ed in base alle specifiche tecniche richieste.

Spese condominiali: le tabelle millesimi condominio

Le tabelle millesimi condominio rappresentano un documento che bisogna allegare al regolamento del condominio, che riassume appunto i millesimi di proprietà di ogni unità abitativa. In alcuni casi però i servizi ed i beni comuni possono essere utilizzati solo per alcune unità abitative, come ad esempio l’ascensore. In questo caso l’assemblea condominiale potrà stabilire delle tabelle millesimi condominio diverse in base ai servizi o ai beni. Le tabelle millesimi condominio possono quindi essere integrate con delle tabelle millesimali speciali. Prima di comprare casa si consiglia quindi di verificare le tabelle millesimi del condominio, per fare una previsione di quanto andrete a spendere per i consumi totali e di conseguenza a quanto ammontano le spese condominiali.

Quando si acquista casa c’è la possibilità che il venditore lasci in eredità spese condominiali che non sono state saldate, col rischio di vedersi recapitare bollette altissime. Tuttavia secondo quanto stabilisce la legge, anche se l’atto di vendita contiene clausole che obbligano il compratore a sostenere le spese condominiali non pagate, avrà validità solo come accordo tra le due parti in causa, ma non saranno vincolanti per il condominio. In pratica tutte le spese condominiali precedenti all’anno di vendita dell’immobile spettano al venditore. In alternativa il condominio, per le spese condominiali relative all’anno di vendita dell’immobile o a quello precedente, può rivalersi indifferentemente sul venditore o sull’acquirente.

Ristrutturazione della casa

Quando acquistate un immobile chiedete all’amministratore di condominio i futuri lavori di ristrutturazione casa necessari. In alternativa potete leggere i verbali delle riunioni condominiali, e consultare così tutti i lavori di ristrutturazione casa che sono in previsione, in modo da avere un’idea della cifra che dovrete spendere. Dopo aver eseguito un controllo sull’abitazione, se avete intenzione di fare delle modifiche interne, è consigliabile effettuare un sopralluogo con un tecnico specializzato. In modo particolare, se pensate di abbattere dei muri o di praticare fori o aperture all’interno delle pareti, è opportuno verificare la posizione dei muri portanti. Assicuratevi di controllare anche la presenza di eventuali vincoli paesaggistici, storici o altri ostacoli che possano impedire di effettuare modifiche. Anche una semplice veranda o l’apertura di una porta o una finestra, o addirittura l’aggiunta di una tenda o di una pensilina può modificare l’aspetto esterno dell’edificio. Se state acquistando un immobile soggetto a particolari vincoli paesaggistici, le pratiche per la ristrutturazione dell’immobile potrebbero richiedere tempi di attesa molto lunghi per il rilascio dei permessi. È bene sapere anticipatamente prima di comprare casa se vi sono dei vincoli ambientali e paesaggistici, in modo da essere consapevoli di possibili lunghe attese.

L’ultimo consiglio da darvi è quello di scegliere una casa che vi rappresenti. Se questo articolo vi è piaciuto e vi è stato utile, trovate la casa giusta per voi e non esitate a contattare i nostri professionisti. Buon acquisto!

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...