Come ottenere una detrazione fiscale per interventi di riqualificazione energetica

Immagine di anteprima per: Come ottenere una detrazione fiscale per interventi di riqualificazione energetica

Se state decidendo di effettuare degli interventi di riqualificazione energetica dovete assolutamente scoprire come ottenere una detrazione fiscale.

La detrazione fiscale consiste in una detrazione dell'Ires (imposta sul reddito delle società) o dell’Irpef (imposta sul reddito delle persone fisiche).

Questo tipo di benefici sono tuttavia concessi solo attraverso specifici requisiti che prevedono la trasformazione del livello energetico della vostra casa o azienda con forme sostenibili e meno inquinanti di energia.

Se siete intenzionati a fare una riqualificazione energetica nel vostro appartamento sarebbe bene prima consultare un esperto e chiedere un preventivo per elettricista, ciò vi darà modo di conoscere le varie possibilità e alternative che potete sfruttare per rendere la vostra abitazione in regola e a basso impatto ambientale.

In alternativa potete consulatare il vademecum dell’Agenzia delle Entrate dove sono illustrate minuziosamente tutte le agevolazioni possibili che potete ottenere facendo questa riqualificazione.

Non tutti i lavori rientrano nel bonus ambientale, bisogna fare quindi una precisazione dovuta e fondamentale.

Ad esempio la detrazione fiscale al 65% in modo specifico, per i costi dei lavori sostenuti da giugno 2013 a dicembre 2015, è elargita solo se le opere riguardano: la sostituzione dei climatizzatori invernali di vecchia generazione con impianti di classe A, la sistemazione di pannelli e sistemi a energia solare.

Infine la detrazione fiscale al 65% è elargita per tutti quei lavori che migliorano e riducono il fabbisogno di energia di una casa. Questo vuol dire che dovete scegliere sistemi che producono energia e riscaldamento da fonti naturali come l’energia solare.

foto: come ottenere una detrazione fiscale per interventi di riqualificazione energetica

Detrazione fiscale Irpef al 50% per interventi di riqualificazione energetica

Il bonus irpef del 50% sarà valido per tutto il 2016. Tale agevolazione si applica per gli interventi di riqualificazione energetica che prevedono una spesa massima di 96.000€ e successivi 10.000€ per l’acquisto di mobilio ed elettrodomestici di classe A+.

L’agevolazione fiscale al 50% sarà quindi la metà del tetto massimo di spesa; la metà della somma prevista si dovrà utilizzare per l’acquisto del mobilio.

Qui rientrano anche le spese per l’acquisto dei materiali anche se a fare i lavori non sarà una ditta specializzata ma decidete di farli per conto vostro.

La detrazione fiscale al 50% è prevista anche per i soli lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria.

Richiedere il bonus Irpef del 50% non implica particolari procedure burocratiche, vi basterà indicare i dati castali dell’immobile quando fate la dichiarazione dei redditi.

Consultare però un commercialista è la soluzione migliore per avere un quadro chiaro e non cadere nella possibilità di sbagliare le procedure.

Perché conviene usufruire delle agevolazioni fiscali

Se sentite il bisogno di risparmiare non fatevi ingannare da quei sistemi di riscaldamento e quegli elettrodomestici a basso costo, non sempre rispondono ai criteri di sostenibilità e basso consumo richiesti.

Usufruire delle agevolazioni fiscali conviene: anche se installare degli impianti è dispendioso il bonus per la riqualificazione energetica (con tetto massimo di 60.000€) vi offrirà una detrazione fiscale pari al 65%.

Questo vi permetterà di avere ad un prezzo vantaggioso acqua calda in abbondanza ed impianti sofisticati per riscaldamento e luce.

A tali tipologie di agevolazione potete accedere non solo se siete proprietari di case già esistenti ma anche se siete in affitto e non possedete la casa per cui volete ottenere la detrazione fiscale per interventi di riqualificazione energetica.

foto: perché conviene usufruire delle agevolazioni fiscali

Le opere di riqualificazione energetica che rientrano nella detrazione fiscale

Nei lavori di riqualificazione energetica rientrano anche gli interventi sugli involucri degli edifici con un valore massimo detraibile pari a 60.000€.

Questo tipo di opere di riqualificazione energetica riguardano principalmente coperture e pavimenti, pareti esterne, finestre ed infissi; quindi tutte quelle opere che tendono a isolare la casa come cappotti termici, la sostituzione d’infissi e serramenti con quelli di ultima generazione.

Questo tipo di ristrutturazioni contribuiscono al mantenimento del calore ed evitano la dispersione contribuendo molto sul risparmio energetico.

Prima di cominciare con la riqualificazione energetica ricordatevi di mettere a norma il vostro impianto elettrico.

Consultare un tecnico abilitato per la riqualificazione energetica conviene

Per avere le agevolazioni fiscali sopra descritte conviene sicuramente consultare un tecnico abilitato che saprà consigliarvi per il meglio e vi procurerà e consegnerà i documenti da presentare per accedere al fondo previsto per le agevolazioni.

Solitamente anche le imprese di costruzione o gli installatori d’impianti fotovoltaici sapranno consigliarvi qual è la scelta giusta.

Ottenuti gli sgravi fiscali necessari, la vostra abitazione sarà calda e ancora più comfortevole.

Ora che sapete come ottenere una detrazione fiscale per interventi di riqualificazione energetica non vi resta che contattare il vostro elettricista di fiducia e migliorare la vostra abitazione.

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...