6 consigli per migliorare l'isolamento termico delle finestre

Immagine di anteprima per: 6 consigli per migliorare l'isolamento termico delle finestre

Per avere una casa calda, e godersi il tepore domestico dopo una lunga giornata, bisogna garantire alla propria abitazione un buon isolamento termico.

Ridurre la dispersione del calore, oltre a riscaldare la casa, garantisce anche un ottimo risparmio energetico che si traduce in un taglio dei costi delle bollette.

Un buon isolamento termico garantisce non solo efficienza energetica, ma anche un buon isolamento acustico, che può tornare molto utile soprattutto nei condomini.

Si può aumentare il comfort abitativo della casa seguendo delle semplici linee guida che offrono un ventaglio molto ampio di soluzioni efficienti ed adattabili a qualsiasi necessità, sia da un punto di vista tecnico che economico, per ridurre le dispersioni termiche che aumentano notevolmente i costi.

Passiamo adesso ad analizzare i 6 consigli per migliorare l’isolamento termico delle finestre.

1. Studiate bene l’aerazione degli ambienti

Il primo dei 6 consigli per migliorare l’isolamento termico delle finestre è l’aerazione degli ambienti.

L'areazione regolare degli ambienti in casa è fondamentale per la salute di chi vi abita e per una buona manutenzione della struttura della casa. 

Se l'ambiente viene poco areato l'aria diventerà fitta di batteri e monossido di carbonio. Inoltre l'umidità che si viene a creare favorisce la formazione di muffe e l'indebolimento della struttura di casa. 

Meglio però effettuare questa operazione quando i caloriferi sono spenti. Per conservare meglio l’energia termica, è opportuno aerare le stanze nelle ore in cui l’impianto termico non è in funzione, come ad esempio alle prime ore del mattino e appena si rientra alla sera, prima di accendere l'impianto.

2. Chiudete tutto la sera

La sera non accontentatevi di chiudere soltabnto le finestre.

Serrate i balconi, abbassate le tapparelle e chiudete tutte le tende.

In questo modo, aumenterà in misura sensibile l’isolamento termico delle finestre e dunque il comfort all’interno della vostra abitazione.

casa ben isolata in montagna con neve

3. Scegliete con cura degli infissi delle finestre

L’efficienza energetica passa inevitabilmente per gli infissi delle finestre, che garantiscono un ottimo risparmio energetico isolando perfettamente la casa.

Avete 2 scelte a disposizione: installare nuovi infissi oppure isolare quelli già esistenti.

Se preferite sostituire gli infissi, dovrete tenere a mente due cose al momento della scelta: prezzi e materiali.

Gli infissi possono essere realizzati con i materiali classici, come pvc, legno ed alluminio, ma in alcuni casi possono essere anche uniti tra di loro dando vita a combinazioni molto apprezzabili non solo per l’isolamento termico, ma anche per l’estetica.

Per esempio alcuni infissi possono essere realizzati in alluminio per la parte esterna, ed in legno per la parte interna.

In questo modo l’infisso non avrà bisogno di particolare manutenzione contro l’azione corrosiva degli agenti atmosferici, e contemporaneamente avrà elevate capacità isolanti con un’estetica molto apprezzabile.

Per miglioreare l'solamento termico delle finestre, alcuni infissi possono avere al loro interno una camera d’aria capace di isolare la casa dalla temperatura esterna.

Relativamente agli infissi, prezzi e materiali la scelta può variare anche in base alla struttura architettonica della casa ed ai propri gusti estetici.

Si possono scegliere infissi con diverse finiture e colori, capaci di adattarsi all’ambiente circostante garantendo una buona estetica per la casa.

4. Optate per il vetri ad alto isolamento termico

Un materiale molto diffuso ultimamente per gli infissi è il vetro termico, un vetro molto spesso montato in più strati.

Il vetro termico, disponibile in doppio e triplo vetro, è consigliato anche per finestre con inerti a bassa conducibilità termica, scelta che permette di raggiungere una trasmittanza ottimale, caratterizzata da valori compresi tra 2 e 3 W/mqK.

Il coefficiente di trasmittanza termica è il valore che indica quanta energia disperde l’infisso attraverso la superficie: maggiore sarà questo valore e maggiore sarà la dispersione di calore.

I vetri basso emissivi sono dei vetri isolanti in grado di ridurre gli scambi termici con l’ambiente circostante, senza intaccare minimamente l’ingresso della luce negli ambienti della casa.

Si ottengono depositando sulla sua superficie uno strato di ossidi metallici, che riflette l’irraggiamento degli infrarossi termici garantendo la conservazione del calore all’interno dell’edificio e la riduzione degli scambi termici, migliorando le prestazioni di isolamento termico e di controllo solare.

I vetri basso emissivi quindi assicurano: efficienza energetica, risparmio energetico, ottimo isolamento dal freddo, riduzione dell’effetto condensa sulla superficie interna all’infisso ed un’illuminazione costante degli ambienti.

Particolarmente efficiente anche il vetro selettivo, che è in grado di filtrare i raggi solari riducendo la trasmissione del calore all’interno degli edifici.

Per ottenerli si applica sulla lastra un rivestimento metallico selettivo, che assicura un’ottima trasmissione luminosa controllando allo stesso tempo la diffusione del calore per irraggiamento. I vetri selettivi garantiscono isolamento termico, controllo del calore trasmesso dall’irradiazione solare, controllo della trasmissione luminosa e un notevole risparmio energetico.

5. Scegliete guarnizioni per porte e finestre di buona qualità

Le guarnizioni realizzate in gomme speciali sono un ottimo rimedio per riempire quei pertugi o quegli spazi che si vengono a creare tra vetro e profilati e tra telai e battenti degli infissi di porte e finestre.

Queste guarnizioni di gomma garantiscono una buona efficienza energetica e contrastano efficacemente ogni infiltrazione di acqua, vento ed umidità.

Le guarnizioni per porte e finestre, se sono assenti oppure completamente usurate e deteriorate, possono essere sostituite con modelli più recenti e moderni realizzati con materiali resistenti e maggiormente efficaci.

Anche le porte esterne possono incidere notevolmente sull’isolamento termico legato agli infissi. Da questo punto di vista le porte blindate rappresentano già degli isolanti, ma può essere utile scegliere quelle guarnizioni adatte a riempire gli spazi vuoti che si possono creare tra telaio e porta e tra porta e pavimento. Può essere molto indicato anche applicare guarnizioni, para-spifferi mobili o permanenti nelle parti inferiori delle porte che mettono in comunicazione con l’esterno.

I para-spifferi sono quei lunghi “serpentoni” di stoffa riempiti di sabbia, che si appoggiano ai bordi inferiori di porte e finestre per bloccare il passaggio dell’aria fredda. Oggi esistono para-spifferi più moderni, composti da due rulli di materiale isolante rivestiti in pvc. I cosiddetti para-spifferi intelligenti si infilano sotto le porte, ed i due rulli vengono posizionati uno all’interno ed uno all’esterno bloccando completamente gli spifferi. Restando incastrati sotto, i rulli si muovono insieme alla porta quando viene chiusa o quando viene aperta, senza necessità di spostarli ogni volta.

6. Coibentate i cassonetti delle tapparelle

Anche i cassonetti delle tapparelle possono essere un punto di elevata dispersione di calore, che invece si tende spesso a trascurare.

In tal caso è opportuno eseguire un lavoro di coibentazione dei cassonetti che assicura un notevole miglioramento del livello di isolamento termico della casa.

La coibentazione termica  si ottiene attraverso l’applicazione di uno strato di materiale isolante rigido e sagomato, con uno spessore non inferiore ai 3 cm.

La coibentazione va applicata a tutta la superficie del cassonetto per essere ancora più performante, garantendo una totale e completa aderenza dello strato isolante, utilizzando uno strato di adesivo alla parete di fondo del cassonetto, alla parete coprirullo interna ed alle pareti orizzontali.

La coibentazione termica dei cassonetti non è un lavoro particolarmente costoso, ma garantisce un notevole risparmio energetico con una riduzione sostanziosa della bolletta.

L’ultimo consiglio che vi do è quello di rivolgervi a diverse ditte specializzate per confrontare preventivi, sia per conoscere meglio gli infissi, prezzi e modelli più congeniali alle vostre esigenze e necessità, sia per capire che tipo di intervento eseguire per ottimizzare al massimo l’isolamento termico ed ottenere un buon risparmio energetico.

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...