Idee di design per il bagno: il camino

Immagine di anteprima per: Idee di design per il bagno: il camino

Una casa con personalità sa sorprendere ad ogni angolo di stanza. Ogni stagione, poi, accende nuove idee. Con l'inverno alle porte, basta ispirarsi al desiderio di luci, di calore e di piacevolezze domestiche per inventarsi una soluzione originale come un camino in una stanza alternativa. Perché non in bagno? Candele e profumi possono aiutare, ma per creare un'atmosfera in questo luogo di vasche di acqua calda e di pieno relax, l'idea funzionale ed estetica di un camino non solo è realizzabile, ma può contare su una serie di soluzioni diverse, adattabili alle nostre esigenze.

Il camino in bagno nobilita e reinventa la stanza, con le opzioni di solo design decorativo o di installazione che contribuisce al riscaldamento dell'ambiente. Senza dimenticare che con il fuoco non si scherza e che gli accorgimenti di prudenza sono validi sempre e ovunque. Se siamo pronti, dunque, ad installare e accudire il nostro camino in bagno, ecco alcune soluzioni e tipologie, tra le quali è possibile individuare la scelta più adatta.

Il camino tradizionale
 
via Pinterest

Forse non è frequente, ma è possibile avere un bagno già dotato di canna fumaria. In tal caso, è sufficiente inserire un vero e proprio camino classico e funzionante. Accendere il fuoco, spegnere la luce e godersi un'immersione nella vasca da privilegiati.

Il camino a bioetanolo
 
via Pinterest 

In mancanza di canna fumaria, si può facilmente installare ed utilizzare un biocamino. Alimentato dal bioetanolo, che è un combustibile organico, non comporta lavori invasivi di installazione, non produce fumi tossici, non richiede di preoccuparci dell'approvvigionamento di legna e lo si trova sul mercato in diversi modelli e prezzi. Garantisce atmosfera ma, anche se non disperde calore attraverso la canna fumaria, non riscalda quanto un camino tradizionale.

Il braciere
 
via Pinterest

Va detto, è più uno sfizio che una soluzione consigliabile a lungo termine. Può essere utilizzato occasionalmente, per godere del calore e del profumo della legna che arde, ma ha alcuni limiti nella gestione. Non richiede, infatti, canna fumaria e, per le sue ridotte dimensioni, è facilmente inseribile nell'ambiente, ma è indispensabile che la stanza sia ben arieggiata, che non ci siano oggetti infiammabili circostanti e che la superficie su cui è collocato sia sicura e stabile.

Il camino in disuso
 
via Pinterest 

In alcune case, soprattutto d'epoca, si possono trovare camini classici che sono stati chiusi, ma conservandone la struttura esterna. Il potere decorativo ed evocativo, infatti, rimane anche a fiamme spente. Che lo si lasci sguarnito o che si inseriscano elementi come tronchi di legna, lampade o candele, le linee del camino mantengono il loro fascino e danno un tocco design anche al bagno di casa.

Oltre alle tipologie diverse di camino, la carta design si può giocare anche attraverso la scelta del posizionamento del camino stesso. A quello tradizionale ad altezza di pavimento, si può preferire, se lo spazio lo consente, un camino a centro stanza, in modalità scultura. Può essere posizionato in alto sulla parete, fungere da elemento divisorio tra sanitari o diventare uno spazio costruito nel muro che mette in comunicazione, come una finestra, il bagno con la camera da letto. Può essere di piccole dimensioni, collocato in qualche punto strategico, o essere a parete, grande quanto una finestra. Ma la posizione ideale, che più valorizza il camino nella sua duplice funzione di arredo suggestivo e di fonte di calore, è indubbiamente accanto alla vasca da bagno.

 

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...