Come scegliere il miglior pavimento per il vostro terrazzo

Immagine di anteprima per: Pavimento per il vostro terrazzo: come sceglierlo

Se avete bisogno di un pavimento per il balcone o di un pavimento per il terrazzo, e non sapete quale materiale usare, siete arrivati nel posto giusto. Vi spiegherò quali sono i migliori pavimenti per terrazzi, come sceglierli e quali caratteristiche devono avere in base all’ambiente circostante ed al clima.

Per i pavimenti per esterni bisogna scegliere materiali che sappiano armonizzarsi con l’ambiente circostante ma anche con gli ambienti interni della casa. Come abbiamo detto si deve tenere conto anche delle condizioni atmosferiche: se nella vostra zona ricorrono spesso gelate e temperature molto basse, è indicato scegliere piastrelle da esterno con alta resistenza a temperature rigide. Nelle zone dove si verificano diversi precipitazioni durante l’anno la cosa migliore è invece scegliere piastrelle da esterno con basso assorbimento idrico.

Il terrazzo è una superficie che può essere semichiusa oppure completamente aperta, in entrambi i casi entra in contatto con gli agenti atmosferici, come pioggia, grandine, neve, vento e sole. 

Le pavimentazioni esterne indipendentemente dal materiale scelto devono avere due principali caratteristiche l'impermeabilità e l'idrorepellenza. Una buona pavimentazione funge da garanzia contro eventuali infiltrazioni che provocherebbero danni nella struttura e muffe. E' dunque opportuno scegliere un rivestimento adatto alle condizioni metereologiche, tenendo presente il budget che avete a disposizione.

La scelta delle piastrelle da esterno

A differenza dei pavimenti interni, i pavimenti esterni non possono essere scelti solo in base al proprio gusto estetico.  Il pavimento per il terrazzo deve essere innanzitutto impermeabile, in quanto deve impedire l’infiltrazione d'acqua ed umidità che può provocare la formazione della muffa. A tale scopo sono molto indicati materiali come la guaina ed altri prodotti che hanno capacità idrorepellenti.

Nella scelta delle piastrelle da esterno, prestate attenzione al loro coefficiente di scivolosità, che viene indicato con la lettera R, e al numero: numerose piastrelle assicurano una minor scivolosità.

Per quanto riguarda il colore è consigliabile uno chiaro, poiché riesce a respingere meglio i raggi del sole, evitando così il surriscaldamento della superficie. Pavimenti esterni dal colore chiaro inoltre consentono anche di non riscaldare eccessivamente l’ambiente interno. Ultimo fattore da considerare nella scelta è il peso che la terrazza o balcone può sopportare .

Riassumendo quindi i pavimenti esterni devono essere idrorepellenti, antiscivolo, capaci di limitare l’escursione termica e adeguarsi alla resistenza al peso del terrazzo .

Queste e altre caratteristiche come: la visibilità delle impronte e la resistenza alla flessione, vengono indicate anche con pittogrammi presenti sulle schede tecniche e sui cataloghi dei prodotti. E' dunque necessario durante una ristrutturazione ottenere tutte le informazioni necessarie per compiere una scelta ottimale; in questo, esperti del settore possono essere d'aiuto.

Richiedete dunque alla ditta a cui vi rivolgete per la posa delle piastrelle cataloghi e informazioni, fatevi indicare i parametri di riferimento in base alle normative europee (En) e a quelle ISO.

Queste sono le caratteristiche da tenere a mente per la scelta dei pavimenti per esterni, anche se la cosa migliore è rivolgersi ad una impresa edile specializzata, che saprà indicarvi il materiale migliore da utilizzare per le piastrelle da esterno. 

Pavimenti per esterni: quali materiali scegliere?

Dopo questa breve infarinatura possiamo analizzare più nello specifico quali sono i migliori pavimenti per terrazzi. Un pavimento spesso utilizzato per esterni è il gres porcellanato, vediamo quali sono le caratteristiche e i vantaggi di questo materiale.

 

pavimento esterno

Gres porcellanato per esterni: le caratteristiche

Il gres porcellanato per esterni ha delle caratteristiche tali che lo rendono uno dei materiali più usati per i pavimenti da esterno. Ha un’elevata resistenza all’abrasione, al gelo, ai graffi, agli urti e agli attacchi chimici. Per questa sua resistenza è molto utilizzata per i bordi piscina, per i percorsi pedonali e le aree pavimentate del giardino.

Il gres porcellanato presenta però diverse tipologie di finiture speciali. Con la finitura naturale la piastrella non subisce altre lavorazioni dopo la cottura, quindi si presenta non levigata né lucidata, riducendo ulteriormente il pericolo di scivolamento o caduta in caso in pioggia o di gelate.

C’è poi il gres porcellanato con finitura strutturata, ottimo contro la scivolosità. Il gres porcellanato a finitura bocciarda, garantisce un’ottima tenuta per i pavimenti da esterno, facendo bella figura anche esteticamente dal momento che conferisce alla piastrella una superficie rustica simile alla pietra grezza. Il gres a tutta massa mette in evidenza in superficie i colori che attraversano l’intera piastrella, quindi anche in caso di rottura, il danno estetico è relativo.

Il gres porcellanato può anche essere a doppio caricamento, ciò significa che nella fase di pressatura di impasti e polveri, con ulteriori caricamenti, si ottengono delle sfumature in grado di riprodurre l’effetto naturale dei marmi e delle pietre.

Infine ci sono le piastrelle rettificate: i bordi sono perfettamente squadrati, così si ottiene un effetto di continuità da un punto di vista estetico molto gradevole. Per la scelta tra le diverse varietà di gres porcellanato, è opportuno rivolgersi a ditte specializzate che sapranno darvi i giusti consigli.

Masselli autobloccanti: caratteristiche

Sia in ambito privato che pubblico i masselli autobloccanti sono diventati tra i pavimenti da esterni più utilizzati. I masselli autobloccanti sono blocchetti in calcestruzzo, in cotto o in pietra, appoggiati su un piano di posa esterno che sono incastrati tra di loro senza l’utilizzo di malta o colla. Dopo aver terminato la posa, viene gettata della sabbia che andrà nelle fessure tra i blocchi e renderà più stabile l’intera pavimentazione.

Questa tipologia di pavimentazione viene tipicamente usata nelle piazze, nelle strade e nei marciapiedi, ma anche nei vialetti privati delle abitazioni, nei cortili e nei garage, ma può essere anche impiegata per terrazzi che poggiano a terra e conferiranno un effetto dal design rustico molto gradevole. 

I masselli autobloccanti sono molto indicati poiché non si danneggiano e non si degradano facilmente, inoltre sono molto facili da pulire. Sono particolarmente amati anche dagli architetti, dal momento che sono molto versatili e si adattano alla realizzazione di forme diverse e alle combinazioni più variegate.

La posa dei masselli autobloccanti è molto semplice, e può essere effettuata sia su un terreno già preparato, oppure su un massetto realizzato in precedenza. I masselli autobloccanti sono anche molto pratici e funzionali: se un blocco dovesse rompersi o danneggiarsi, è sufficiente sostituirlo immediatamente. La posa può essere eseguita con l’aiuto di schemi preparatori, ma è sempre meglio rivolgersi a ditte edili specializzate per non fare errori di valutazione o di progettazione.

Gli altri materiali per le piastrelle da esterno

Tra gli altri materiali utilizzati per le piastrelle da esterno c’è la pietra, molto elegante e facile da pulire, anche se è abbastanza pesante. Sono molto indicati anche i pavimenti in legno realizzati in doghe, che oggi vengono realizzate con legno ecologico, larghe solitamente da 7 a 10 cm.

Ci sono poi le lastre, chiamate anche pavimento galleggiante, molto economiche, resistenti e facili da posare, poiché non bisogna preparare il sottofondo e sono facilmente removibili in caso di manutenzione. Da menzionare poi il cosiddetto pavimento da esterno a getto continuo, che viene realizzato in cemento impreziosito dall’utilizzo di altri materiali come il legno, il ferro, la pietra, il vetro o la terracotta. Questo particolare materiale per le piastrelle dà continuità tra esterno ed interno, garantendo un effetto ottico ed estetico molto piacevole, anche se è molto sensibile agli sbalzi di temperatura.

Ora sapete quali sono i migliori pavimenti per terrazzi, dovete solo scegliere quelli più indicati in base alle vostre esigenze ed alle condizioni metereologiche dove andrà effettuata la posa.

pavimentazione esterno

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...