I Pink Floyd in mostra a Roma

Immagine di anteprima per: I Pink Floyd in mostra a Roma

Una grande mostra dedicata ai Pink Floyd a cinquant’anni di distanza dai loro primi concerti italiani. Si intitola The Pink Floyd Exhibition e verrà inaugurata il 19 gennaio al Macro di Roma, dove sarà possibile visitarla fino al prossimo primo luglio. La mostra è stata ideata da Aubrey Po Powell di Hipgnosis, studio grafico noto anche e soprattutto per aver realizzato le copertine più famose della band, e sviluppata a stretto contatto con Nick Mason, che dei Pink Floyd è stato il batterista e che ha ricordato come al Piper, locale poco lontano dal Macro, si sia tenuto uno dei primi concerti italiani del gruppo inglese. Era appunto il 1968 e i Pink Floyd non erano ancora i best seller che sarebbero diventati con album come The Dark Side Of The Moon e concerti sempre più multimediali. Il percorso espositivo guida il visitatore seguendo un ordine cronologico, sempre accompagnato dalla musica e dalle voci dei componenti del gruppo: Syd Barrett, Roger Waters, Richard Wright, Nick Mason e David Gilmour. Uno dei momenti più emozionanti è l’ingresso nella Performance Zone, uno spazio audiovisivo immersivo che ricrea l’esecuzione di Comfortably Numb, uno dei brani più popolari, al Live 8 del 2005. Fu l’ultima esibizione dal vivo della band, che salvo clamorosi ripensamenti non dovrebbe più riunirsi, anche perché nel frattempo è stata colpita dalla scomparsa del tastierista Richard Wright (e ancora prima da quella di Syd Barret, il primo leader, che aveva lasciato il gruppo nel 1968). A Roma ci saranno strumenti musicali, scenografie dei concerti e memorabilia legati alle esibizioni italiane della band, su tutte il live a Pompei, immortalato in un film documentario del 1974, e il concerto tenuto a Venezia nel 1989, con il palco montato su un’enorme piattaforma galleggiante sulla laguna.

Tanti simboli della grandeur di un gruppo unico nel suo genere, insomma, tra cui un enorme ologramma con il prisma di The Dark Side Of The Moon (finito addirittura su un francobollo delle poste britanniche). Un appuntamento imperdibile per i fan dei Pink Floyd, ovviamente, ma anche per chi ama le arti figurative, il cinema e l’architettura. I biglietti sono già in vendita sulla piattaforma Vivaticket. 

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...