Sei già registrato?
Ti aiuta a trovare il professionista che fa al caso tuo! Scopri come funziona
Ti aiuta a trovare il professionista che fa al caso tuo! Scopri come funziona

Super Dia: il nuovo modello unico per tutto il territorio

Immagine di anteprima per: Super Dia: il nuovo modello unico per tutto il territorio

La Super DIa è un atto complesso che deve essere certificato e controfirmato da un professionista abilitato come un ingegnere edile, architetto, geometra, ecc. A questo poi deve essere allegata anche la documentazione richiesta, che illustri nel dettaglio quale intervento dovrà essere effettuato sull'immobile, sia esso in costruzione o da ristrutturare.

La Super Dia è il documento che deve essere presentato al suddetto sportello almeno 30 giorni prima di iniziare i valori di costruzione o ristrutturazione. 

Trascorso questo lasso di tempo il costruttore privato sarà sicuro dell'abilitazione che gli è stata data per realizzare l'opera proposta con la presentazione del progetto e, nello stesso tempo, il Comune non potrà più pronunciarsi per bloccare i lavori, salvo particolari infrazioni della legge contenute nel decreto.

Il costruttore o proprietario ha comunque tempo di dare avvio agli stessi lavori dopo 21 giorni ed entro un anno dalla presentazione della stessa. Sono 3 invece gli anni entro i quali gli stessi lavori dovranno essere completati.

La presentazione alla Pubblica Amministrazione della conformità di progetto da parte del geometra o altro professionista abilitato attesterà la fine dell'iter burocratico.

Potranno anche essere presentate delle proroghe, con relativa documentazione che attesti tale necessità, nel caso in cui non bastassero questi 3 anni.

Il nuovo modello unico che comprende anche tale documento, fondamentale per chi lavora nell'edilizia, si applica a quegli interventi elencati nell'art. 22 comma 3 del Decreto del Presidente della Repubblica n.380 del 6 giugno del 2001.

Foto: Super Dia ristrutturazioni edilizie

Quando la Super Dia deve essere presentata

La Supr DIa deve essere presentata quando devono essere effettuati interventi edilizi di nuova costruzione o anche nel caso di ristrutturazione di immobili anche di pubblica utilità, che siano oggetto di ristrutturazione urbanistica o di riqualificazione.

Tali immobili possono rientrare anche in piani edilizi da attuare con progetti che ne indichino la forma, il volume, e il tipo di costruzione, la tipologia, anche nel caso in cui siano approvati o in fase di ricognizione dallo stesso ente comunale.

Quando si tratta di importanti interventi di ristrutturazione che cambiano la planimetria, la destinazione d'uso, la tipologia e categoria dell'immobile.
nel caso di interventi urbanistici con un preciso piano volumetrico e di nuova costruzione

E' evidente che nel momento in cui si richiede la Super Dia e per la complessità dei documenti allegati che essa richiede, il costruttore o proprietario può esimersi dal presentare il permesso di costruire.

Nella domanda è indispensabile riportare anche i nominativi del direttore dei lavori e del progettista.

Le disposizioni del governo impongono per la presentazione obbligatoria della Super Dia e dei documenti allegati la duplice copia. 

Una di queste verrà tuttavia riconsegnata al proprietario che dovrà firmare tutti i fogli consegnati.

La validità della stessa è contestuale al timbro che apporrà l'uffico della Pubblica Amministrazione, dove sarà riportata la data in cui è stata presentata con relativo numero di protocollo.

La copia che verrà riconsegnata al costruttore proprietario deve essere messo a disposizione presso il cantiere dei lavori, in quanto attesta il permesso di procedere con la costruzione o ristrutturazione e potrà essere esibita nel caso di controlli.

2 I tuoi dati
3 Conferma
Confronta preventivi per un Geometra
I campi con l’asterisco * sono obbligatori
Più informazioni inserirai, più i preventivi che riceverai saranno accurati e puntuali.
2 I tuoi dati
3 Conferma
Completa i tuoi dati e crea la tua richiesta di preventivo.
Cliccando su "Ricevi codice di verifica", riceverai un SMS per confermare il tuo numero di telefono.
Se l'hai ricevuto entro 30 secondi, prova di nuovo.
Cliccando su Conferma dichiari di aver letto ed accettato termini e condizioni del servizio Fazland.

I documenti da allegare alla Super Dia

In vista proprio della semplificazione burocratica promossa dal Governo i documenti che andranno allegati alla Super Dia nell'edilizia sono i seguenti: 

- tutti permessi e le autorizzazioni che riguardano le norme igienico-sanitarie, quelle per la sicurezza dei locali, per le norme urbanistiche e per l'ambiente;

- il progetto esaustivo dell'opera da realizzare;

- l'anagrafica della ditta che eseguirà i lavori ivi inclusa l'iscrizione nei registri della Camera di Commercio, e la relazione sull'organico annuale medio.

- il documento che attesta di aver assolto a tutti gli obblighi verso gli enti previdenziali quali Inps, Inail e Cassa Edile;

La validità di tali documenti deve essere comprovata dalla firma di un professionista abilitato.

foto: modulo super dia

La Super Dia e le semplificazioni burocratiche

L'annuncio della Super DIA, ovvero il modello unico per la presentazione della documentazione all'avvio dei lavori era attesa da tempo, per semplificare e alleggerire l'iter burocratico a cui era sottoposto il mondo dell'edilizia, sia pubblica che privata (in media i giorni per poter avviare i lavori arrivavano a circa 175).

La stessa legge è contenuta nel famoso decreto Sblocca Italia e l'annucio di questa importante novità, che semplifica e standardizza i processi su tutto il territorio italiano, senza più differenze da comune a comune, è stato dato dal Governo il 9 luglio scorso.

Da questa data sono stati concessi 90 giorni di tempo perché i Comuni possano adeguare tutta la documentazione relative al modulo dia in modo omogeneo allo standard nazionale.

Anche la Conferenza Unificata delle Regioni avrà altrettanti 90 giorni di tempo per convalidare tutte le indicazioni che sono state riportate nel documento comune.

Finalmente quindi tutti i professionisti e chi lavora nel mondo dell'edilizia, si troveranno alleggeriti di molti oneri burocratici e anche in termini di denaro, per le lungaggini collegate allo stesso processo.

Si stima infatti che il risparmio a cui andrà incontro il settore sarà per solo 2015 di circa 4,4 miliardi di euro.

L'entrata in vigore del modello unico per la Super Dia

Gli operatori del settore si chiedono ora quali saranno i tempi di entrata in vigore del modello unico per la Super Dia.

Non dovrebbero esserci sorprese dell'ultima ora, come ha affermato il ministro Marianna Madia, nel senso che il testo sottoposto alla ratifica della Conferenza Unificata delle Regioni è solo una formalità, in quanto l'accordo è stato già formalizzato.

Il testo della Super Dia attende quindi ora di essere messo all'ordine del giorno ed essere approvato, in occasione della prima seduta utile. 

Il tutto fa pensare che sarà utilizzabile a patire dal mese di novembre 2015.

Il costo della Super Dia

A oggi è previsto il pagamento sotto forma di contribuito per la costruzione che viene definito dalla Regione di appartenenza, e quindi degli oneri legati alla costruzione stessa, che invece sono di competenza del comune dove vengono eseguiti i lavori.

E' evidente che tali importi, a dispetto del modello unico di Super Dia valido per tutto il territorio nazionale, non saranno uniformati per quanto riguarda i costi, per cui dovrete informarvi direttamente presso gli uffici della Pubblica Amministrazione locale.

La differenza tra Dia e Super Dia

La Dia, acronimo di Dichiarazione di Inizio Attività, in buona sostanza si differenzia dalla Super Dia per il tipo di interventi per cui deve essere presentata. 

foto: geometra super dia

Il modulo Dia infatti deve essere presentato al comune dove si avvia una costruzione o ristrutturazione edilizia ma senza che questi lavori apportino modifiche alla planimetria, alla destinazione d'uso o alla categoria edilizia dello stesso immobile.

In base a quanto detto sopra, la Super Dia invece si presenta nel caso di interventi edilizi molto più complessi e dove vengono cambiati i volumi, la planimetria, le unità immobiliari, ecc.

Naturalmente la presentazione della Dia rimane in vigore e non viene sostituita dalla Super Dia.

Il costo della Dia 

Per quanto riguarda il costo della Dia questo consiste nel pagamento di oneri relativi alla costruzione. E' il comune di riferimento che decide l'importo di tali oneri. 

Differenze tra Dia e SCIA

La SCIA, acronimo di Segnalazione Certificata d'Inizio di un'Attività, si riferisce in particolare ad alcune categorie economiche ed è un documento che permette di iniziare l'attività in modo immediato, senza scadenze e senza dover attendere l'accettazione da parte della Pubblica Amministrazione.

In altre parole quando si presenta la SCIA presso il Comune dove sarà ubicata l'attività commerciale, si adempie al diritto di autocertificazione, altrimenti detto dichiarazione sostitutiva di certificazione o atto di notorietà, per la quale si possono usare i moduli predisposti dall'Amministrazione locale.

Si presenta nei casi in cui bisogna apportare modifiche alla struttura dell'attività, ampliarla, o darle avvio con lavori di sistemazione, ma anche nei casi in cui si cambia la ragione sociale. 

La differenza quindi con la Dia è nei tempi, in quanto non bisogna attendere i 30 giorni oltre i quali il comune non può più intervenire per fermare i lavori e i 21 giorni per avviarli.

Tuttavia anche la SCIA potrebbe essere soggetta alla non accettazione o alla richiesta di ulteriori documenti per il perfezionamento, nel caso in cui il rappresentate del Comune ravvedesse i presupposti di una domanda incompleta.

La SCIA in ogni caso non ha neppure vincoli temporali di scadenza, a differenza della Super Dia, per esempio, dove i lavori devono essere terminati entro 3 anni o nei tempi dettati da ulteriori proroghe concesse dall'Amministrazione comunale.

La SCIA in nessun caso sostituisce la DIA, in quanto quest'ultima deve comunque essere presentata nel caso in cui siano eseguiti lavori che apportino modifiche importanti all'immobile.

Sanzioni penali per violazioni alla Super Dia

Il costruttore proprietario che presentasse la Super Dia e si trovasse in evidente violazione, andrebbe incontro alle sanzioni previste dall'articolo 44 del TUE (Testo Unico per l'Edilizia)
dove, tra i vari commi per l'inosservanza delle norme, è prevista un'ammenda di oltre 10 mila euro e l'arresto fino a 2 anni, più un ammenda che supera i 50 mila euro nel caso di esecuzione dei lavori difformi o del non rispetto di un'eventuale ordine di interruzione.

Una sanzione simile è prevista anche per le costruzioni effettuate su terreni con vincolo storico, paesaggistico, ambientale ecc, o quando si tratti di lavori abusivi.

In questi ultimi due casi si può arrivare, a seguito dell'istruzione e sentenza di un processo, al sequestro dei beni (terreni o costruzioni abusive), che passano di proprietà all'amministrazione comunale, la quale può disporne secondo la legge.

Le stesse o simili sanzioni non sono invece previste nel caso di violazioni in riferimento alla SCIA con permesso di costruire (in riferimento a quanto dice l'articolo 22 del TUE).

 

Lascia il tuo commento
Fazland
chiedi, confronta, risparmia
Fazland è un servizio che ti permette di ricevere e confrontare gratuitamente fino a 5 preventivi di professionisti di settori diversi, senza impegno, per risparmiare tempo e denaro.
Con Fazland saprai di aver fatto la scelta migliore per le tue esigenze!
Guarda il nostro Spot TV
Da oggi così si fa!
Trova idee e ispirazione sul nostro blog.
Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Se vuoi avere maggiori informazioni o negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie clicca qui. Premendo il tasto Accetto acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto