Homi 2018: la Top 6 di quello che ci è piaciuto di più

Immagine di anteprima per: Homi 2018: la Top 6 di quello che ci è piaciuto di più

Homi, il salone dedicato agli stili di vita, è considerato un appuntamento imperdibile per chiunque voglia cogliere sul nascere le macro-tendenze in fatto di casa, design, oggettistica e arredo. Non potevo mancare allora all’appuntamento con la fiera di gennaio, che ho potuto visitare nel giorno di apertura. Ma se la visita è stata piacevole, stimolante e a tratti addirittura emozionante, è invece piuttosto arduo ora tirare le somme e trovare un’univoca risposta all’annosa domanda: qual è lo ‘stile’ che contraddistinguerà il 2018?

Partiamo dal presupposto che percorrendo con curiosità gli undici padiglioni della fiera, ho subito in un’unica giornata il fascino del nuovo e del vecchio, del classico e dello sperimentale, della semplicità e delle arditezze, della bigiotteria e del lusso, dei colori forti e delle tinte più sfumate, del lavoro delle grandi firme così come di quello di produttori appena nati e sconosciuti. Cosa accomuna queste diverse fascinazioni? Non è facile rispondere.

Lungi da me l’idea di arrendermi, voglio proporvi allora alcune riflessioni generali, grandi punti fermi nel mare di emozioni contrastanti. La prima, una sorta di necessaria premessa, è che l’eccellenza delle nostre tradizioni italiane non sfigura, anzi brilla di una splendida luce propria accanto alle novità più recenti: vedi gli stand delle ceramiche siciliane, o quelli dei maestri vetrai muranesi. C’è da dire, d’altro canto, che la ricerca nell’ambito del design e delle creazioni artigianali contemporanee è viva, giovane e produce esiti ragguardevoli. Spesso c’è da rimanere davvero in silenziosa ammirazione di fronte al lavoro di realtà piccole in termini di storia e fatturato ma con grandi idee in fatto di forme e materiali.

Inoltre sono fermamente convinta – e quanto visto a Homi me ne dato in qualche modo conferma – che quando la sperimentazione non disdegna le origini e la tradizione, anzi le valorizza o trae da esse linfa vitale, allora si raggiungono gli esiti migliori. Penso alle forme del passato trasfigurate nell’incontro con la sensibilità di oggi, o alla riscoperta della bellezza nella semplicità. È il fascino della continuità tra passato, presente e futuro che, una volta conquistata la vista, ci conforta nel profondo. Bene anche le contaminazioni ‘trasversali’ e l’incontro tra diversi linguaggi: penso all’artigianato che incontra l’arte o al design in connubio con l’innovazione tecnologica.

Fatte queste semplici riflessioni, andiamo al sodo con una Top 6 delle cose che mi sono piaciute di più a Homi 2018. E se non bastasse, voglio invitarvi anche a sfogliare una foto-gallery ancor più ricca che abbiamo pubblicato su Facebook , dove potrete farmi conoscere le vostre opinioni.

L’arte incontra l’artigianato: Danber Italia di Carlo Berruti e Emanuela Berruti
Sono stati definiti produttori dell’Antiquariato del futuro. Una definizione che lascia trasparire non solo l’originalità del loro produzione ma anche la commistione di diversi linguaggi, tecnici e artistici, che ne è alla base. Dietro ogni oggetto d’arredo, davvero unico, confluiscono infatti la sapienza dei maestri artigiani, la rifinitura di grandi decoratori, la genialità dei designer e l’opera originale di artisti della pittura. Nel catalogo Danber troverete mobili, cassettiere, tavoli, divani, sedie, canapè, lampade, creazioni artistiche. Nei pezzi che ho avuto la fortuna di vedere nello stand allestito a Homi, sono rimasta colpita in particolare dalle cassettiere, per le suggestive curvature dei legni – una delle tecniche nelle quali si sono particolarmente specializzati – e per le opere che ci sono state dipinte sopra. Ma ho trovato splendido anche il divanetto Arpa, con testata in legno curvo ricoperto di foglie d’oro e tavolinetto incorporato, che si può muovere liberamente avvicinandolo o allontanandolo dalla nostra seduta. Italianissima (la sede è a Lissone) e attiva dal 1922, Danber lavora soprattutto con l’estero, ma meriterebbe certamente un’attenzione maggiore da parte del pubblico del suo Paese.

Non confondere la seta con gli stracci: l’esperienza tattile nello stand della CITA Consociazione Italiana Tappezzieri Arredatori
Con la diffusione spregiudicata di materiali artificiali di bassa qualità e stampati industriali, rischiamo di perdere l’orientamento nel vastissimo pianeta dell’arredo tessile. Ma a ricordarmi i fondamentali della qualità in fatto di fili e ordito è stata l’esperienza tattile promossa dalla CITA Consociazione Italiana Tappezzieri Arredatori, che letteralmente a occhi chiusi mi ha dato l’opportunità di toccare con mano tessuti di varia natura, mettendomi alla prova nel chiedermi di riconoscere i diversi materiali e soprattutto di distinguere ad esempio tra tinto in filo e un tinto in pezza, tra un ricamato e uno stampato, tra taffetà, seta e georgette, tra un velluto in cotone e un velluto in viscosa. Ebbene, è stata un’esperienza costruttiva e divertente, che mi ha anche aiutato a individuare i miei limiti e scoprire o riscoprire nuove fibre. Non potendovi restituire il senso del tatto, vi propongo nell’immagine che segue una delle tende esposte nello stand: un pacchetto steccato in velluto e seta realizzato da Lopresti Tendaggi di Comiso.

3) Semplice ma geniale: il verde in verticale
Una trama di verde (artificiale) in verticale, arrampicato su una parete bianca, che arredando dà colore allo spazio, e mette buonumore. È l’installazione Kido, frutto di un’idea, a nostro avviso geniale nella sua semplicità, dei designer Laura Pelosio e Giuseppe Bucco di Lineasette Ceramiche. I vasetti sono piccoli, possono essere acquistati singolarmente e eventualmente appoggiati anche in orizzontale, sopra un tavolo o su una libreria. Ad essere onesti, di quanto esposto da questa azienda, fondata nel 1977 a Marostica e completamente votata alla produzione artigianale di qualità, ci hanno colpito anche molti altre realizzazioni di gres porcellanato, dalle geishe alle bagnanti, dai coniglietti agli elefanti con la proboscide alzata.


 

4) Tra le grandi marche, vince Missoni (secondo noi)
Alzi la mano chi ancora non si è stancato della linea Missoni. Io no di certo, e ne ho avuto conferma non appena mi sono imbattuta nello stand del grande marchio. Semplice, raffinato, divertente, Missoni Home è coerente con se stesso ma nello stesso tempo ad ogni collezione nuovo e, lasciatemelo dire, di grande classe.

5) Per chi ama il calore del fuoco: il camino che arreda, senza canna fumaria
Non è una novità dell’azienda, perché è stato già presentato nel 2016, ma il modello Louvre di BioKamino continua a suscitare la nostra ammirazione. Per le caratteristiche di questo speciale tipo di camino – a bioetanolo, quindi facile da installare, non necessita di canna fumaria, non rilascia fumi o odori sgradevoli, non produce polvere, cenere o fuliggine e richiede pochissima manutenzione – ma anche perché questa forma certamente elegante che rievoca i colossi egiziani e la piramide di Parigi rievoca anche la tribalità di un falò acceso, attorno al quale disporsi numerosi per raccontarsi storie. L’azienda offe una vasta gamma di modelli, soprattutto a incasso, e tutti rigorosamente made in Italy.

6) La magnifica forma, ovvero il design contemporaneo a dialogo con il territorio
Quando l’artigianato d’eccellenza trae ispirazione dalla storia e dalla tradizione della regione su cui poggiano le sue radici allora non può che nascere ‘la magnifica forma’. Nella nona edizione di questo laboratorio sperimentale nato nell’ambito di Homi, aziende, artigiani, start up e designer del Lazio – questa la regione designata per l’edizione 2018 – hanno arredato uno degli stand più belli, con oggetti contemporanei ma legati in qualche modo nel gusto o nella forma all’arte dell’antica Etruria.

Lascia il tuo commento
Fazland
chiedi, confronta, risparmia
Fazland è un servizio che ti permette di ricevere e confrontare gratuitamente fino a 5 preventivi di professionisti di settori diversi, senza impegno, per risparmiare tempo e denaro.
Con Fazland saprai di aver fatto la scelta migliore per le tue esigenze!
Trova idee e ispirazione sul nostro blog.
Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Se vuoi avere maggiori informazioni o negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie clicca qui. Premendo il tasto Accetto acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto