Come migliorare la qualità dell’aria in casa

Immagine di anteprima per: Come migliorare la qualità dell’aria in casa

L’aria che respiriamo tutti i giorni non è solamente quella inquinata delle nostre città o, per chi è più fortunato, quella pulita della montagna o delle località di mare. Basti pensare a tutte le ore che passiamo in casa, se non altro durante la notte. Sostanze come biossido d’azoto, formaldeide e monossido di carbonio sono nocive per la nostra salute, tanto che una ricerca pubblicata sull’autorevole Lancet ha stabilito che l’inquinamento dell’aria che respiriamo nelle nostre case è il terzo fattore di rischio a livello mondiale, dopo nemici riconosciuti della salute come come la pressione alta e il fumo.

Tra le novità dell’ultimo Salone del Mobile – Design Week di Milano abbiamo scovato un prodotto innovativo come Clairy, un sistema di filtraggio basato sul principio della fitodepurazione: in pratica una pianta che agisce da filtro naturale per l’aria. Si tratta di un vaso smart realizzato in ceramica che amplifica le naturali proprietà delle piante per ripulire l’aria dalla presenza di agenti inquinanti.

Anche uno strumento più comune come il condizionatore, però, può essere utilizzato per migliorare la qualità dell’aria della nostra casa. Ecco quattro semplici suggerimenti per farlo:

  1. utilizzare la funzione deumidificatore in modo che l’umidità degli ambienti non superi il 40%
  2. mantenere puliti, e se del caso sostituire, i filtri del condizionatore. Attenzione: vale anche per quelli dell’auto, soprattutto per chi la usa per più ore al giorno
  3. mantenere, per quanto possibile, clima e umidità costanti, evitando gli sbalzi di temperatura
  4. scegliere un condizionatore di prima fascia: costa un po’ di più ma è in grado di bloccare inquinanti e allergeni
Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...