Sei già registrato?
Ti aiuta a trovare il professionista che fa al caso tuo! Scopri come funziona
Ti aiuta a trovare il professionista che fa al caso tuo! Scopri come funziona

Luce naturale: come risparmiare energia

Immagine di anteprima per: Come risparmiare energia sfruttando la luce naturale

Per ottenere notevoli sconti sulla bolletta elettrica e dare il vostro contributo alla salvaguardia del pianeta la parola d’ordine è una sola: risparmio energetico.

Ormai l’uomo sta raschiando il fondo del barile riducendo le materie prime, quindi le uniche soluzioni alternative sono le energie rinnovabili e riciclabili. Allora come risparmiare energia? Sfruttando la luce naturale.

L’energia elettrica oggi per noi è diventata di fondamentale importanza, al punto che non potremmo vivere senza. Negli ultimi anni, però, si stanno sviluppando diverse tecnologie a basso impatto ambientale, ecosostenibili e decisamente economiche, che puntano proprio sullo sfruttamento dell’energia solare e della luce naturale.

L’irraggiamento solare è la soluzione più conveniente ed “eco-green” per illuminare la casa, dall’illuminazione della mansarda a quella del salotto, da quella della cucina a quella della camera da letto fino al proprio studio di lavoro.

Addirittura è nata una scienza per illuminare la casa in modo intelligente sfruttando unicamente la luce solare e naturale, l’illuminotecnica.

Andiamo a scoprire cos’è questa tecnica innovativa e come risparmiare energia sfruttando la luce naturale.

luce naturale

Cos’è l’illuminotecnica e chi è il lighting designer

L’illuminotecnica è una nuova scienza che progetta la luce naturale in un appartamento cercando di ottimizzarla.

Le mode ed i tempi cambiano e l’illuminazione della casa deve avere caratteristiche non solo funzionali ma anche estetiche, di sicurezza ed espressive. Il controllo della luce naturale, la sua impostazione, il posizionamento in una stanza piuttosto che in un’altra a seconda delle ore del giorno sono tecniche che oggi non si improvvisano ma che vengono studiate con attenzione e senza lasciare nulla al caso.

Questo è il compito dell’illuminotecnica, scienza in continua evoluzione che progetta e piazza i punti luce in luoghi e momenti strategici della giornata per sfruttare la luce naturale.

E chi vi dice come risparmiare energia sfruttando la luce naturale? Il lighting designer, una nuova figura che si è imposta nei paesi anglosassoni e che ora si sta sviluppando anche in Italia nel mercato dell’edilizia e dell’energia.

Potremmo definirlo come l’”architetto della luce” e i suoi compiti fondamentali sono:

  • Garantire la migliore soluzione possibile ed efficiente
  • Offrire una soluzione estetica valida perfettamente inserita nel resto della casa
  • Rispettare l’ambiente circostante
  • Garantire il risparmio energetico.

Il lighting designer deve, quindi, soddisfare le esigenze estetiche e funzionali del cliente, per garantire un notevole risparmio sulla bolletta elettrica e offrire un progetto che sappia unire performance qualitative e tecnologiche.

Come avete potuto capire, è un mestiere che non si improvvisa, quindi se state pensando di sfruttare i vantaggi dell’illuminotecnica, vi consiglio di affidarvi ad un lighting designer esperto, affidabile e che abbia già eseguito lavori simili in altri appartamenti.

2 I tuoi dati
3 Conferma
Confronta preventivi per il Rifacimento dell'Impianto Elettrico
I campi con l’asterisco * sono obbligatori
Più informazioni inserirai, più i preventivi che riceverai saranno accurati e puntuali.
2 I tuoi dati
3 Conferma
Completa i tuoi dati e crea la tua richiesta di preventivo.
Cliccando su "Ricevi codice di verifica", riceverai un SMS per confermare il tuo numero di telefono.
Se l'hai ricevuto entro 30 secondi, prova di nuovo.
Cliccando su Conferma dichiari di aver letto ed accettato termini e condizioni del servizio Fazland.

Alcuni consigli per la strutturazione della casa

Come risparmiare energia sfruttando la luce naturale ve lo dirà il lighting designer, ma è opportuno conoscere alcune nozioni utili che vi permettono di sfruttare al meglio la luce naturale.

Concentrandoci sulle stanze, è opportuno sapere che la camera da letto va esposta alla luce dell’alba e il soggiorno va esposto al primo sole mattutino mentre la cucina e il salotto vanno esposti verso qualsiasi altro punto luce. Le dispense, invece, vanno posizionate nella zona d’ombra.

Ci sono alcuni edifici che, pur essendo posizionati in zone particolarmente soleggiate, non riescono a sfruttare la luce naturale a causata di un errato orientamento o per particolari aspetti dell’ambiente locale.

Un buon consiglio è quello di utilizzare una pavimentazione chiara sotto le finestre, dipingendo le pareti esterne con colori molto tenui e soffici, potando e tenendo bassi alberi e rampicanti, se ne avete.

È  importante, poi, aumentare il riverbero solare anche all’interno delle stanze, per illuminare la casa naturalmente e dare anche un maggiore senso di spaziosità degli ambienti. Occhio in particolare agli specchi, che possono contribuire ad aumentare la luminosità della stanza riflettendo la luce.

Altra accortezza da tenere a mente, oltre che essere una buona norma igienica, è quella di tenere sempre puliti i vetri di finestre e balconi e aprire completamente le tende permettendo alla luce naturale di entrare senza ostacoli.

Nel caso in cui stiate ristrutturando casa, sappiate che è decisamente più opportuno allargare le finestre in altezza piuttosto che in larghezza, poiché in questo modo conquisterete una porzione maggiore di cielo e, di conseguenza, di luce naturale.

Infine, per catturare quanta più luce solare possibile in inverno e proteggersi allo stesso tempo dal calore del sole estivo, una buona soluzione è quella di far crescere alberi decidui, rampicanti e cespugli nei pressi delle finestre del lato soleggiato della casa.

Inoltre bisognerà scegliere una direzionalità obliqua della luce, per non appiattire i volumi e per garantire un’illuminazione interna uniforme di tutte le stanze e le superfici. In questo modo si eviteranno i cosiddetti fenomeni di abbagliamento nelle direzioni di visuale, che disturbano la visione.

Questi sono solo alcuni dei consigli per la strutturazione della casa che possono darvi maggiori informazioni sull’argomento ma ovviamente per una resa perfetta dell’illuminotecnica vi suggerisco di consultare uno studio professionale di architetti, che saprà darvi i giusti consigli per sfruttare al meglio la luce naturale per illuminare la casa, facendo felice anche il portafoglio.

Come ultima cosa, bisogna sapere che i riferimenti normativi riguardanti la fonometria e l’illuminotecnica sono emessi da 3 organismi:  

  • la Commission Internationale de l'Eclairage (CIE) a livello internazionale
  • l'European Committee for Standardization (CEN) in Europa
  • l'Ente Nazionale Italiano di Unificazione (UNI) ed il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) in Italia.

Per agire rispettando le leggi e le normative italiane ed europee, è consigliabile, quindi, avere al proprio fianco esperti e professionisti del settore che vi sappiano indicare come muovervi.

cucina chiara

Le lampade con sensore crepuscolare

Avete mai sentito parlare delle lampade con sensore crepuscolare? Sono un ottimo sistema per risparmiare energia sfruttando la luce naturale.

Si tratta di una componente elettronica che attiva automaticamente un circuito di illuminazione quando lentamente scompare la luce solare.

Per questo motivo, le lampade crepuscolari sono particolarmente utili per illuminare strade, scale, cortili e giardini al calar del sole. Il loro uso, infatti, permette un notevole risparmio energetico ed è molto comodo poiché, autoregolandosi con la luce solare, non necessita neanche di una programmazione giornaliera.

Per poter usufruire di una potenza elettronica maggiore, poi, il dispositivo realizzato con lampade con sensore crepuscolare deve essere dotato di altri strumenti, come teleruttori o relè.

Questo innovativo sistema di illuminazione solare è dotato di una fotoresistenza, che ha il compito di rilevare la quantità di luce che illumina un ambiente. Il circuito elettrico, quindi, si chiuderà o si aprirà fornendo la giusta tensione al sistema di illuminazione esterno.

Sostanzialmente l’utilizzo è simile a quello di una normale lampadina, con la differenza che non c’è bisogno dell’interruttore poiché questa particolare lampada si accende in automatico al tramonto per poi spegnersi direttamente alle prime luci dell’alba.

Sul mercato sono presenti diversi modelli e forme di lampade con sensore crepuscolare che possono adattarsi alle vostre esigenze.

Risulta opportuno quindi contattare una ditta che si occupa di impianti elettrici e di illuminazione, che saprà indicarvi la soluzione giusta per voi in base alle vostre abitudini.

Lascia il tuo commento
Fazland
chiedi, confronta, risparmia
Fazland è un servizio che ti permette di ricevere e confrontare gratuitamente fino a 5 preventivi di professionisti di settori diversi, senza impegno, per risparmiare tempo e denaro.
Con Fazland saprai di aver fatto la scelta migliore per le tue esigenze!
Guarda il nostro Spot TV
Da oggi così si fa!
Confronta preventivi gratis per:
Trova idee e ispirazione sul nostro blog.
Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Se vuoi avere maggiori informazioni o negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie clicca qui. Premendo il tasto Accetto acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto