Qual è la caldaia giusta per te? Ecco un confronto tra le diverse tipologie

Immagine di anteprima per: Qual è la caldaia giusta per te? Ecco un confronto tra le diverse tipologie

Scegliere la caldaia giusta per la propria casa non è un’impresa facile, bisogna considerare e valutare un gran numero di fattori, di circostanze e di aspetti.

Il fabbisogno di calore per il riscaldamento della casa è il primo aspetto da considerare. Se la casa è piccola si rischia di aver un surplus di riscaldamento, viceversa se la casa è grande si rischia di avere un deficit di riscaldamento.

Il calcolo esatto del massimo fabbisogno di calore deve tener conto di determinati fattori, come la trasmittanza termica dei materiali utilizzati per la costruzione dell’edificio (infissi, termointonaco, schermature solari, eventuale cappotto termico, pannelli isolanti e così via). Un calcolo approssimativo del fabbisogno di calore si può ottenere tramite la seguente formula, che sfrutta solo la superficie abitabile da riscaldare:

Fabbisogno di calore = potenza della caldaia in kW =superficie da riscaldare (in metri) x fabbisogno di calore specifico (kW/m² ).

Si tratta solo di una formula approssimativa, per avere un calcolo più preciso è consigliabile rivolgersi ad una ditta esperta di installazione di impianti di riscaldamento, che saprà anche darti consigli sul modello più indicato in base alle tue esigenze e necessità.

Ti stai chiedendo qual è la caldaia giusta per te? Ecco un confronto tra le diverse tipologie.

Pompa di calore

foto: pompa di calore

Qual è la caldaia giusta per te? Innanzitutto è opportuno chiedere l’intervento di una ditta specializzata o di un termoidraulico, che dopo un sopralluogo può consigliarti la soluzione migliore.

La nostra carrellata degli impianti di riscaldamento parte con la pompa di calore, che ha un principio di funzionamento semplice ed efficace. Per capire il suo funzionamento basta pensare al frigorifero, ma con un procedimento inverso. Il frigorifero estrae il calore dall’interno e lo espelle all’esterno; la pompa di calore estrae il calore da una fonte naturale, come terra, acqua o aria, e lo trasporta all’interno dell’abitazione ad una temperatura adeguata.

La scelta della pompa di calore è anche fortemente ecosostenibile, poiché riduce i consumi di energia e le emissioni di CO2. L’installazione di una pompa di calore è consigliabile nelle abitazioni nuove, con impianti a radiatori o impianti a pavimento a bassa temperatura. La pompa di calore può utilizzare quattro fonti di energia:

  • Aria: la migliore da un punto di vista qualità/prezzo, ma bisogna valutare l’efficacia in zone particolarmente fredde e le emissioni acustiche generate dal movimento dell’aria
  • Terreno: questo sistema prevede il prelievo del calore dal sottosuolo, che richiede una superficie libera per la posa delle sonde
  • Acqua: tale sistema preleva l’acqua da falde o pozzi, soluzione ideale se l’acqua è disponibile a poca profondità. Da valutare le autorizzazioni necessarie ed i regolamenti vigenti
  • Calore di scarto: tale impianto utilizza il calore residuo da altri processi.

Caldaia a legna

foto: caldaia a legna

La caldaia a legna è la soluzione ideale per chi può procurarsi questo materiale in modo autonomo, sfruttando per esempio le aree boschive locali, ma sempre nel pieno rispetto delle normative. La legna deve essere asciutta e conservata in un luogo non troppo umido.

Se optate per una caldaia a legna, valutate se avete un posto abbastanza grande che non sia umido per conservare la legna. Esistono caldaie a ciocchi di legna per abitazioni monofamiliari, abitazioni bifamiliari, condomini ed aziende.

Stufa a pellet

foto: stufa a pellet

La stufa a pellet è una forma di riscaldamento che utilizza combustibile solido ottenuto attraverso un processo industriale di trasformazione che usa scarti di lavorazione come trucioli di legno o segatura.

È un combustibile ecologico ed economico, in quanto il pellet è una risorsa rinnovabile derivante da scarti di lavorazione e da materiali come il legno. Il suo utilizzo risolve il problema dello smaltimento dei sottoprodotti delle lavorazioni: dai rifiuti dell’agricoltura all’industria di lavorazione del legno, dalla potatura alla pulizia dei boschi, ecc.

Il pellet è tra i combustibili più economici presenti sul mercato, è facile da conservare e da trasportare. L’unico neo è rappresentato dal suo impianto, che è piuttosto complesso. Per questo motivo per realizzare ed installare una stufa a pellet è opportuno rivolgersi ad una ditta specializzata nell’installazione di caldaie.

Caldaia a condensazione

foto: caldaia a condensazione

La caldaia a condensazione è in grado di ottimizzare i consumi, poiché riesce a recuperare e a sfruttare anche il vapore acqueo ed il calore dei fumi generati dalla combustione (gpl, metano, gasolio).

La caldaia a condensazione costa molto di più rispetto ad una caldaia tradizionale, in alcuni casi anche il doppio, ma il costo viene ammortizzato nel tempo grazie a notevoli risparmi energetici. Le caldaie a condensazione hanno delle ottime prestazioni a temperature basse, quindi è consigliabile se i termosifoni sono regolati in modo da non risultare eccessivamente caldi.

Caldaia a gas

foto: caldaia a gas

La caldaia sostanzialmente gestisce due circuiti: uno idraulico e uno a gas. Prende il gas dalla rete, lo brucia e poi tramite la sua combustione l’acqua viene riscaldata e quindi pompata alle tubazioni domestiche.

Il gas combusto viene espulso tramite una canna fumaria, alcune delle quali sono dotate di un elettroventilatore che spinge il tubo verso l’esterno a circa 2,5 metri sopra il terminale di scarico, affinché i fumi non danneggino chi abita nei dintorni. Questa tipologia di caldaia è detta a tiraggio forzato. Il passaggio del gas attraverso la caldaia è garantito da una valvola del gas, posta tra il contatore e la caldaia. È un dispositivo elettrico che garantisce la sicurezza e la gestione del flusso del gas, tramite l’otturatore di regolazione.

Si attiva il flusso del gas nel momento in cui la centralina invia l’impulso elettrico quando viene richiesto il gas.

Riscaldamento a pavimento

foto: riscaldamento a pavimento

Il riscaldamento a pavimento, detto anche “sistema a pannelli radianti”, è composto da una serie di tubazioni poste sotto al pavimento, che sono in grado di irradiare calore in tutto l’ambiente circostante dal basso verso l’alto in modo assolutamente uniforme. Si può optare per un impianto a riscaldamento a pavimento ad acqua oppure elettrico in base alla fonte che sfrutta. Il riscaldamento a pavimento ottimizza la distribuzione del calore grazie al principio di propagazione del calore per irraggiamento. Facendo un confronto con i termosifoni tradizioni il riscaldamento a pavimento è più economico relativamente ai consumi, al comfort abitativo e all’efficienza, ma presenta dei costi di installazione decisamente alti.

Il riscaldamento a pavimento è molto indicato per la moquette, che si mantiene asciutta e priva di umidità; diversamente potrebbe presentare qualche problema per il parquet che rischia di sollevarsi.

Caldaia elettrica

foto: caldaia elettrica

Tra le possibili alternative sul mercato per il riscaldamento c’è la caldaia elettrica, che si può installare in qualsiasi tipo di impianto.

La caldaia elettrica è un dispositivo che riscalda il fluido termovettore di un impianto termico sfruttando la trasformazione integrale dell’energia elettrica in calore. Le caldaie elettriche non richiedono particolari opere murarie e possono essere utilizzate sia in ambito industriale che residenziale. I vantaggi della caldaia elettrica possono essere così riassunti:

  • Nessun vincolo per l’installazione
  • Assenza di canne fumarie
  • Nessuna emissione inquinante
  • Assenza di fori per ventilazione ed areazione
  • Esenzione dalle verifiche periodiche
  • Funzionamento silenzioso
  • Costi iniziali contenuti
  • Costi di manutenzione contenuti

Possono sorgere alcuni problemi relativi ai livelli di potenza richiesti e alla provenienza dell’energia elettrica utilizzata.

Ora sai qual è la caldaia giusta per te? Alla luce di questo elenco avrai sicuramente un quadro più chiaro, ma per approfondire ulteriormente questo argomento e per avere consigli pratici ti consiglio di contattare una ditta esperta e specializzata nell’installazione di caldaie, che può suggerirti anche il modello più indicato in base alla struttura dell’abitazione e all’utilizzo.

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...