Sei già registrato?
Ti aiuta a trovare il professionista che fa al caso tuo! Scopri come funziona
Ti aiuta a trovare il professionista che fa al caso tuo! Scopri come funziona

Quanta energia si risparmia a sostituire i vetri di finestre?

Immagine di anteprima per: Quanta energia si risparmia a sostituire i vetri di finestre?

La sostituzione di vetri e finestre può essere una valida soluzione se state pensando di cambiare il look della vostra casa per donarle un aspetto più fresco e moderno.

Questa operazione, però, non ha solo una funzione estetica ma porta anche notevoli agevolazioni fiscali relativamente al risparmio energetico. Nel periodo invernale, ad esempio, capita spesso che si verifichi uno spreco di energia elettrica in quanto parte del calore emanato per riscaldare gli ambienti si disperde.

L’energia che serve per riscaldare un edificio, infatti, si disperde soprattutto dalle pareti, dal tetto, dalle finestre e, anche se in parte minore, dalla caldaia.

Per risolvere questo problema si può migliorare l’isolamento degli ambienti. Come? Bisogna innanzitutto migliorare la coibentazione dell’edificio(una tecnica per isolare due sistemi aventi differenti condizioni ambientali, in modo che non scambino calore o vibrazioni sonore tra di loro), installare finestre con vetri selettivi e doppi vetri e montare infissi con telai ad alta prestazione (come legno, alluminio a taglio termico, pvc) capaci di ridurre le infiltrazioni di aria fredda dall’esterno.

La coibentazione, poi, oltre a garantire risparmio energetico e ridurre la dispersione di calore, garantisce anche isolamento termico, acustico o termoacustico.

Entriamo più nel dettaglio e scopriamo quanta energia si risparmia a sostituire i vetri di finestre.

sostituzione vetri

Agevolazioni fiscali per il risparmio energetico

Fino a una ventina di anni fa gli edifici venivano costruiti senza dare grande peso agli infissi, ai serramenti e alle finestre con vetro singolo. Infatti, il problema energetico non era particolarmente sentito.

Oggi, invece, si è capito che ridurre la dispersione di calore porta a notevoli vantaggi dal punto di vista economico grazie alle agevolazioni fiscali sul risparmio energetico e all’isolamento acustico dell’ambiente.

Il prezzo dell’energia è aumentato notevolmente e le spese hanno iniziato ad incidere pesantemente sull’economia e sul bilancio delle famiglie. Da qui la necessità di effettuare una sostituzione di vetri e finestre per usufruire di notevoli vantaggi economici.

Per capire quanta energia si risparmia a sostituire i vetri di finestre e rendere la situazione più chiara facciamo un esempio pratico: prendiamo una casa di 100 mq in una tipica città del Nord Italia abbastanza fredda in inverno e dotata di infissi a vetro singolo con il telaio in legno.

Secondo le norme architettoniche, la superficie vetrata deve essere almeno 1/8 di quella calpestabile, quindi possiamo ipotizzare che le finestre abbiano un estensione pari a 12,5 mq. Facendo riferimento unicamente al periodo invernale, un infisso con vetro singolo dotato di telaio in legno corrisponde a una trasmittanza di circa 5 W/mq*K.

Vediamo nello specifico quanta energia si risparmia: se sostituiamo l’infisso con un doppio vetro 4-9-4 (i numeri stanno ad indicare lo spessore in millimetri del primo vetro, dell’intercapedine e del secondo vetro), si avrà una trasmittanza pari a 2,8 W/mq*K, con un risparmio di 1389 kWh, equivalenti a a 140 Nm3 di metano.

Il costo del metano, poi, è pari circa a 0,88€/Nm3, quindi si ottiene un risparmio di 120 euro all’anno.

Questa tipologia di infissi costa circa 200 euro a metro quadro, che moltiplicati per 12,5 metri quadri danno un costo totale di 2.500 euro.

Le agevolazioni fiscali sul risparmio energetico vi permettono di essere rimborsati del 55% sul costo dell’intervento totale, quindi l’investimento rientrerà nel giro di 10 anni. Dato che si presume che le finestre e gli infissi abbiano una vita superiore di 10 anni, questo si tramuta in un guadagno economico nel momento in cui si è rientrati definitivamente della cifra spesa.

Per ottenere un risparmio energetico effettivo e godere delle agevolazioni fiscali dovete consultare una ditta esperta nella progettazione e nell’installazione di finestre ed infissi, che vi suggerirà la soluzione migliore per voi. Un tecnico esperto in materia, come un rappresentante fiscale o un commercialista, potrà, inoltre, spiegarvi l’iter burocratico per accedere alle detrazioni fiscali.

sostituzione vetri e risparmio energetico

Finestre isolanti: caratteristiche e vantaggi

Le finestre isolanti possono garantire un notevole risparmio energetico, apportando grandi vantaggi sull’isolamento acustico e termico. Hanno, però, un costo abbastanza alto, quindi consultandovi con un architetto fatevi dare il consiglio giusto per sapere se sono la soluzione migliore per voi e per la vostra abitazione.

Le finestre isolanti vanno montate quando sono realmente necessarie ma, a dispetto dei costi elevati per l’installazione, garantiscono un risparmio in centinaia, se non migliaia, di euro tagliando i costi di riscaldamento in inverno e dei condizionatori in estate.

Le finestre isolanti, quindi, oltre ad un adeguato isolamento climatico ed acustico, ottimizzano le prestazioni energetiche migliorando anche il benessere e l’abitabilità della casa.

Nello specifico le finestre isolanti di nuova generazione devono avere le seguenti caratteristiche:

  • Capacità fonoisolanti
  • Controllo della condensa
  • Robustezza e buona tenuta
  • Sicurezza
  • Doppi vetri
  • Resistenza all’aggressione di agenti chimici ed all’usura del tempo
  • Impermeabilità all’acqua.
2 I tuoi dati
3 Conferma
Confronta preventivi per la Sostituzione dei Serramenti
I campi con l’asterisco * sono obbligatori
Più informazioni inserirai, più i preventivi che riceverai saranno accurati e puntuali.
2 I tuoi dati
3 Conferma
Completa i tuoi dati e crea la tua richiesta di preventivo.
Cliccando su "Ricevi codice di verifica", riceverai un SMS per confermare il tuo numero di telefono.
Se l'hai ricevuto entro 30 secondi, prova di nuovo.
Cliccando su Conferma dichiari di aver letto ed accettato termini e condizioni del servizio Fazland.

È possibile sostituire solo le finestre senza installare infissi a risparmio energetico?

Se volete sostituire soltanto i vetri delle finestre, senza installare infissi a risparmio energetico, la soluzione migliore è rappresentata dalla vetrocamera,  doppi vetri che hanno al loro interno una specie di camera d’aria da riempire magari con l’argon o il kripton, cioè con gas nobili con notevoli proprietà di isolamento termico.

In alternativa potete optare per un semplice vetro temperato, più spesso di quello normale ed in alcuni casi composto a strati, che garantisce un maggior isolamento termico ed evita appannamenti ed infiltrazioni di aria e di umidità.

In linea di massima, però, come vi suggeriranno nella maggior parte dei casi anche ditte di installazione di finestre e serramenti, è meglio sostituire sia i vetri che gli infissi. Gli infissi a risparmio energetico di ultima generazione, infatti, sono dotati di grandi proprietà di isolamento termico, essendo composti da appositi materiali come il pvc, il legno o l’alluminio.

Parlate con un professionista del settore per capire quale materiale scegliere per i vostri infissi, in base al vostro appartamento ma anche al clima.

Per una perfetta coibentazione della finestra, poi, è opportuno acquistare delle guarnizioni in gomma, che possono agire come paraspifferi e bloccare le infiltrazioni di acqua o di aria fredda.

È opportuno ricordare che per un corretto isolamento termico delle finestre e degli infissi, oltre alla coibentazione della casa, bisogna tenere sotto controllo i cassonetti delle tapparelle che sono a stretto contatto con l’esterno. All’interno del cassonetto, infatti, non devono esserci fessure al fine di evitare il passaggio di fastidiosi spifferi.

finestre con guarnizioni

Infissi a taglio termico ed infissi a giunto aperto

Quanta energia si risparmia a sostituire i vetri di finestre? Per poter rispondere a questa domanda dobbiamo capire il funzionamento degli infissi a taglio termico e degli infissi a giunto aperto, che servono soprattutto a bloccare le infiltrazioni di acqua e di aria fredda.

Negli infissi a giunto aperto l’acqua che penetra all’interno viene drenata tramite fori di scarico grazie ad un particolare fenomeno di equilibrio della pressione interna al profilato con quella esterna.

Gli infissi a taglio termico, invece, sono basati sul principio dell’interruzione della continuità del metallo attraverso l’inserimento di un opportuno materiale a bassa conducibilità termica in corrispondenza di una camera interna al profilato. In genere si inietta una schiuma poliuretanica all’interno del profilato estruso, dopodiché bisogna provvedere alla successiva asportazione meccanica di strisce dell’estruso.

Per scegliere la soluzione più adatta alle vostre esigenze e alle caratteristiche della vostra casa può essere molto utile consultare una ditta esperta nella progettazione e nell’installazione di finestre, infissi e serramenti.

Lascia il tuo commento
Fazland
chiedi, confronta, risparmia
Fazland è un servizio che ti permette di ricevere e confrontare gratuitamente fino a 5 preventivi di professionisti di settori diversi, senza impegno, per risparmiare tempo e denaro.
Con Fazland saprai di aver fatto la scelta migliore per le tue esigenze!
Guarda il nostro Spot TV
Da oggi così si fa!
Confronta preventivi gratis per:
Trova idee e ispirazione sul nostro blog.
Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Se vuoi avere maggiori informazioni o negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie clicca qui. Premendo il tasto Accetto acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto