Sei già registrato?
È la soluzione giusta per trovare nuovi clienti, qualunque sia il tuo settore! Scopri come funziona
È la soluzione giusta per trovare nuovi clienti, qualunque sia il tuo settore! Scopri come funziona

7 trucchi semplici ed efficaci per fare una buona impressione telefonica ad un cliente

Immagine di anteprima per: Impressione Telefonica: 7 trucchi per convincere i clienti

Avete ricevuto una richiesta di preventivo. Il cliente ha lasciato un messaggio in segreteria, una email o avete acquistato il contatto telefonico su Fazland. Fare una buona impressione vuol dire giocarsi al meglio le carte.

Prima di telefonare

1. Quale risultato volete ottenere dalla telefonata?

“Se non si sa in che porto si vuole andare, nessun vento sarà favorevole” diceva Seneca. Cosa volete ottenere dalla telefonata? Volete comunicare un preventivo? Fare un sopralluogo? Avere solo maggiori informazioni per elborare un preventivo con calma? Qualsiasi risposta diate, fatevi queste domande. Vi renderà più sicuri di voi mentre parlerete, perchè sapete dove state mirando e la vostra azienda ne trarrà vantaggio.

2. Scegliete bene l’ambiente

Se doveste telefonare alla donna della vostra vita che avete incontrato di sfuggita, le telefonereste mentre siete in coda alle poste? Pur con tutte le debite proporzioni, scegliete un posto silenzioso (anche la vostra macchina), dove potete parlare in modo chiaro e se necessario potete alzare la voce (“Scusi non sento può ripetere?” “Più forte, non sento!”). Scegliete un momento della giornata dove non avete fretta e se necessario potete scambiare due chiacchiere in modo cordiale.

7 trucchi semplici ed efficaci per fare una buona impressione telefonica ad un cliente

3. Siate preparati

Gli esami non finiscono mai! Scuola a parte, chi è andato all’esame di teoria per la patente senza essersi preparato almeno un poco? Quando le cose interessano, ci si prepara! Date un occhio alla vostra agenda per sapere quando sarete liberi, rileggete o riascoltate i dettagli della richiesta del cliente e appuntatevi a mente eventuali domande, pensate ad interventi simili che avete svolto in precedenza. Utilizzare una referenza passata per spiegare che avete dimestichezza con quel lavoro è un’arma molto potente.

Durante la telefonata

4. La cortesia, per iniziare bene!

Il cliente ha sempre ragione, eccetto quando ha torto! Tuttavia, merita sempre di essere trattato in modo educato. In prima battuta è buona cosa presentarsi, indicando per quale ditta lavorate e (importantissimo) come avete avuto il loro numero. In base alla risposta valutate se convenga chiedere se è un momento opportuno per chiamare, o se preferissero poter essere richiamati in un secondo momento. È buona regola dare del lei pur senza esagerare con i formalismi. Passato il primo ostacolo della presentazione, siete nel vostro campo di gioco preferito, ora è in discesa!

5. Siate un eccellente venditore

Sapete qual è la differenza tra un venditore e un eccellente venditore? Uno parla troppo, l’altro fa domande e ascolta. I migliori venditori chiedono, chiedono e chiedono. Sapete perchè? Perchè vogliono capire cosa vuole il cliente. Soddisfare un cliente è un arte che oggi è necessità. I migliori affari sono situazioni che creano un beneficio per chi vende e chi acquista. Chi acquista ha un’esigenza, un bisogno e vuole qualcuno che lo aiuti. Se non sapete nel dettaglio cosa cerca, non saprete come aiutarlo. Quindi approfondite le tematiche del lavoro che vuole il cliente, ricordando di non usare linguaggi troppo tecnici. Chiedete anche al cliente il perchè di certe idee che ha. Spesso i clienti si creano idee per passaparola. Aiutateli con la vostra esperienza, ma sempre facendo domande in modo che il cliente tenda ad autoconvincersi (es: “Ho capito, pensa che invece una soluzione che preveda xxxx in modo che non accada yyyy, possa essere un’idea per la sua casa?).

Fare buona impressione al cliente

6. Dritti al punto

Torniamo al punto 1: perchè avete telefonato? Dopo esservi presentato, aver capito cosa cerca il cliente, andiamo al sodo signori: proponiamo un prezzo? Suggeriamo un incontro o un sopralluogo di approfondimento? A prescindere, abbiamo pronto il colpo e cercate di essere gentili ma convincenti. Fate la vostra giocata e chiedete subito cosa ne pensa il cliente. Cercate di suggerire i prossimi passi (es: “Per un sopralluogo sarei libero Lunedì tardo pomeriggio o Martedì ora di pranzo, può andare?” “Per poter gestire i miei impegni e potere consegnare il lavoro secondo le tempistiche concordate e le sue esigenze vorrei sapere se accetta il preventivo entro Mercoledì di questa settimana. La richiamo io Mercoledì o procediamo già ora?”)

Dopo la telefonata

7. Fate seguire alle parole i fatti

Se concordate un’orario per un sopraluogo, siate puntuali! Se avete deciso di risentirvi Martedì, fatelo! Molti sembrano aver scordato quanto è apprezzato che si mantenga la parola data.

Differenziatevi dagli altri, spaccate il minuto: se fornite qualità anche in questi dettagli magari il cliente vi sceglierà anche se non avete il prezzo più basso. Alla fine fare buoni affari richiede sempre saper trattare bene le persone!

lampadina
Registra la tua azienda gratis
Fai crescere la tua azienda e trova nuovi clienti.
Lascia il tuo commento
Fazland
entra in contatto con nuovi potenziali clienti
Su Fazland abbiamo più di 10.000 richieste ogni mese che aspettano il tuo preventivo e oltre 49.000 clienti iscritti. La registrazione è gratuita e non ci sono costi fissi. Cosa aspetti a provarlo?
Spot TV
Da oggi così si fa!
Trova idee e ispirazione sul nostro blog.
Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Se vuoi avere maggiori informazioni o negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie clicca qui. Premendo il tasto Accetto acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto