Dedicato ai professionisti:

Le prossime scadenze fiscali per i liberi professionisti

Immagine di anteprima per: Le prossime scadenze fiscali per i liberi professionisti

Irap, Iva, Imu e Tasi (senza dimenticare l’Inps): quello di giugno è decisamente un mese complicato per le scadenze fiscali che riguardano imprenditori e liberi professionisti.
Orientarsi tra queste sigle è decisamente più facile per chi si affida a un buon commercialista, ma è importante tenere a mente alcune date, in modo da non incorrere nelle sanzioni che colpiscono chi si dimentica di pagare le imposte.

Ecco allora una piccola guida alle prossime scadenze fiscali, dopo quella pubblicata alcuni giorni fa e riguardante le scadenze fiscali per lavoratori dipendenti e pensionati.

18 giugno

Versamento contributi Inps e ritenute su redditi da lavoro autonomo 
I contributi previdenziali vengono versati ai dipendenti delle aziende sulle loro posizioni presso l’Inps, mentre le ritenute sui compensi che spettano ai collaboratori che operano in regime di lavoro autonomo vengono pagate attraverso il modello F24.

Versamento della prima rata Iva 
I liberi professionisti versano la prima rata così come riportata nella dichiarazione presentata all’Agenzia delle Entrate.

Versamento Imu e Tasi
La tasse da pagare se si hanno proprietà immobiliari (escluse le prime case).


30 giugno

Acconto prima rata Irap
 
L’imposta regionale sulle attività produttive si basa sul valore della produzione dell’azienda nell’anno precedente (in questo caso il 2017) sul territorio regionale. Ogni regione ha la sua aliquota e il 40% dell’imposta va versato entro la fine del mese di giugno (pena una sanzione dello 0,4%) attraverso il modello F24.

Lascia il tuo commento
Sei un professionista?

Su Fazland abbiamo più di 30.000 richieste ogni mese che aspettano il tuo preventivo

Registrati gratis
Potrebbero interessarti anche...