Chi paga il restauro del balcone

Immagine di anteprima per: Chi paga il restauro del balcone

E' una questione di bellezza e sicurezza, d'accordo. Ma chi paga il conto? Quando le esigenze di ristrutturazione varcano i confini dell'appartamento condominiale e si estendono a quell'area di confine tra pubblico e privato che è il balcone, è bene domandarsi a chi spettino le spese dei lavori. I balconi aggettanti, ovvero i balconi tradizionali che prolungano verso l'esterno lo spazio dell'appartamento, sono infatti proprietà del titolare dell'appartamento stesso. A lui spettano, dunque, le spese per ogni opera di manutenzione che riguardi copertura e pavimentazione del balcone, ovvero l'area usufruibile esclusivamente dal proprietario.

Ma un balcone è composto anche da parti che non solo sporgono dalla facciata e sono visibili a tutti - ringhiere, frontalini (la parte di vernice sulla superficie inferiore ed esterna) o fioriere incassate nel cemento - ma sono anche parti di un tutto - il condominio - di cui possono alterare sia l'estetica che la sicurezza. Non importa se ad avere crepe dovute al logorio del tempo e degli agenti atmosferici o alla corrosione dell'acqua piovana sia un singolo balcone: ogni eventuale danno arrecato a passanti a causa del crollo di calcinacci, di vetro o di altro materiale ricade su tutti i condomini, chiamati a versare la quota di indennizzo. Se il condominio non è assicurato, con una polizza infortuni in caso di incidenti causati da parti comuni dell'edificio, si rischia persino il pignoramento immobiliare.

Il balcone è una questione seria, dunque. Si è pronunciata la Cassazione stessa, per stabilire in modo chiaro l'iter da seguire in caso di lavori di ristrutturazione. Se il danno riguarda le parti esterne e decorative sopra citate, anche se di un solo balcone, è considerabile come un danno comune all'estetica, al decoro e alla sicurezza dello stabile, ed è quindi a carico di tutti i condomini. Anche quelli non dotati di balcone. O il cui appartamento si affaccia su tutt'altro lato.

Se la caduta di materiali pericolosi può essere un evento poco frequente, anche se dalle conseguenze potenzialmente fatali, la gradevolezza estetica dell'edificio è invece una faccenda costante e sotto gli occhi di tutti, condomini e viandanti. Armonia e decoro costituiscono un valore aggiunto dello stabile, ne aumentano prestigio e prezzo sul mercato e rappresentano, dunque, un bene comune da salvaguardare.

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...