Legge di Stabilità 2017: le maggiori novità previste

Immagine di anteprima per: Legge di Stabilità 2017: le maggiori novità previste

La Legge di Stabilità 2017, che è stata presentata lo scorso 15 ottobre dal Governo ed è valida per il prossimo triennio 2017-2019, prevede numerose novità relative alla pensione, alla scuola ed alle famiglie.

La nuova manovra finanziaria introdurrà diversi bonus a sostegno del reddito, come il bonus bebè, il bonus mobili, il bonus assunzioni per contrastare la disoccupazione, ecc.

Tra le novità più importanti da segnalare la conferma e l’estensione dei benefici fiscali per interventvi di ristrutturazione casa, come il bonus ristrutturazione, l’ecobonus ed il conto termico, e l’introduzione del sismabonus, con agevolazioni sull’Irpef fino all’85% del costo sostenuto.

In totale la manovra costerà circa 27 miliardi di euro, 2 in più rispetto a quanto era stato preventivato inizialmente.

Passiamo adesso ad analizzare quali sono nella Legge di Stabilità 2017 le maggiori novità previste:

1. La riforma della pensione

Saranno destinati 7 miliardi di euro in 3 anni per la riforma delle pensioni, con l’introduzione della quattordicesima e la possibilità di andare anticipatamente in pensione. Aumenta la no tax area per i pensionati, anche quelli che non hanno superati i 75 anni.

Il cosiddetto APE (anticipo pensionistico) sarà garantito a tutti i lavoratori che abbiano almeno 63 anni e sono a 3 anni e 7 mesi dal traguardo della pensione di vecchiaia.

Tutti i lavoratori disoccupati con almeno 30 anni di contributi versati, invalidi, con parenti di primo grado con una grave disabilità o handicap o che hanno raggiunto i 36 anni di contributi svolgendo lavori considerati pesanti, possono accedere all’APE sociale.

L’APE volontaria è invece prevista per tutti quei lavoratori con 20 anni di contributi versati, in tal caso la restituzione del prestito andrà di media dal 4,6% al 4,7%.

Infine l’APE aziendale funziona con lo stesso meccanismo dell’APE volontaria, con la differenza che dovrà essere l’azienda ad accollarsi le rate di restituzione del prestito.

Coloro che sono iscritti presso due o più assicurazioni obbligatorie avranno diritto al cumulo gratuito dei contributi per la pensione anticipata e quella di vecchiaia.

2. Le novità previste in tema di materia fiscale

In riferimento alla materia fiscale nella nuova Legge di Stabilità 2017 le maggiori novità previste riguardano alcune imposte dirette, bonus ed incentivi ristrutturazione.

Per risollevare le sorti dell’imprenditoria italiana, che sembra essersi impantanata, la manovra finanziaria prevede la proroga del super-ammortamento del 140% sull’acquisto di beni strumentali, e per l’iperammortamento, cioè una maggiorazione dell’ammortamento pari al 250% sull’acquisto di beni strumentali ed immateriali utili alla trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa.

Verrà destinato un miliardo di euro al Fondo di Garanzia per le PMI, con uno stanziamento di 25 miliardi di credito per le piccole e medie imprese, la proroga della “Legge Sabatini” e misure di sostegno alle start-up particolarmente innovative.

Infine ci sarà una maggiore detassazione sui premi di produttività.

Il taglio dell’IRES prevede un taglio dell’imposta sui redditi delle società dei capitali, che passerà dal 27,5% al 24%.

Inoltre nascerà la nuova imposta sul reddito dell’imprenditore, con una aliquota semplificata al 24% per i profitti che sono stati conseguiti da artigiani e dai titolari di piccole e medie imprese.

L’IRPEF relativa ai redditi dominicali e agrari dei terreni, dichiarati da CD e IAP nel triennio2017-2019, prevede un’esenzione di cui potranno beneficiare gli imprenditori agricoli professionali e i coltivatori diretti.

Quindi l’IRPEF agricola viene abolita dal 2017 fino al 2019, ed i redditi dominicali ed agricoli non concorrono più alla base imponibile IRPEF di coltivatori diretti ed imprenditori professionali. Infine è prevista la decontribuzione per gli agricoltori over 40.

Con il Bonus R&S le imprese potranno accedere ad un credito d’imposta pari al 50% che deve essere applicato ad un tetto di spesa in ricerca e sviluppo.

Verrà riproposta la voluntary disclosure, che ha portato nelle casse dello Stato 4 miliardi di euro e si annuncia un nuovo avvio della procedura del rientro volontario dei capitali non dichiarati che sono detenuti all’estero.

Cesserà di esistere Equitalia, che sarà assorbita dalle Agenzia delle Entrate. È previsto il condono di sanzioni e di interessi di mora per tutti quei contribuenti che in maniera volontaria decideranno di pagare le cartelle di Equitalia a rate, e solo per quegli importi inferiori ai 10.000 euro.

Infine il canone RAI per il 2017 scenderà ulteriormente a 90 euro.

3. I bonus per la famiglia e per la casa

La Legge di Stabilità 2017 prevede l’introduzione di importanti bonus per la famiglia e per la casa. Per le famiglie sono previsti i seguenti bonus:

  • Bonus bebè
  • Bonus famiglia
  • Bonus nido da 1.000 euro
  • Bonus mamme domani
  • Social Card SIA 2017
  • Voucher Baby Sitter
  • Taglio IRPEF 2017

bonus famiglia

Nello specifico con la Social Card SIA (sostegno all’inclusione attiva), la Legge di Stabilità 2017 prevede un sussidio di 400 euro al mese per le famiglie con figli minorenni o un reddito inferiore ai 3.000 euro annui.

Per quanto riguarda i bonus per la casa, validi anche per i condomini e gli alberghi, sono prorogati gli incentivi ristrutturazione, l'ecobonus al 65% per interventi di riqualificazione energetica, il conto termico ed il bonus mobili.

Sono previsti 3 miliardi in 3 anni per gli incentivi ristrutturazione destinati all’edilizia scolastica e per contrastare il dissesto idrogeologico.

Il conto termico prevede un contributo in denaro per l’acquisto di stufe, termocamini e caldaie a biomassa che rispondano a determinati requisiti, e che devono essere installati in sostituzione di impianti di riscaldamento già esistenti.

Riassumendo nel campo dell’edilizia sono quindi previsti i seguenti bonus:

  • Bonus ristrutturazioni
  • Bonus casa
  • Ecobonus 65%
  • Bonus mobili
  • Sismabonus

Il sismabonus è una delle misure prese per favorire la ristrutturazione di edifici seguendo canoni antisismici. Possono accedere al sismabonus le abitazioni principali, le seconde case, gli enti locali ed i condomini.

Inoltre la Legge di Stabilità 2017 prevede un capitolo a parte per l’ultimo tragico sisma, che ha colpito principalmente Amatrice ed Accumoli, con la destinazione di 4,5 miliardi di euro per la ricostruzione dei paesi colpiti dal terremoto nell’Italia centrale.

4. Tutte le altre principali misure della Legge di Stabilità 2017

Per quanto riguarda la Sanità viene confermato il finanziamento al Servizio sanitario, con l’introduzione di finalizzazioni per cure avanzate e per la stabilizzazione di giovani medici ed infermieri.

Nel campo sociale saranno introdotte misure a sostegno della povertà, con 500 milioni di aumento del Fondo per la lotta alla povertà.

Per le pari opportunità sono destinati 60 milioni al piano antitratta, contro la violenza alle donne e a sostegno dell’impresa femminile.

Sono previsti 12 miliardi aggiuntivi in 3 anni per gli investimenti pubblici dalle infrastrutture all’ambiente, fino alle attività produttive. Sono finalizzati 2,1 miliardi per il recupero delle periferie, e 3 miliardi a supporto dei bilanci di Regioni, Comuni ed Enti territoriali.

Per la scuola sono previsti i seguenti bonus: Student Act 2017 con l’introduzione della no tax area e delle super borse di studio, bonus 18enne, bonus insegnanti e bonus neo-diplomati 2017.

Infine nel pubblico impiego sono destinati 1,9 miliardi per il rinnovo dei contratti nella pubblica amministrazione, per la retribuzione di forze armate, dei corpi di polizia e per le nuovi assunzioni.

Queste sono nella Legge di Stabilità 2017 le maggiori novità previste. Per approfondire gli aspetti di determinati bonus è consigliabile rivolgersi ad un personale esperto, tecnico e qualificato, per sapere come accedere a determinati incentivi.

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...

Confronta preventivi nelle città più cercate