Come ottenere il risarcimento per danno biologico in un incidente stradale

Immagine di anteprima per: Risarcimento per Danno Biologico - Come Ottenerlo

Vuoi sapere quali sono i tuoi diritti se hai subito un danno biologico in un incidente stradale? Sappi innanzitutto che un danno fisico alla tua persona è riconosciuto come un danno ad un tuo bene primario garantitio dalla Costituzione Italiana. Scopri quali sono i passi da compiere per ottenere il risarcimento per danno biologico in seguito a un incidente stradale.

Secondo la legge chi causa un danno ad un’altra persona in seguito ad un incidente stradale è tenuto a risarcirlo. Il risarcimento danni prevede un indennizzo versato secondo i casi stabiliti dalla legge.

Nello specifico si possono distinguere due tipologie di danni: il danno patrimoniale ed il danno non patrimoniale.

Il danno patrimoniale si può individuare in quei danni relativi alla sfera patrimoniale del soggetto danneggiato, ed è composto dal danno emergente (il danno attuale) e dal lucro cessante (mancato guadagno, danni futuri, perdita di possibilità).

Il danno non patrimoniale invece fa riferimento al danno relativo alla salute, detto anche danno biologico. Prima di capire come ottenere il risarcimento per danno biologico in un incidente stradale, è opportuno fare una distinzione tra risarcimento ed indennizzo: 

  • il risarcimento è imposto dalla legge per riparare ad un danno ingiusto;
  • invece l’indennizzo è previsto quando non viene causato un danno ingiusto, ma la legge ritiene opportuno che il soggetto leso riceva una somma per affrontare una situazione di difficoltà non causata da lui.

Per sapere esattamente come si ottiene il calcolo risarcimento danni, è consigliabile affidarsi ad un avvocato esperto in infortunistica stradale, che saprà indirizzarvi su come muovervi per ottenere il giusto risarcimento o indennizzo.

Che cos’è il danno biologico?

Prima di soffermarci su come eseguire il calcolo risarcimento danni, bisogna avere una panoramica completa di cos’è il danno biologico. Per danno biologico si fa riferimento sostanzialmente ad una lesione subita da una persona nella sua integrità, un bene primario riconosciuto dalla Costituzione.

La lesione può essere fisica o psichica, permanente o reversibile, e solitamente va a compromettere quelle attività quotidiane considerate vitali per il soggetto in questione.

Da un punto di vista legislativo, la Corte di Cassazione (Sentenza 12/05/2006, n. 11039) stabilisce quanto segue: “Il danno biologico consiste nelle ripercussioni negative, di carattere non patrimoniale e diverse dalla mera sofferenza psichica, della lesione psicofisica”.

Di fatto il danno biologico quindi non va ad intaccare la sfera patrimoniale, tuttavia fa riferimento alla lesione di un diritto garantito da un punto di vista costituzionale, quindi è risarcibile secondo l’art. 2043 del Codice Civile.

Il danno biologico è considerato come un danno alla salute, quindi rientra nella sfera degli incidenti stradali e degli errori medici, che possono provocare invalidità temporanea o permanente.

Un medico legale, dopo un’accurata perizia, valuta il danno biologico in merito alla sua invalidità temporanea o permanente.

Il grado di invalidità viene classificato secondo un punteggio percentuale, mentre l’indennizzo si stabilisce secondo una tabella, che fa riferimento alla somma di denaro spesa per ogni giorno di invalidità temporanea e per ogni punto percentuale di invalidità, che può variare anche in base all’età.

foto di una ragazza infortunata con il suo medico

Si può parlare di danno biologico quando sussistono i seguenti elementi:

  • esistenza di una lesione fisica o psichica della persona
  • esistenza di una compromissioni delle attività del soggetto considerate vitali per la sua quotidianità
  • esistenza di un nesso causale tra la lesione subita e la compromissione della vita del danneggiato

Per capire esattamente cosa si intende per compromissione delle attività vitali del soggetto, possiamo fare alcuni esempi:

  1. Modifica dell’aspetto estetico di una persona
  2. Riduzione della capacità di relazionarsi con le altre persone
  3. Riduzione della capacità lavorativa
  4. Perdita di chance lavorative
  5. Perdita della capacità sessuale e riproduttiva
  6. Danno psichico

Nel seguente paragrafo analizzeremo come ottenere il risarcimento per danno biologico in un incidente stradale.

foto di un incidente stradale

Come si effettua il calcolo risarcimento danni

Per sapere come effettuare il calcolo risarcimento danni, bisogna ricordare che l’importo dell’indennizzo dipende dal grado di menomazione subito.

Se il livello di menomazione è inferiore al 6%, allora non si ha diritto a nessun tipo di indennizzo. Se il livello di menomazione va dal 6% al 15%, allora verrà garantito un indennizzo del danno biologico in capitale, mentre non è previsto alcun indennizzo per le conseguenze patrimoniali. Nel caso in cui il livello di menomazione va dal 16% al 100%, viene garantita una rendita diretta composta da un indennizzo del danno biologico in rendita, e da un’altra quota di rendita per conseguenze patrimoniali.

Per valutare l’entità dell’indennizzo bisogna quindi considerare la tabella delle menomazioni sancite dal decreto legislativo 8/2000, aggiornata con le menomazioni come il danno estetico ed il danno riproduttivo, oltre al danno biologico per infortunio sul lavoro o alla malattia professionale.

Caratteristiche e criteri della tabella di indennizzo per infortuni in strada

Innanzitutto la tabella di indennizzo è: 

  • areddituale, indipendente dal reddito, poiché la menomazione provoca lo stesso pregiudizio alla salute indistintamente per tutte le persone;
  • crescente, poiché cresce in maniera direttamente proporzionale alla crescita della menomazione;
  • variabile in funzione dell’età (maggiore è l’età e minore è la tabella di indennizzo); 
  • variabile in funzione del sesso (in quanto fa riferimento alla maggiore longevità femminile);
  • uguale per i settori dell’agricoltura e dell’industria.

La tabella di indennizzo si muove poi secondo i seguenti criteri:

  • in caso di menomazione inferiore al 6% è prevista la franchigia;
  • in caso di menomazione dal 6% al 15% è differenziata per sesso, mentre l’indennizzo in capitale è in funzione dell’età e del grado di menomazione;
  • in caso di menomazione dal 16% al 100% è previsto un indennizzo in rendita in funzione del livello di menomazione.

Per sapere come si effettua il calcolo risarcimento danni, bisogna tener conto anche della tabella dei coefficienti, che permette di calcolare l’ulteriore quota di indennizzo in rendita relativa alle presunte conseguenze patrimoniali per tutti i gradi di menomazione pari oppure superiori al 16%.

Il coefficiente è quindi applicato alla retribuzione che viene effettivamente percepita dalla persona che subisce il danno entro dei parametri stabiliti e determinati.

Inoltre a partire dal primo gennaio 2014, secondo la Legge di Stabilità 2014, è scattato un ulteriore aumento straordinario pari al 7,57% dell’indennità INAIL per il danno biologico.

Per avere maggiori informazioni sulle tabelle elencate, e cioè la tabella delle menomazioni, la tabella indennizzo danno biologico e la tabella dei coefficienti relativa al danno biologico, è possibile consultare il decreto legislativo n.172 del 12 luglio 2000 per la tutela dell’assicurazione contro gli infortuni e le malattie professionali.

Consigli finali su come ottenere il risarcimento danni per un incidente stradale

Per sapere come agire è consigliabile rivolgersi ad un legale esperto oppure ad un’assicurazione di infortunistica stradale, al fine di districarsi tra la difficile rete della burocrazia.

In queste situazioni così spinose ed ingarbugliate per causa di cavilli legali c’è la possibilità di commettere qualche errore, perdendo di fatto un indennizzo che spetta di diritto.

Perciò è sempre meglio affidarsi ad esperti del settore, per evitare qualsiasi tipo di trappola nascosta quando si parla di risarcimento danni ed assicurazioni.

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...