Sei già registrato?
Ti aiuta a trovare il professionista che fa al caso tuo! Scopri come funziona
Ti aiuta a trovare il professionista che fa al caso tuo! Scopri come funziona

Costi per l’installazione di un impianto solare fotovoltaico e soluzioni realizzabili

Immagine di anteprima per: Impianto Solare Fotovoltaico (caratteristiche, costi e benefici)

Produrre energia elettrica con fonti rinnovabili è la sfida del presente e del futuro. La soluzione finora è ricaduta in gran parte sull’installazione di impianti solari fotovoltaici, composti da moduli o pannelli (in silicio mono o policristallino o con tecnologia di tipo “film sottile”) che consentono di produrre energia elettrica con la luce del sole.

La conversione diretta dell’energia solare in energia elettrica avviene mediante l’utilizzo della cella fotovoltaica, grazie ad un fenomeno fisico che si chiama precisamente "interazione della radiazione luminosa con gli elettroni di valenza nei materiali semiconduttori".

Questa tipologia di impianto solare fotovoltaico è diffusamente impiegata per produrre energia in zone non servite dalla rete (impianti isolati) o per ridurre la propria bolletta energetica (impianti fotovoltaici connessi alla rete).

Di quali materiali si compone un impianto solare fotovoltaico?

I materiali di cui si compone un impianto solare fotovoltaico sono tipicamente celle in silicio cristallino di 3 differenti tipologie:

  1. Celle a silicio monocristallino, che garantiscono le migliori prestazioni con un rendimento del 15% ed hanno un grado di purezza molto elevato
  2. Celle a silicio policristallino, che vengono prodotte dagli scarti di lavorazione del silicio monocristallino e hanno per questo un grado di purezza e un costo leggermente inferiore, giustificato anche da una resa minore (12% contro il 16% del monocristallino)
  3. Celle a silicio amorfo (o film sottile), prodotto della tecnologia che sfrutta la deposizione di un sottilissimo strato di materiali semiconduttori per la realizzazione della cella fotovoltaica. In generale, il suo svantaggio è dato dalla bassa efficienza (resa di circa il 10%), che costringe a installare pannelli più ampi, mentre il vantaggio è dato dai costi minori e dalla possibilità di modificarne facilmente la forma.

foto di cella fotovoltaica

Incentivi per l’installazione di un impianto solare fotovoltaico

In Italia attualmente il mercato dell’impianto solare fotovoltaico non è più supportato dagli incentivi del Conto Energia, ma grazie alla proroga della Detrazione IRPEF del 50% per impianti solari fotovoltaici realizzati entro il 31 dicembre 2015, installare un impianto domestico è ancora molto conveniente. Infatti, è previsto uno sgravio fiscale equiparabile agli incentivi e che garantisce la restituzione della metà del costo dei lavori entro 10 anni. 

Naturalmente, chi decide di installare un impianto solare normalmente non considera solo questo aspetto: importante è la convenienza del fotovoltaico sulle bollette elettriche.

I proprietari dei pannelli residenziali possono, in questo modo, beneficiare di un altro contributo indiretto che è quello dello scambio sul posto, ovvero un meccanismo di compensazione che remunera l'energia elettrica prodotta dal fotovoltaico e immessa in rete perchè non direttamente autoconsumata.

Anche se non ci sono più gli incentivi del programma Conto Energia, se avete dell'amianto da smaltire potete installare pannelli solari fotovoltaici al suo posto per usufruire delle detrazioni previste per lavori di ristrutturazione e riqualificazione energetica degli edifici. Infatti, con gli Eco Bonus approvati a dicembre 2014 con la Legge di Stabilità, potete usufruire di detrazioni fino al 65% delle spese per lo smaltimento dell'amianto e per l'installazione di pannelli solari. Potete trovare maggiori informazioni in merito nel nostro articolo sulla normativa e benefici dello smaltimento amianto.

Diverse soluzioni di impianti solari fotovoltaici 

Ad oggi possiamo trovare 3 tipologie di impianti solari fotovoltaici in commercio:

  • Impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica nazionale (“grid-connected”): l’energia solare è immediatamente utilizzata dall’utenza, anche senza l’adozione di batterie
  • Impianti solari fotovoltaici ad isola o “Stand Alone“: il loro maggior vantaggio è quello di essere autonomi ed indipendenti dalle reti elettriche, l’energia prodotta viene accumulata in batterie per renderla sempre disponibile
  • Impianti solari fotovoltaici ibridi: si tratta di impianti di produzione elettrica da fonti rinnovabili dotati di un sistema per accumulare l’energia prodotta di giorno per utilizzarla in qualsiasi momento ce ne sia necessità. Non si tratta di utilizzare solo l’autoconsumo istantaneo, quindi, ma anche l’autoconsumo “differito”, cioè in un momento diverso da quello in cui avviene la produzione.

foto del funzionamento di un impianto solare fotovoltaico ibrido

 

Quali sono i pro e contro di un impianto solare fotovoltaico?

Diversi sono i vantaggi di un impianto solare fotovoltaico:

  • La modularità: si può, infatti, facilmente dimensionare l’impianto solare fotovoltaico, ovvero potenziarlo o depotenziarlo semplicemente variando il numero di moduli
  • Affidadibilità dei pannelli, la cui durata di vita si aggira su 20 anni e non richiedono riparazioni nè interventi di manutenzione complicati
  • L’assenza di combustibile fossile, poichè non vengono rilasciate nemmeno componenti chimiche quali emissioni, residui o scorie
  • Di tipo tecnico: la fonte fotovoltaica è l’unica, infatti, a non necessitare di organi in movimento nè della circolazione di fluidi a temperature elevate o in pressione.

Gli svantaggi di un impianto solare fotovoltaico sono pochi ma da tenere bene in considerazione. Il primo è indubbiamente rappresentato dall’investimento iniziale che, a seconda dei casi e delle esigenze, può essere più o meno importante.

Il rendimento non omogeneo è, inoltre, un elemento da valutare attentamente, essendo questo legato all’alternarsi del giorno e della notte e alla disponibilità di luce solare nei vari periodi dell’anno.

2 I tuoi dati
3 Conferma
Confronta preventivi per installare un Impianto Fotovoltaico
I campi con l’asterisco * sono obbligatori
Più informazioni inserirai, più i preventivi che riceverai saranno accurati e puntuali.
2 I tuoi dati
3 Conferma
Completa i tuoi dati e crea la tua richiesta di preventivo.
Cliccando su "Ricevi codice di verifica", riceverai un SMS per confermare il tuo numero di telefono.
Se l'hai ricevuto entro 30 secondi, prova di nuovo.
Cliccando su Conferma dichiari di aver letto ed accettato termini e condizioni del servizio Fazland.

Costo di un impianto solare fotovoltaico: facciamoci un’idea

ll costo di un impianto solare fotovoltaico non è ben determinabile a priori poichè dipende sostanzialmente da due variabili:

1. la taglia dell’impianto: il costo medio per kWp è inversamente proporzionale alla dimensione dell’impianto, ovvero costi di progettazione e installazione si diluiscono all’aumentare della taglia;

2. la tecnologia del materiale utilizzata: silicio monocristallino, policristallino o amorfo, oppure altre tecnologie comprese tra i “film sottili”.

In generale, comunque, si può affermare che il costo di un impianto solare fotovoltaico è calato molto negli ultimi anni in Italia. Il prezzo si è, infatti, ridotto di quasi due terzi in quattro anni soprattutto per via della forte concorrenza asiatica sul prezzo dei pannelli fotovoltaici e degli inverter al ribasso sul mercato internazionale.

A voler dare una cifra, il prezzo medio dell’installazione di un impianto solare fotovoltaico può oscillare mediamente fra i 2000 e i 3500 euro al Kwp. Per realizzare un impianto “standard” da 3 kw di potenza e 25 metri quadrati di tetto sul vostro tetto di casa potrebbero perciò bastarvi 7000 euro circa.

Purtroppo, però, gli esborsi non finiscono qui. Dovrete sostenere anche i costi indiretti legati all’esercizio, costi che, se si è optato per lo scambio sul posto, consistono sostanzialmente in 30 euro all’anno per la stipula della convenzione con il GSE (Gestore Servizi Elettrici), come previsto dalla delibera ARG /elt n. 74/08.

Diversamente, per chi ha scelto la cessione in rete (o ritiro dedicato), la Deliberazione A.E.E.G. prevede che il GSE applichi ai produttori un corrispettivo pari allo 0,5% del controvalore dell’energia elettrica ritirata, a copertura dei costi amministrativi, fino a un massimo di 3.500 euro.

foto di installazione pannelli fotovoltaici su un tetto

Manutenzione di un impianto solare fotovoltaico

Contrariamente a quanto si potrebbe immaginare, il costo per la manutenzione ordinaria di un impianto solare fotovoltaico è irrisorio. I pannelli fotovoltaici, infatti, sono in grado di produrre energia senza parti in movimento, quindi con un’usura dei componenti praticamente nulla.

Gli unici interventi che potrebbero rendersi necessari sono la pulizia periodica dei moduli (se installati in luoghi particolarmente polverosi) e l’eventuale sostituzione della scheda dell’inverter dopo 8-10 anni (ma solo se si guasta). Sarebbe bene effettuare, inoltre, una manutenzione straordinaria dopo 10-15 anni, a metà circa della vita utile di un’impianto.

Normativa per gli impianti solari fotovoltaici

Dal 3 ottobre 2010 sono entrate in vigore le nuove linee guida nazionali per l’iter autorizzativo finalizzato all'installazione di impianti alimentati da fonti energetiche rinnovabili (fra cui ovviamente ricompreso il solare fotovoltaico). L’obiettivo di tali linee guida, è quello di snellire e uniformare a livello nazionale il procedimento autorizzativo individuando una normativa per gli impianti solari fotovoltaici specifica, dettagliata e univoca.

Il testo è diviso in 4 parti principali: 

  1. Campo di applicazione delle linee guida
  2. Regime autorizzatorio
  3. Procedimento per il rilascio dell’Autorizzazione Unica
  4. Criteri per l’inserimento nel paesaggio e nel territorio delle installazioni.

Come procedure quindi operativamente? In generale è buona norma partire rivolgendosi al Comune di ubicazione dell’impianto per i primi step autorizzativi.

Esistono normative regionali speciali per impianti solari fotovoltaici?

Le linee guida nazionali, di cui sopra, hanno fatto sì che ogni Regione abbia realizzato normative regionali speciali per impianti solari fotovoltaici che individuano i criteri e le autorizzazioni necessarie, pur rispettando i criteri generali esplicitati. 

Come scritto sopra, la realizzazione e la messa in funzione dei grandi impianti fotovoltaici è soggetta al rilascio di un'Autorizzazione Unica. Questa implica la convocazione della Conferenza dei Servizi da parte della Regione di competenza (in alcuni casi la Provincia delegata dalla Regione stessa), Conferenza che produce tutte le autorizzazioni, i pareri ed i nulla osta necessari per procedere all’installazione dell’impianto fotovoltaico in un’unico procedimento. 

È consigliabile, quindi, rivolgersi agli uffici della propria Provincia o Regione per avere informazioni in merito, più in particolare per sapere quando sia necessaria l’Autorizzazione Unica, quando è sufficiente la PAS (Procedura Abilitativa Semplificata) o quando ancora si possa risolvere il tutto con una semplice CEL (Comunicazione Preventiva al Comune per Edilizia Libera).

Procedure amministrative per realizzare un progetto di impianto solare fotovoltaico 

Le procedure amministrative per realizzare un progetto di impianto solare fotovoltaico sono quelle che realmente richiedono tempo e pazienza. Gli effettivi lavori di installazione pannelli solari (“il cantiere”), invece, non comportano molte ore di lavoro.

Più dettagliatamente, parliamo degli iter autorizzativi in Comune, delle pratiche di connessione Enel (o del gestore di rete territorialmente competente), fino ad arrivare allo svolgimento delle pratiche Gse per la convenzione di ritiro dell’energia immessa in rete, che può essere lo Scambio sul Posto o il Ritiro Dedicato (RID)

Vi ricordo che, dall’entrata in esercizio dell’impianto fotovoltaico, avete solo 60 giorni di tempo per presentare la richiesta di convenzione, la cui presentazione è stata recentemente prevista solo online collegandosi all’apposito portale del gestore dei servizi energetici.

Quali sono le tempistiche per l'installazione di un impianto solare fotovoltaico?

Oltre ai tempi necessari per completare gli adempimenti autorizzativi visti poco fa (es: DIA, procedimento unico, ecc.) che vanno dai 30 ai 180 giorni, bisogna considerare le tempistiche per l’installazione vera e propria dell’impianto solare fotovoltaico, o meglio:

  • I tempi tecnici di realizzazione: da un minimo di 2 giorni ad un massimo di 25 giorni lavorativi
  • I tempi per l’allacciamento dell’impianto in rete: intervento sotto responsabilità di Enel Distribuzione, che gestisce e detiene il controllo delle reti elettriche locali in bassa tensione e che si occupa di installare i contatori.

foto dell'allacciamento impianto in rete

È proprio l’allacciamento alla rete a causare i maggiori ritardi anche se, come indicato dalle direttive europee, la connessione dell’impianto fotovoltaico alla rete elettrica deve tenere conto dei costi e dei vantaggi collettivi dell’uso delle fonti energetiche rinnovabili. Per questo motivo, un impianto da fonti rinnovabili ha sempre la priorità di connessione rispetto alle tradizionali fonti. 

Tornando alle tempistiche, il TICA (il Testo Integrato delle Connessioni Attive) prevede le seguenti tempistiche che partono dalla data di “fine lavori”:

  • 30 gg lavorativi per lavori semplici
  • 90 gg lavorativi per lavori definiti complessi.

L’Enel, invece, non è obbligata ad allacciare l’impianto entro quei termini ma deve emettere una comunicazione dove propone delle date di allacciamento. Queste date possono essere fino a 10 giorni lavorativi successivi a quella della comunicazione.

Differenze tra impianto solare fotovoltaico e impianto solare termico

Sono parecchie le caratteristiche che diversificano un impianto solare fotovoltaico da un impianto solare termico:

  • Il pannello fotovoltaico è realizzato in silicio cristallino mentre il pannello solare termico sfrutta un raccoglitore per riscaldare sostanze fluide, solitamente l'acqua
  • ll pannello fotovoltaico produce energia elettrica; il pannello solare termico genera acqua calda per alimentare il sistema idrico sanitario
  • L'installazione dei pannelli solari termici è molto più semplice di quella dei pannelli solari fotovoltaici: ad esempio, per riscaldare l'acqua calda sanitaria e alimentare il servizio idrico di tutta la casa è sufficiente anche un solo pannello solare termico mentre per avere le stesse prestazioni in elettricità con il fotovoltaico è necessario installare almeno 9-10 mq di pannelli
  • Un pannello solare termico può essere integrato al riscaldamento (caldaia o impianto di riscaldamento a pavimento) della propria casa permettendo di avere altri vantaggi nello sfruttamento dell'irraggiamento solare mentre i pannelli fotovoltaici non hanno questa duttilità
  • I pannelli fotovoltaici possono essere integrati nell'edificio o nel tetto della vostra abitazione mentre i pannelli solari termici, per contro, non offrono delle soluzioni integrate all'ambiente circostante.

Considerando questo elenco, l’unica reale caratteristica che sembra accomunare le due tecnologie consiste nel loro utilizzo di energia solare al fine di produrre energia elettrica.

Con questo articolo vi siete fatti una panoramica di tutto quello che dovete sapere per procedere con l’installazione di un impianto solare fotovoltaico. Non dimenticatevi dei tanti benefici per voi e per l’ambiente che tale soluzione porta con sè, dal risparmio energetico, alle operazioni di manutenzione praticamente nulle.

Oltretutto, il costo dei pannelli fotovoltaici potrebbe scendere in futuro grazie ad un materiale innovativo che ha la capacità di rivoluzionare il mercato, la perovskite. Potete trovare maggiori informazioni al riguardo sul sito Diariodelweb.

Lascia il tuo commento
Fazland
chiedi, confronta, risparmia
Fazland è un servizio che ti permette di ricevere e confrontare gratuitamente fino a 5 preventivi di professionisti di settori diversi, senza impegno, per risparmiare tempo e denaro.
Con Fazland saprai di aver fatto la scelta migliore per le tue esigenze!
Guarda il nostro Spot TV
Da oggi così si fa!
Trova idee e ispirazione sul nostro blog.
Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Se vuoi avere maggiori informazioni o negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie clicca qui. Premendo il tasto Accetto acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto