Sei già registrato?
Ti aiuta a trovare il professionista che fa al caso tuo! Scopri come funziona
Ti aiuta a trovare il professionista che fa al caso tuo! Scopri come funziona

4 motivi per installare un impianto eolico domestico

Immagine di anteprima per: 4 motivi per installare un impianto eolico domestico

Nel mondo delle energie rinnovabili sta conquistando sempre più punti l’impianto eolico domestico, una tecnologia innovativa ed originale che sfrutta la potenza del vento per produrre energia.

Il cosiddetto generatore eolico solitamente viene snobbato rispetto ai più famosi impianti solari termici o fotovoltaici ma, se installato nei punti giusti ed utilizzato in modo intelligente, ha diversi vantaggi e può apportare benefici economici e non solo.

Il microeolico è un impianto eolico domestico che si può collegare alla propria casa e che sfrutta un’energia naturale e rinnovabile come quella del vento, garantendo notevoli risparmi.

I consumi ed i prezzi del minieolico, se installato in punti strategici, infatti, possono essere molto contenuti e può permettere di accedere a numerosi incentivi e detrazioni fiscali. Ad esempio, l’ecobonus del risparmio energetico è uno dei 4 motivi per installare un impianto eolico domestico.

Il minieolico può essere utilizzato anche per le aziende ma bisogna valutare l’effettivo funzionamento dell’impianto, l’energia che produce, i suoi costi ed i vantaggi. Per fare una valutazione generale del terreno e dell’ambiente in cui si intende installare un generatore eolico, è consigliabile rivolgersi a produttori ed installatori esperti di questa tipologia di impianti.

minieolico

Caratteristiche principali di un impianto eolico domestico

Prima di analizzare i 4 motivi per installare un impianto eolico domestico, passiamo in rassegna le caratteristiche principali di un impianto eolico domestico.

Questa tipologia di impianto solitamente genera una potenza tra 1 e 6 kW, valore che si riferisce alla potenza prodotta con una velocità ottimale del vento di circo 50 km/h. Una velocità del vento inferiore, invece, potrebbe provocare il funzionamento non corretto dell’impianto con conseguenti perdite.

Le dimensioni, in modo particolare l’altezza, vanno a definire l’appartenenza del comparto dell’eolico o del minieolico. Per esempio, un impianto che non supera i 30 metri è in linea con il minieolico e il limite massimo di potenza erogata è pari a 200 kW, una quantità eccessiva per un impianto domestico ma sicuramente molto vantaggiosa per una piccola o media azienda.

A prescindere dal fatto che l’uso del generatore eolico sia aziendale o privato, dovete valutare quale tipo di impianto minieolico volete installare e, soprattutto, se è vantaggioso ricorrere all’energia del vento oppure se è preferibile affidarsi ad altre soluzioni.

Per risolvere questo problema la prima cosa da fare è eseguire una perizia anemometrica, contattando tecnici esperti della materia, per misurare la velocità e la pressione del vento. Vi sarà molto utile per capire se le potenzialità del vento presenti in quella zona vi garantiscono un rientro economico.

La scelta dell’impianto eolico domestico, quindi, dipende molto dalle caratteristiche eoliche della zona interessata.

Vi do un’altra dritta per valutare questo tipo di investimento: consultate l’Atlante eolico del territorio italiano, oppure i rilevamenti effettuati dai vicini aeroporti o le postazioni meteo. Questi, infatti, vi daranno indicazioni ed informazioni importanti sulle caratteristiche del vento della zona ma anche su alcuni aspetti come la “rugosità” del terreno, la conformazione dello spazio e dell’ambiente circostante.

Ovviamente ci sono tanti altri parametri da valutare per l’installazione di un impianto eolico domestico, come l’altezza sul livello del mare, la pendenza del sito e la presenza di oggetti naturali o artificiali che possono deviare o modificare il flusso del vento verso l’impianto.

1. Basso impatto ambientale e riduzione dell’inquinamento acustico

Ricorrere all’utilizzo di energie rinnovabili non è solo un’opportunità ma sta diventando quasi una necessità a causa dello sfruttamento intensivo e sempre più invasivo delle risorse naturali.

Cervelloni e scienziati hanno da tempo lanciato l’allarme, ci stiamo “mangiando” la terra e le materie prime scarseggiano sempre di più, quindi bisogna trovare nuove strade “eco-friendly”. Da questo punto di vista, il generatore eolico garantisce un basso impatto ambientale ed una riduzione dell’inquinamento acustico, scopriamo come e perché.

L’impianto eolico domestico comincia a funzionare partendo da una velocità minima necessaria del vento di almeno 3-5 m/s. Se il vento dovesse risultare troppo forte, le mini pale eoliche vengono automaticamente bloccate ad una velocità standard per evitare un sovraccarico o malfunzionamenti, garantendo così la produzione di energia elettrica costante e perpetua.

Il vento rappresenta una condizione imprescindibile per godere a pieno dei vantaggi e dei benefici di un impianto eolico domestico, che va quindi installato in zone particolarmente ventose.

L’Italia, grazie alla sua collocazione geografica, può sfruttare diversi venti e si presta perfettamente all’impianto di un generatore eolico. Inoltre, ci sono ditte specifiche ed aziende specializzate per controllare il territorio e la ventosità di una zona, che è bene contattare prima di avviare l’installazione di un impianto eolico domestico per evitare spese inutili.

2. Scacco matto alla burocrazia e bassa manutenzione

Con l’installazione di un impianto eolico, poi, è possibile dare scacco matto alla burocrazia, che rappresenta uno dei muri da scavalcare che spesso risultano invalicabili. Per avviarne la messa in opera, infatti, è sufficiente depositare la DIA (Denuncia di Inizio Attività) al comune di riferimento.

Ci possono, però, essere delle restrizioni se il sito scelto per l’installazione si trova in un’area geografica protetta, con vincoli paesaggistici restrittivi o di interesse storico. Anche in questi casi è opportuno consultare un professionista del settore per evitare di fare tanti inutili sforzi ed informarsi presso il comune interessato.

Infine, altro aspetto sicuramente da non sottovalutare, è la bassa manutenzione che richiede un generatore eolico, prevista in genere ogni 15-18 mesi.

manutenzione turbina

3. Costi ridotti ed ecobonus risparmio energetico

Se utilizzato nel modo giusto e con intelligenza, questo tipo di impianto può ridurre notevolmente i costi e le spese per la produzione di energia eolica domestica.

Il costo di un impianto minieolico viene misurato in €/kW, quindi maggiore sarà la potenza installata e maggiore sarà il rapporto.

Facciamo un esempio specifico: ad una capacità di 100 kW corrisponde una spesa pari a 1.000 €/kW; invece ad una capacità di pochi centinaia di watt o anche di 1 kW la spesa sarà di circa 5.000 euro/kW.

In relazione all’ecobonus risparmio energetico, previsto tra gli incentivi statali per il minieolico ci sono due opzioni: la Tariffa omnicomprensiva e lo Scambio sul posto.

La Tariffa omnicomprensiva è relativa ad una durata incentivante di 15 anni e offre al produttore 30 centesimi di euro per kWh immesso nella rete. Scaduto questo periodo si potrà scegliere di continuare ad usufruire dei servizi del GSE (Gestore dei Servizi Energetici) tramite il cosiddetto Ritiro dedicato, che permette di usufruire di tariffe agevolate evitando così di entrare nel mercato diretto.

L’opzione Scambio sul posto invece non ha vincoli temporali ed è particolarmente vantaggiosa per chi ha un saldo energetico attivo rispetto all’energia consumata. Se l’impianto provvederà unicamente al fabbisogno domestico, il guadagno sarà di circa 15-20 centesimi/kWh del costo normale della fornitura.

Un commercialista o un fiscalista esperti in materia potranno darvi consigli molto utili sulla scelta da fare per la tipologia di installazione dell’impianto eolico domestico, al fine di godere dei vantaggi e sfruttare in pieno l’ecobonus risparmio energetico.

4. I finanziamenti bancari

lampadina
Richiedi anche tu fino a 5 preventivi gratis

Infine, tra i 4 motivi per installare un impianto eolico domestico bisogna ricordare i finanziamenti bancari pensati ad hoc per questa tipologia di installazione.

Nella squadra di professionisti che state allestendo per l’installazione di un impianto eolico domestico, dopo un commercialista, un fiscalista ed un produttore di impianti di energie rinnovabili è opportuno assoldare anche un consulente bancario. Sempre più banche, infatti, stanno realizzando dei prodotti e dei finanziamenti pensati esclusivamente per i futuri produttori di energie rinnovabili.

Avere al proprio fianco un consulente bancario può quindi essere molto utile per scegliere la soluzione migliore sul tipo di finanziamento da richiedere per l’installazione di un generatore eolico, traendone anche un notevole ritorno economico.

Lascia il tuo commento
Fazland
chiedi, confronta, risparmia
È un servizio che ti permette di ricevere e confrontare gratuitamente fino a 5 preventivi di professionisti di settori diversi, dalla Casa, passando per i consulenti Business o gli Eventi e a il benessere della Persona, senza impegno per risparmiare tempo e denaro. Con Fazland saprai di aver fatto la scelta migliore per le tue esigenze!
Guarda il nostro Spot TV
Da oggi così si fa!
Confronta preventivi gratis per:
Potrebbero interessarti anche...
Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Se vuoi avere maggiori informazioni o negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie clicca qui. Premendo il tasto Accetto acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto