6 errori da evitare nel web design

Immagine di anteprima per: 6 errori da evitare nel web design

Se state pensando di creare un sito web, avete bisogno di un certo numero di figure professionali: infatti, maggiore sarà la complessità del sito e maggiori saranno le competenze richieste.

Innanzitutto dovete consultare un web designer professionale che abbia una conoscenza teorica e pratica dello sviluppo del sito web. Il web designer può essere considerato una sorta di architetto del web, che deve progettare il sito dalle fondamenta fino alle sue caratteristiche e componenti estetiche.

Altre figure di cui avete bisogno per creare un sito web sono:

  • L’analista che raccoglie le vostre richieste
  • Il graphic designer che progetta l’interfaccia grafica
  • Specialisti di web marketing per definire una strategia comunicativa
  • Esperti di copywriting per stendere o correggere i contenuti
  • Sviluppatori che si occupano di generare applicazioni dinamiche o di aggiungere funzioni interattive.

In alternativa, potete rivolgervi ad una web agency che ha nel suo organico tutte queste figure e può garantirvi una grafica web secondo le vostre richieste ed esigenze.

Esistono però 6 errori da evitare nel web design da tenere a mente, che analizzeremo di seguito per avere un sito web altamente performante e professionale.

1. L’utilizzo sfrenato dei frames

Alcuni web designer nella creazione di un sito web tendono a fare un utilizzo sfrenato dei frames, una tecnica che genera diverse pagine composte da sottopagine indipendenti, che vengono inserite nella stessa cornice.

I frames dovrebbero agevolare la navigazione dell’utente e migliorare la sua user experience, cioè l’insieme di quegli elementi e quelle caratteristiche di un sito che concorrono a rendere positiva l’esperienza dell’utente sulla pagina web.

Tuttavia, l’uso smodato dei frames rischia di provocare l’effetto contrario, cioè di sballottolare l’utente da una parte all’altra all’interno del web, senza riuscire a trovare ciò di cui realmente ha bisogno.

L’utilizzo dei frames è una tecnica ormai abbastanza obsoleta, che può essere tranquillamente sostituita dall’inserimento di semplici DIV, che non creano strutture complesse di pagine all’interno di altre pagine, evitando così l’effetto matrioska che si rischia di avere con i frames.

web design

2. La user experience e la SEO non sono nemiche

Ogni sviluppatore di un sito web deve fare i conti con due aspetti: la user experience e la SEO, considerate in maniera sbagliata rivali.

Abbiamo detto prima cos’è la user experience, l'ottimizzazione SEO (Search Engine Optimization), invece, mira a posizionare i siti web nelle SERP dei motori di ricerca.

Chi tende a privilegiare la user experience ritiene che una schermata ricca di immagini sia preferibile; chi tende a privilegiare la SEO ritiene invece che siano necessari testi lunghi che contengano il giusto numero di parole chiave. Molto dipende dal tipo di sito che volete creare e dall’obiettivo che intendete perseguire ma la verità sta nel mezzo.

È preferibile mettere nella schermata principale testi leggibili, magari suddivisi in puntini numerati e spazi per far riposare il lettore, titoli, sottotitoli e paragrafi per far respirare il testo.

L’utente, inoltre, è abituato a “scrollare”, quindi non vi affannate a comprimere foto e testi nella facciata principale del sito. Le foto e le immagini hanno comunque la loro importanza ma ricordatevi che occupano molto spazio e rischiano di rallentare il sito, quindi scegliete con cura quelle più d’impatto.

È un aspetto da tenere a mente soprattutto per la user experience sul mobile, cioè la navigazione di un sito web su telefonini, smartphone e tablet.

Infatti, un sito ben posizionato nella SERP ma con una scarsa user experience magari attirerà l’utente ma non riuscirà a trattenerlo sul sito; viceversa un sito ben fatto, che però ha scarsa visibilità, non riuscirà a richiamare l’attenzione dell’utente.

Ecco perché la user experience e la SEO non sono nemiche ma, anzi, camminano di pari passo. Quando vi rivolgerete ad un web designer, accertatevi che si ricordi di questo aspetto!

3. L’utilizzo sfrenato della tecnologia e degli effetti grafici

Alcuni web designer, con un gusto eccessivo della spettacolarità, ritengono che il sito web debba essere una sorta di circo con effetti grafici luminosi, musichette e tecniche all’ultimo grido.

In realtà l’utilizzo sfrenato della tecnologia e degli effetti grafici, con l’inserimento di tantissime animazioni che si muovono, rendono il sito web più simile ad un luna park, distogliendo l’attenzione dell’utente dai contenuti, che sono la parte principale.

Inoltre utilizzare software grafici particolari o eccessivamente articolati e complessi rischia di mandare in crash l’intero sistema, così il vostro sito perde di credibilità e allontana i potenziali lettori che lo ritengono poco serio ed affidabile. Anche l’uso delle musichette può risultare antipatico e snervante per chi sta navigando nel vostro sito.

Il consiglio, quindi, è quello di evitarle ma se proprio non potete farne a meno inserite un frame nascosto che impedisce la ripartenza della musica ad ogni cambio di pagina.

4. Scarso supporto di navigazione

Un errore piuttosto comune è quello di pensare che una volta attirato il lettore sul proprio sito il lavoro finisca lì.

Invece no, quella è solo la parte iniziale. Il lettore non deve essere abbandonato a se stesso ma deve avere una struttura chiara dello spazio informativo del sito.

Bisogna creare una sorta di cartina geografica, una mappa con l’indicazione “voi siete qui” accessibile in ogni momento ed in ogni parte del sito, esattamente come se fosse un turista che si muove all’interno di una città nuova. Per completare l’opera può essere molto utile la funzione “cerca nel sito”.

Uno scarso supporto di navigazione, infatti, è uno dei 6 errori da evitare nel web design.

mappa grafica

5. Lasciare appassire il sito

Ogni sito web è esattamente come un giardino: ha bisogno di essere innaffiato, potato e piantumato.

Avete mai visto un giardino che si cura da solo? Sicuramente no, poichè ha bisogno di cure quotidiane per essere sempre rigoglioso ed accattivante.

Perciò è importante non lasciare appassire il sito: assumete un giardiniere-web, vale a dire un tecnico esperto professionale che innaffi il sito con l’inserimento di informazioni sempre nuove, lo poti eliminando i link scaduti o i file non più necessari e obsoleti e, infine, piantumi il sito inserendo nuovi contenuti.

Un sito che non viene aggiornato è come un giardino non curato con erbacce che crescono incolte e che, proprio per questo, nessuno visita più.

6. Download troppo lungo delle pagine

L’ultimo dei 6 errori da evitare nel web design è un download troppo lungo delle pagine.

È stato calcolato, infatti, che mediamente il lettore ha una soglia di attenzione di 10-15 secondi prima di perdere interesse verso un argomento. Una volta cliccato il contenuto desiderato, il download della pagina non deve essere troppo lungo, altrimenti il lettore si stancherà ed aprirà altri contenuti, o peggio ancora girerà su qualche altro sito.

Quindi dovete avere un sito snello, non appesantito da file, immagini, foto o plugin inutili che pregiudicano la velocità della navigazione, che inevitabilmente incide anche sulla user experience.

Ora sapete quali sono i trucchi per creare un sito web, potete smanettare da soli ma se l’obiettivo è realizzare un prodotto di qualità è consigliabile richiedere l’aiuto di un web designer oppure di un'agenzia web.

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...