Come curare il giardino in inverno

Immagine di anteprima per: Come curare il giardino in inverno

Avere un giardino è fantastico, soprattutto nei mesi caldi quando esplodono i colori estivi di piante e fiori che vivacizzano il prato e tutto l’ambiente circostante la propria abitazione.

In inverno invece i colori si incupiscono, ma questo non significa che bisogna trascurare il giardino.

L’inverno infatti è un periodo di riposo vegetativo per piante e fiori, che si preparano e si rigenerano per il nuovo anno. È proprio in questo periodo che si gettano le basi per una ricrescita rigogliosa della flora ed una ricrescita sana e naturale dell’erba nel periodo primaverile.

Curare il giardino in inverno è fondamentale, poiché viene messo a dura prova da temperature freddissime, gelate, piogge torrenziali ed in alcuni casi anche nevicate che rischiano di rovinare il prato.

È fondamentale quindi adottare alcune contromisure come la potatura della siepe, la consimazione e l'arieggiamento del prato.

In questo articolo vi spiegheremo come curare il giardino in inverno, con trucchi, suggerimenti e consigli particolarmente utili per difendere il prato dagli agenti atmosferici invernali e preservarlo in vista delle stagioni calde.

Potatura siepi

potatura siepe

Una delle operazioni necessarie per tenere il giardino in perfetta forma è la potatura delle siepi, il periodo migliore per quest’azione è ottobre.

Ad autunno infatti arrivano già le prime gelate notturne quindi, una volta che il terreno è diventato duro, è opportuno potare le cosiddette piante “perenni” di almeno 10 centimetri, evitando così che il ghiaccio o la neve possa depositarsi sugli arbusti, spezzandoli.

Evitate la potatura delle siepi in pieno inverno, perché le piante potrebbero risentirne.

Assicuratevi poi di tagliare l’erba con una certa costanza senza esagerare, tenendola leggermente alta per far respirare le piante ed il terreno, proteggendoli meglio anche dal freddo.

Se avete intenzione di mettere un nuovo letto di fiori in previsione della primavera, vi consiglio di coprire quella zona con teli di plastica pesanti, in modo da scongiurare la crescita di erbacce, i cui semi possono essere trasportati dal vento col rischio di rendere inutile la potatura siepe.

Prima di una grande nevicata è opportuno coprire il prato con una pacciamatura di aghi di pino a diversi centimetri di profondità. Passiamo alle altre operazioni da tenere a mente per sapere come curare il giardino in inverno.

Concimare il prato

concimare il prato

Concimare il prato è fondamentale per preservare il proprio giardino, ma va fatta con estrema cautela ed attenzione.

È opportuno concimare il prato nel tardo autunno, quando è sufficiente una concimazione contenuta ma costante, mantenendo così le corrette funzioni del prato.

Utilizzate concimi a lento rilascio, a basso contenuto di azoto e ricco di potassio per rinforzare il prato. Se dovesse crearsi del muschio, è consigliabile utilizzare prodotti a base di ferro per bloccarne la formazione.

Riprendete a concimare il prato in primavera, in concomitanza con il risveglio ed il fermento vegetativo.

Arieggiare il prato

arieggiare il prato

Arieggiare il prato significa farlo respirare e permette a tutte le zone di ricevere la luce, fondamentale per il manto erboso.

Nei periodi autunnali ed invernali gli alberi perdono le foglie, che vanno a depositarsi sul prato compromettendone sia la salute che l’estetica.

Prima di arieggiare il prato bisogna rimuovere queste foglie utilizzando un rastrello a denti larghi e leggeri, permettendo al prato di poter respirare più liberamente.

Arieggiare il prato consente anche di evitare il ristagno di umidità ed il proliferare di malattie fungine.

Si può arieggiare il prato anche con la cosiddetta operazione dell’arieggiatura, che consiste nel creare buchi nel terreno, che saranno poi riempiti con terra e sabbia.

Se il terreno risulta essere molto pesante, è opportuno eseguire questa operazione con la carotatrice, capace di creare buchi nel terreno.

Un’altra operazione consigliata è la scarificazione, che consiste nel sollevare lo strato di feltro presente nel manto erboso.

Sul mercato esistono macchine create appositamente per eliminarlo.

Come combattere il muschio

Precedentemente abbiamo fatto riferimento al muschio, uno dei principali nemici del giardino in inverno.

La scarsa quantità di luce favorisce la crescita del muschio, e gli ambienti maggiormente a rischio sono quelli all’ombra e scarsamente illuminati.

Presso i garden center potete acquistare dei prodotti appositi per eliminare il muschio. Una volta che il muschio è morto, dovete eliminarlo ed applicare successivamente uno specifico fertilizzante per conservare il giardino in inverno.

Irrigare il giardino

Irrigare il giardino in inverno non è quasi mai necessario, poiché in questo periodo si verificano numerose precipitazioni.

Nel caso in cui però non dovesse piovere da diverse settimane, ed il prato inizia a mostrare segni di sofferenza, allora sarà opportuno irrigare il prato benchè sia inverno.

Cercate di non esagerare, e se si verificano ristagni di acqua o di umidità provvedete subito a rimuoverli applicando sopra della sabbia.

Lavorare la terra, seminare e diserbare

lavorare la terra seminare e diserbare

Lavorare la terra, seminare e diserbare sono tutte operazioni che è meglio fare in primavera.

Tuttavia è possibile eseguirle anche in autunno, ma non oltre ottobre.

Si può lavorare la terra nei periodi invernali, se non è eccessivamente imbevuta di acqua, approfittando delle giornate assolate che spesso ci regala l’autunno.

Seminare e diserbare sono invece operazioni che è consigliabile fare quando ci sono tra i 13 ed i 15 gradi, quindi è meglio evitarle in pieno inverno

Come curare le piante da esterno invernali

Per curare le piante da esterno invernali la cosa migliore da fare è mettere i vasi in cui sono contenute all’interno e coprirle con della paglia, che agirà come un ottimo assorbente contro l’umidità eccessiva.

Anche i fiori particolarmente delicati dovrebbero essere messi in un luogo interno, per evitare che appassiscano.

Se notate che le foglie dei fiori tendono ad annerirsi in inverno, riponeteli in un luogo chiuso  ed asciutto per almeno un paio di giorni.

Dopo questa operazione imballateli nel polistirolo con un muschio di torba o un giornale tagliuzzato, assicurandovi di conservare i fiori in un luogo asciutto e buio a 40 gradi fino all’inizio della primavera.

Per custodire le piante da esterno invernali ed i piccoli alberi dal freddo, recintateli con un imballaggio di paglia oppure con delle foglie triturate. Assicuratevi anche di rimuovere eventuali rami spezzati, che potrebbero favorire la proliferazione di batteri.

Ora sapete come curare il giardino in inverno, con operazioni piuttosto semplici che potete eseguire anche da soli.

Per la manutenzione straordinaria o per operazioni più complesse vi suggerisco di consultare un bravo giardiniere, che può essere contattato anche per un controllo periodico del giardino in inverno, quando ci sono più insidie e pericoli per il vostro prato. Del resto prevenire è sempre meglio che curare!

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...