Come scegliere l'assicurazione sulla vita e sulla casa

Immagine di anteprima per: Come scegliere l'assicurazione sulla vita e sulla casa

Proteggere la propria casa e la propria famiglia è fondamentale per vivere sicuri.

Purtroppo a volte non si pensa agli imprevisti che posso capitare, ma una volta che questi accadono ci si pente per non aver attivato una polizza sulla casa e sulla vita. Alcuni eventi possono avere ripercussioni economiche piuttosto gravi per la vostra vita futura, è meglio premunirsi in tempo e agire anticipatamente per prevenire qualsiasi tipo di danno ed essere pronti a tutto.

La cosa migliore da fare è stipulare un’assicurazione vita ed un’assicurazione casa, scegliendo le varie clausole e le diverse opzioni anche in base alle vostre necessità ed alle vostre richieste. Per farlo dovete rivolgervi ad una compagnia assicuratrice, che saprà fornirvi tutte le spiegazioni possibili ed immaginabili, dandovi utili consigli sulle migliori polizze e quelle più indicate in base ai casi specifici. Di seguito una lista di suggerimenti su come scegliere l’assicurazione sulla vita e sulla casa.

Una polizza personalizzata

Per sapere come scegliere l’assicurazione sulla vita e sulla casa, dovete chiedervi quali sono i rischi maggiori che correte. Questo significa scegliere una polizza personalizzata, in quanto le compagnie assicuratrici offrono soluzioni molto flessibili, plasmabili a qualunque situazione. Per quanto riguarda l’assicurazione sulla casa dovete valutare:

  • Il premio, cioè l’importo annuale da pagare
  • Le esclusioni, cioè i danni che l’assicurazione non copre
  • Gli eventi ed i danni inclusi nella clausola, cioè la copertura garantita dall’assicurazione
  • Gli extra, cioè quelle coperture che possono essere aggiunte pagando a parte una somma in più

Si possono inserire tante altre clausole, tra cui: l’assicurazione incendio, guasti all’impiantistica e ad altri dispositivi elettronici, scoppi ed esplosioni provocati da fughe di gas, atti vandalici e tentativi di furto, furto di oggetti di valore, danni causati da animali domestici, danni dovuti da calamità naturali ed eventi atmosferici, allagamenti, infiltrazioni e danni provocati involontariamente ai vicini.

E’ inoltre opportuno ricordare che, con il Decreto Legge 59 del 15 maggio 2012, lo Stato non è tenuto a risarcire danni derivanti da terremoti, alluvioni e frane. Perciò è consigliabile stipulare assicurazioni contro questa tipologia di eventi. Scegliete quindi soluzioni che vengano incontro alle vostre esigenze. Ad esempio se vivete in prossimità del mare o di fiumi, è consigliabile stipulare un’assicurazione contro le alluvioni; se vivete in prossimità di montagne contro le frane; se vivete in una zona altamente sismica contro i terremoti e così via.

Assicurazione casa: da cosa dipendono i costi?

assicurazione sulla casa

I costi di un’assicurazione sulla casa dipendono da vari fattori, innanzitutto dalle caratteristiche dell’immobile da assicurare. Per esempio sono previsti sconti sostanziosi se l’abitazione è già dotata di grate antifurto, inferriate, porte blindate, antifurti elettronici, sistemi di videosorveglianza e allarmi. Il premio dell’assicurazione varia anche a seconda dei metri quadrati della casa, dal valore dell’immobile, dal comune e dalla zona di residenza e dalla tipologia di abitazione (villa, condominio, appartamento, ecc.).

Se decidete di trasferivi in un’altra abitazione, potete tranquillamente mantenere la polizza sulla casa, con le relative variazioni economiche che possono aumentare o diminuire in base alle caratteristiche del nuovo immobile in cui andrete a vivere.

E’ particolarmente utile stipulare un’assicurazione sulla casa se vivete in una zona considerate a rischio relativamente alla microcriminalità. In alcuni casi è possibile associare l’assicurazione sulla casa con la polizza vita, ma ovviamente i costi tendono ad aumentare.

Polizza vita: come funziona?

assicurazione sulla vita

Stipulare una polizza vita significa proteggere la propria famiglia da eventuali crisi economiche, licenziamenti o altri imprevisti, come infortuni, invalidità temporanea o permanente e, nella peggiore delle ipotesi, il decesso.

Quando si stipula una polizza sulla vita entrano in scena quattro attori: il contraente, il beneficiario, la compagnia assicuratrice e l’assicurato. Il contraente è colui che stipula il contratto e che solitamente versa il premio; il beneficiario è colui che ritirerà il premio; la compagnia assicuratrice che si impegna a risarcire il beneficiario in caso di morte o incidente; ed infine l’assicurato, al quale è riferito l’evento.

Per poter riscuotere il premio della polizza vita non è necessario che l’assicurato muoia, ma può essere riscosso anche quando è in vita. Si tratta della cosiddetta “polizza caso vita”, ed in questo caso il contratto può essere stipulato con una scadenza.

Se il pagamento della polizza viene effettuato in un’unica soluzione, si parla di premio unico. Si dice invece che il premio è ricorrente quando il pagamento viene effettuato a rate. Infine si parla di premio unico ricorrente quando il versamento avviene tramite il pagamento di un importo fisso a date prestabilite.

Assicurazione in caso di morte: come funziona?

L’assicurazione in caso di morte dell’assicurato prevede il pagamento di un premio al beneficiario o ai beneficiari.

In genere esistono due tipi di polizze: la polizza caso morte temporanea e polizza a vita intera. La prima stabilisce che il pagamento del premio viene effettuato nel caso in cui la premorienza dell’assicurato si verifica nel periodo di durata del contratto. La seconda invece sancisce che il pagamento del premio viene effettuato alla morte dell’assicurato, indipendentemente dal momento in cui è avvenuta. In caso di morte del contraente il pagamento del premio al beneficiario o ai beneficiari può avere una durata temporanea o per tutta la vita.

Se si opta per la durata temporanea, il premio verrà versato se l’assicurato muore prima della scadenza della polizza. Se invece si sceglie l’opzione per tutta la vita, il premio verrà pagato senza considerare il momento in cui è sopraggiunta la morte. Questa opzione si chiama “polizza caso morte”.

Esiste poi una polizza sulla vita detta “mista”, che garantisce il pagamento di un capitale o di una rendita vitalizia nel caso in cui l’assicurato è ancora in vita alla scadenza del contratto. Oppure, in caso di morte dell’assicurato nel periodo di durata della polizza, verrà versata un’indennità. Il premio o la rendita vitalizia vengono versati prima della scadenza del contratto, anche se l’assicurato è ancora in vita e anche se muore durante il periodo in cui la polizza è ancora valida.

Assicurazione sulla vita: condizioni ed informazioni utili

Solitamente si stipula un’assicurazione per il capofamiglia, ma la maggior parte delle compagnie assicurative non stipulano polizze per persone che hanno superato i 75 o gli 80 anni di età. Bisogna preventivamente stabilire l’ammontare del premio che riceverà il beneficiario.

Per quanto riguarda le modalità del pagamento ci sono varie modalità: mensile, semestrale, annuale, bonifico bancario o carta di credito. Nel corso del tempo il contraente può anche decidere di cambiare il nome del beneficiario, o dei beneficiari, tramite una comunicazione scritta alla compagnia di assicurazione. Nel momento in cui bisogna rinnovare un’assicurazione sulla vita, la compagnia assicuratrice potrebbe richiedervi di effettuare una visita medica per accertare il proprio stato di salute.

Bisogna ricordare infine, che la polizza sulla vita non rientra nell’asse ereditario, quindi il contraente deve decidere di sua spontanea volontà quale beneficiario indicare. I nomi dei beneficiari possono essere indicati al momento della stipula dell’assicurazione sulla vita, oppure in un secondo momento con una comunicazione scritta alla compagnia, oppure tramite testamento.

Ora sapete tutto su come scegliere l’assicurazione sulla vita e sulla casa, non vi resta altro che contattare una compagnia assicuratrice e stipulare la polizza più adatta alle vostre necessità.

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...