Come sconfiggere l’umidità che affiora dal pavimento

Immagine di anteprima per: Come sconfiggere l’umidità che affiora dal pavimento

Il nemico è subdolo, costruisce le sue trame di nascosto, per sferrare l'attacco finale trovandoci impreparati. Questo vale anche per le insidie di casa. L'umidità, per esempio, che può tradire inaspettatamente l'estetica, la salubrità e la sicurezza delle nostre abitazioni, soprattutto se datate o private di adeguate operazioni di difesa. Tra i luoghi più vulnerabili di un edificio, di fronte alla minaccia di fenomeni di umidità che genera condensa, ci sono i piani rialzati e i piani terreni. E in questi casi, ad essere colpiti, se non sono stati eseguiti i necessari lavori di coibentazione in fase di costruzione o di ristrutturazione, sono i pavimenti.
Le infiltrazioni causate dall'umidità dal pavimento hanno sempre una causa precisa che occorre individuare, per poter trovare la soluzione più efficace e applicarla contro questo avversario che non è bello da vedere e non è sano da vivere. Vi proponiamo, dunque, alcune informazioni e soluzioni che possono aiutarvi nella prevenzione o nella battaglia domestica contro gli inestetismi e i rischi dei fenomeni da umidità:

 1- Condensa
È un fenomeno del tutto naturale, ma in casa può causare guai. L'aria, a temperature elevate, assorbe il vapore acqueo sino alla saturazione. Quando si raffredda, espelle il vapore che, a sua volta, a contatto con superfici più fredde, si condensa e si trasforma in gocce d'acqua. I problemi di apparizione di condensa nelle nostre abitazioni sono, quindi, dovuti al fatto che le superfici come strutture, infissi, solaio, pavimenti, sono più fredde rispetto alla temperatura della stanza.

2- Umidità
Cause: La mancanza o il funzionamento difettoso di uno strato isolante è tra le principali cause di problemi relativi all'umidità dai pavimenti, perché non consente un'adeguata difesa contro il salire dell'acqua per il fenomeno della capillarità. Alcuni edifici difettano di impermeabilizzazioni tra muro e terreno, il che permette all'acqua del terreno stesso di risalire e intaccare pavimenti e pareti. Il danno è inizialmente estetico, ma si trasforma ben presto in una piaga per il benessere all'interno della casa. I muri diventano umidi al tatto, la pittura si distacca, si generano crepe, efflorescenze saline, muffe nella parte bassa delle pareti. L'ambiente diventa sensibilmente umido, con relativo odore diffuso di muffa. Quando l'acqua che proviene dal terreno evapora, i sali in essa contenuti passano dallo stato liquido a quello solido, creando cristalli che si espandono di volume sino a causare sbriciolamento o distacco dell'intonaco e dello strato di calpestio del pavimento.

3-Conseguenze: sono ben tre i livelli di danno arrecato alla casa dall'umidità in eccesso.
 - Danni estetici: è evidente che muffe, funghi, macchie sull'intonaco causate dai sali rappresentano un duro attacco alla bellezza e all'armonia dei nostri interni. Ma sono, in realtà, il male minore.
 - Danni igienici: tassi molto alti di umidità in un'abitazione creano un ambiente decisamente malsano per chi ci vive o lavora. Soprattutto in caso di abitanti già affetti da problemi respiratori o di artriti. I muri umidi, inoltre, causano anche un aumento significativo dei costi energetici per il riscaldamento degli ambienti. Rispetto a un muro isolato e asciutto, il muro umido perde infatti dal 30 al 50% del suo potere isolante.
- Danni strutturali: dai citati distacchi di pittura e intonaco si può, a lungo termine e in casi estremi, arrivare addirittura alla disintegrazione dei mattoni e della pietra, minacciando l'integrità stessa della struttura dell'edificio.

 4- Soluzioni La più citata e comune è la soluzione del vespaio areato, ovvero un'intercapedine di circa 50 o 60 cm. posta tra terreno e soletta del piano terra per ostacolare la penetrazione dell'umidità del terreno nel pavimento. Soluzione, tuttavia, non definitiva o completa. Se ben costruito e areato, risulta efficace per isolare termicamente il pavimento. Ma non può estendere la sua efficacia ai principali veicoli di risalita capillare dell'umidità, cioè le murature.
Altre soluzioni collaterali possono essere le seguenti:
- Elettro-osmosi attiva o passiva, che agisce sulle cariche elettriche negative che si sono addensate nelle murature a varie altezze, riconoscendo nei campi elettrici da esse creati la causa dei fenomeni di umidità di risalita _
- I rivestimenti in resina per pavimenti, soluzione d'arredo molto praticata nelle ristrutturazioni moderne
- Le membrane impermeabilizzanti per pareti
- Le iniezioni di silicone
- L'isolamento con poliuretano espanso a spruzzo

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...