Sei già registrato?
Ti aiuta a trovare il professionista che fa al caso tuo! Scopri come funziona
Ti aiuta a trovare il professionista che fa al caso tuo! Scopri come funziona

Quali permessi servono per costruire tettoie, verande, tende e pensiline

Immagine di anteprima per: Costruire Tettoie (strutture, materiali e permessi)

Se volete costruire tettoie, verande, tende, pensiline e altri elementi simili che riparano dal sole, dovrete informarvi accuratamente sulle normative vigenti nel vostro comune di residenza, poiché bisogna ottenere una serie di permessi prima di iniziare i lavori. Queste strutture permettono di massimizzare la funzionalità dei vostri spazi esterni e di valorizzarne il design, dandovi la possibilità di godere del vostro giardino o balcone anche d'estate.

Permesso di costruire, DIA e concessione edilizia per tettoie, verande, tende e pensiline

I permessi e le autorizzazioni che bisogna richiedere all’ufficio comunale cambiano in base alla tipologia di struttura che si vuole installare sul balcone, terrazzo o in giardino. Se abitate in un condominio, ricordate che dovrete informare gli altri condomini e l’amministratore per assicurarvi di non interferire con il regolamento condominiale e di non creare disagio a nessuno. Solo successivamente, in seguito ad un riscontro positivo, sarà possibile dare il via ai lavori. Inoltre, prima di recarvi in Comune ad effettuare la richiesta per il permesso di costruire tettoie, pensiline o altro, dovrete capire in quale "categoria" rientra la struttura che volete installare. Questo vi permetterà di identificare il titolo abilitativo per il quale dovrete richiedere l'autorizzazione.

Attraverso il Regolamento Edilizio disponibile al vostro ufficio comunale di riferimento potrete capire cosa vi serve esattamente. Successivamente, potrete rivolgervi ad un geometra o architetto che vi aiuterà durante tutta la procedura necessaria per costruire pensiline e tettoie e potrà darvi anche indicazioni per quanto riguarda le tende e le verande.

La funzione della struttura permette di identificare la categoria di tettoie, pensiline, tende e verande: potrebbe essere un elemento valido per creare un po’ d’ombra e/o proteggere lo spazio esterno dai vari cambiamenti atmosferici, oppure potrebbe trattarsi di una struttura che consente di incrementare la metratura di un’area vivibile all’interno dell’abitazione.

Un aspetto molto importante di cui bisogna tenere conto è che la giurisprudenza relativa all’edilizia tiene conto della tipologia di struttura anche in base a parametri come l’amovibilità: si definisce precaria una struttura che può essere eliminata senza particolari lavori e, in questo caso, normalmente, la struttura non necessita della richiesta del permesso di costruire. Di solito le tende da sole per esterni rientrano in questa categoria a patto che non siano estremamente invasive per i condomini e/o per l’edificio stesso e che non siano fisse. 

2 I tuoi dati
3 Conferma
Confronta preventivi per delle Tende da Sole
I campi con l’asterisco * sono obbligatori
Più informazioni inserirai, più i preventivi che riceverai saranno accurati e puntuali.
2 I tuoi dati
3 Conferma
Completa i tuoi dati e crea la tua richiesta di preventivo.
Cliccando su "Ricevi codice di verifica", riceverai un SMS per confermare il tuo numero di telefono.
Se l'hai ricevuto entro 30 secondi, prova di nuovo.
Cliccando su Conferma dichiari di aver letto ed accettato termini e condizioni del servizio Fazland.

Se la costruzione richiede dei veri e propri lavori, bisogna informarsi per capire se tale opera rientra nel settore di edilizia libera. In questo caso, non servirà un permesso di costruire ma dovrete avvalervi di un CIL, ovvero fare la Comunicazione di Inizio Lavori. Per quanto riguarda invece la realizzazione di strutture fisse come le tettoie e alcuni tipi di pensiline, il permesso di costruire e la DIA (dichiarazione inizio attività) saranno certamente necessarie, poiché tali strutture vanno ad aumentare il volume dell’edificio in maniera permanente.

Ad ogni modo ricordate sempre di richiedere informazioni specifiche al costruttore o all’installatore già dalla prima consulenza: il falegname o l’impresa edile potrà darvi indicazioni più specifiche in base a ciò che volete costruire e saprà subito dirvi se il lavoro è tranquillamente fattibile oppure se serve un permesso di costruire, una concessione edilizia, un CIL, la DIA o altre eventuali autorizzazioni decise direttamente dal Comune in cui risiedete.

In conclusione, prima di iniziare a costruire tettoie e pensiline, o montare tende e verande, il suggerimento è quello di parlarne con i condomini e l’amministratore alla riunione di condominio, e di parlare con il costruttore o l’installatore. Potrebbe essere necessario recarvi anche in Comune per ottenere tutte le informazioni necessarie. Un ulteriore consiglio è quello di presentarvi sia all’assemblea condominiale che all’ufficio comunale con in mano il progetto per costruire una tettoia, veranda, o pensilina. La progettazione sarà un modo per far capire esattamente cosa volete fare e se avete bisogno di particolari permessi per costruire o di una specifica concessione edilizia. Infine, è molto importante indicare le dimensioni di tettoie, verande, tende e pensiline, ed anche i materiali che verranno utilizzati per costruire.

Costruire tettoie: struttura, materiali e permesso di costruire

Una tettoia è una struttura rigida provvista di telaio e pilastri. Le tettoie sono aperte su almeno due lati e spesso vengono installate alle pareti esterne della casa in maniera fissa. Le tettoie, così come le verande e le pensiline, sono in grado di incrementare potenzialmente il volume dell’area vivibile di un appartamento, prolungandola verso l’esterno. Esistono vari tipi di tettoie che si differenziano per la modalità di installazione e per il tipo di materiale con il quale sono costruite: legno, metallo, vetro o la combinazione di questi tre elementi.

Le tettoie, essendo strutture fisse ed intelaiate, non rientrano nella categoria delle costruzioni amovibili. Per questo motivo, non si tratta di un’opera precaria e, nella maggior parte dei casi, necessitano della realizzazione di un progetto, di verifiche specifiche e della richiesta “permesso di costruire tettoie”. Costruire tettoie è un atto che rientra nella categoria della ristrutturazione, e quindi potrebbe anche essere necessaria la richiesta della DIA.

La costruzione delle tettoie necessita di una distanza minima da altri edifici collocati nelle immediate vicinanze, che di solito è di almeno 5 metri. Perciò, se pensate di costruire tettoie, dovrete assicurarvi di rispettare queste specifiche distanze. Per questi motivi, è sempre opportuno avvalersi del supporto di un geometra o architetto professionista, che sarà in grado di aiutarvi anche a preparare e presentare la richiesta permesso di costruire o la DIA. Infine, anche per quanto riguarda la costruzione di tettoie sui vostri terrazzi o balconi, per la maggior parte dei Comuni italiani bisogna presentare la SCIA, ovvero la Segnalazione Certificata di Inizio Attività.

Costruire verande: le autorizzazioni necessarie e permesso di costruire

Le verande, a differenza delle tende, tettoie e pensiline, si presentano come una struttura interamente chiusa. Esistono diverse tipologie di verande e possono essere installate in luoghi diversi: in terrazza e sul balcone, ma anche in un attico o in un giardino.

Anche se si tratta di una struttura sottile e scorrevole, costruire una veranda permette di aumentare lo spazio a disposizione all’interno della casa, di aggiungere metratura all’originaria volumetria dell’immobile e di modificarne la forma. Inoltre, proprio come le tettoie, le verande vengono identificate come strutture fisse e non precarie. Per questo motivo, nella maggioranza dei Comuni italiani è prevista la richiesta del permesso di costruire. Senza il permesso, si tratterebbe di un elemento abusivo. Oltre alla richiesta del permesso di costruire, è doveroso assicurarsi che l’edificio abbia della volumetria libera. In questo modo potranno essere rispettate una serie di norme che variano da Comune a Comune. Inoltre, chi abita in un condominio deve ricevere il consenso di tutti gli altri residenti all’interno dello stabile, per poi allegare la loro autorizzazione alla richiesta permesso di costruire.

Per quanto riguarda le verande, sappiate che l'obbligo di richiedere una concessione edilizia o un permesso di costruire è presente nella maggioranza dei comuni italiani, proprio come succede per le tettoie. A volte, al posto del permesso di costruire potrebbe essere richiesta la SCIA (dipende sempre dal proprio Comune di residenza) ed al termine dell’installazione è richiesta una presentazione della modifica catastale all'Agenzia delle Entrate, che dovrà essere abbinata alla nuova planimetria dell’appartamento. 

 

Costruire tende: la scelta più semplice 

Le tende da sole per esterni sono costituite da una struttura in metallo attaccata al muro o al soffitto. A questa struttura viene integrato il tessuto che permette di creare una valida schermatura solare. Naturalmente la costruzione delle tende da sole è molto più semplice e rapida rispetto alla costruzione di tettoie, pensiline e verande. In commercio si possono addirittura trovare kit per montare le tende da sole fai da te.

Inoltre, dal punto di vista urbanistico, le tende da sole vengono identificate come un elemento che non possiede una conformazione strutturale autonoma e, pertanto, la loro costruzione non richiede di avvalersi di permesso di costruire, di DIA o di una particolare concessione edilizia. Infatti, tutte le tipologie di tende da sole o da esterno, rientrano nella categoria edilizia libera o edilizia privata e, dato che modificano esteticamente la facciata di un immobile, vengono considerate come un arredamento esterno che non va ad influenzare però la volumetria dell’edificio stesso.

Per questi motivi, normalmente, per costruire tende è sufficiente effettuare una comunicazione di inizio lavori. Ad ogni modo, non dimenticate che, come nel caso della costruzione di tettoie, pensiline e verande, se abitate in un condominio è sempre consigliabile richiedere il consenso degli altri residenti e dell’amministratore. In questa maniera potrete assicurarvi di non creare disagio e di non violare il regolamento condominiale. 

Tuttavia, se abitate in un centro storico, potrebbero essere necessarie altre autorizzazioni e, in alcuni casi, potrebbero negarvi il consenso per costruire le tende da sole. In queste aree della città, lo stesso può accadere per le tettoie ma anche per le pensiline e le verande.

 

Costruire pensiline: il procedimento è simile alla tettoia ma ogni Comune fa la sua scelta

Quando si tratta di pensiline, si parla di strutture simili alle tettoie ma prive di pilastri e con dimensioni diverse. Generalmente il motivo principale per cui si sceglie di costruire pensiline è per proteggere infissi e serramenti dalla pioggia e da altri agenti atmosferici.

Così come le tettoie, anche le pensiline possiedono una struttura attaccata alla parete. In tal caso, anche se si tratta di una struttura non troppo invasiva, le pensiline non vengono identificate precarie come le tende. Infatti, da un punto di vista urbanistico, comportano una modifica dell’aspetto, della volumetria e della forma originaria dell’edificio in cui vengono costruite. Pertanto, come le tettoie e le verande, la scelta di costruire pensiline comporta la richiesta permesso di costruire.

Tuttavia, come sempre, è meglio informarvi a dovere in quanto in alcuni Comuni è prevista la SCIA, invece che il permesso di costruire. Una pratica consigliata è quella di contattare un geometra esperto per farvi un progetto e sbrigare le pratiche e richiedere il consenso dei condomini residenti nel vostro stesso stabile.

Lascia il tuo commento
Fazland
chiedi, confronta, risparmia
Fazland è un servizio che ti permette di ricevere e confrontare gratuitamente fino a 5 preventivi di professionisti di settori diversi, senza impegno, per risparmiare tempo e denaro.
Con Fazland saprai di aver fatto la scelta migliore per le tue esigenze!
Guarda il nostro Spot TV
Da oggi così si fa!
Confronta preventivi gratis per:
Trova idee e ispirazione sul nostro blog.
Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Se vuoi avere maggiori informazioni o negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie clicca qui. Premendo il tasto Accetto acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto