Consigli per risparmiare energia in estate

Immagine di anteprima per: Risparmiare energia in estate? Ecco cosa fare!

L’estate, come si sa, è il periodo dell’anno in cui la tematica del risparmio energetico torna al centro del dibattito pubblico. È di fondamentale importanza, tanto per l’ambiente quanto per noi, imparare a risparmiare energia. Con dei comportamenti eco responsabili, oltre a migliorare lo stato di salute del nostro pianeta, miglioreremo anche quello delle nostre finanze visto che, con uno stile energetico attento e scrupoloso, si possono rendere più leggere le bollette. E migliorando i nostri consumi ridurremo gli sprechi: basta poco per inquinare di meno e far del bene alle nostre tasche. In questa stagione si assiste ad un drastico aumento dei consumi energetici, complice anche l’utilizzo dei condizionatori accessi senza badare agli sprechi pur di mantenere la casa più fresca possibile. Eppure ci sono una serie di accorgimenti che, se messi in atto, ci aiuterebbero a risparmiare energia e a ridurre i consumi.

Anzitutto partiamo col dare un consiglio che può sembrare scontato e banale ma così non è: accendete le luci soltanto di sera. Questa indicazione è particolarmente valida nel caso abbiate attivato una tariffa luce bioraria, che prevede dei prezzi diversi in base al momento della giornata. Se si riesce a concentrare almeno il 70% dei consumi nella fascia oraria 19 – 8 dei giorni feriali e nelle giornate dei weekend e dei festivi, si otterrà un notevole risparmio. Qualora in casa ci fosse sempre qualcuno, però, questa tariffa non si rivelerebbe particolarmente adatta e sarebbe meglio passare ad una monoraria.

In bagno cercate di ridurre il più possibile l’uso del phon. Approfittate del caldo estivo per asciugare i capelli all’aria aperta (cervicale permettendo), così da godersi anche di un po’ di freschezza. Dal momento che l’umidità fa percepire una più alta temperatura dell’ambiente, cercate di fare la doccia nelle ore più fresche della giornata (la mattina presto o la sera). Lo stesso vale per l’utilizzo della lavatrice. Infine provate a limitare l’uso dell’acqua calda, soprattutto se prodotta dallo scaldabagno.

Passando alla cucina, l’accortezza che vi permetterà di conseguire un miglioramento energetico consiste nel limitare l’uso del forno e delle piastre elettriche dato che assorbono molta energia in pochissimo tempo. Quando si cucina, utilizzare sempre i coperchi per evitare che il vapore si disperda per la stanza. Lo stesso vapore può essere usato per la cottura di altre pietanze: grazie alle pentole a castello, che sfruttano il calore prodotto dalla pentola principale posta sul fornello, eviterete di accendere più fuochi contemporaneamente. Un altro oggetto presente in cucina, considerato il maggior responsabile del consumo di elettricità, è il frigorifero. Acceso 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno, è sempre bene che abbia una classa energetica il più efficiente possibile. I più moderni di classe A+++ consumano il 50% in meno dell’A+, figurarsi rispetto a quelli di classe E o G. Nel caso possediate un frigorifero vecchio e non aveste la possibilità di sostituirlo, per migliorarne l’efficienza energetica vi consigliamo di sbrinarlo. Il procedimento è semplicissimo e in un pomeriggio il lavoro è fatto! Dopo aver svuotato il frigo, posizionate un panno sul fondo per raccogliere l’acqua. Detergete le pareti interne con una soluzione di acqua e aceto, risciacquate e asciugate accuratamente.

Nelle altre stanze della casa, per risparmiare energia, potrete accertarvi che non vi siano elettrodomestici e altri dispositivi in standby. In questi casi, anche se non funzionanti, continuano ad assorbire elettricità; lo stesso vale per il caricabatteria del telefono lasciato inserito nella presa. Sostituite le lampadine a incandescenza con quelle LED di nuova generazione: pur producendo la stessa quantità di luce vi faranno risparmiare e non produrranno calore. Nelle ore più calde del giorno chiudere finestre e tapparelle per impedire ai raggi del sole e alla calura esterna di entrare in casa. Le stanze possono essere arieggiate la sera sfruttando la piacevole aria notturna.

In tema condizionatori, si consiglia di installare quelli con la classe energetica dalla A in su, meglio se inverter. Questa tecnologia permetterà alla macchina di ridurre la quantità di energia utilizzata una volta raggiunta la temperatura, che dovrà essere solo di 4 gradi più bassa rispetto l’esterno. Molto spesso, per rendere l’ambiente più fresco, basterà impostare la modalità deumidificatore; come già accennato, riducendo la quantità di umidità nell’aria, la percezione della temperatura sarà più bassa. Ricordatevi sempre, una volta azionato il condizionatore, di chiudere porte e finestre di modo che il fresco si preservi e possa diffondersi anche nelle stanze adiacenti. Di fondamentale importanza anche la pulizia periodica dei filtri, che vi consentirà di ottenere una maggiore efficienza e una migliore qualità dell’aria.

Un’altra soluzione intelligente per poter sfruttare a pieno il bel sole estivo è quella di installare dei pannelli solari: otterrete acqua calda e/o energia in abbondanza e a costo zero. L’investimento fatto per montare l’impianto nel giro di poco tempo verrà ampiamente compensato dal notevole risparmio che riuscirete a conseguire. Fino al 31 dicembre 2017, inoltre, potrete usufruire dell’ecobonus, ossia una detrazione fiscale del 50% delle spese sostenute per l’installazione dell’impianto fotovoltaico, fino ad un massimo di 96.000 €.

Come abbiamo visto di modi per evitarsi bollette dell’elettricità salatissime ce ne sono molti, sta alla sensibilità e alla voglia di risparmio di ognuno il metterli in atto. Adottando questi semplici accorgimenti riuscirete a risparmiare dai 247 ai 685 euro all’anno, a seconda del profilo del consumatore e alla tariffa energetica.

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...