Cura delle piante grasse in 8 passi

Immagine di anteprima per: Cura delle piante grasse in 8 passi

Ti piacciono le piante in casa ma non hai troppo tempo per dedicarti a loro? Quello che fa per te è la cura delle piante grasse, un fai da te rilassante anche se non sei un pollice verde consumato.

Luce – Si potrebbe pensare che data la provenienza, le nostre piantine grasse siano a loro agio esposte costantemente al sole: non è del tutto vero. Per molte specie il pieno sole di mezzogiorno può effettivamente essere eccessivo. E’ importante conservarle in zone molto illuminate, ma non esporle troppo specialmente in estate - la luce del mattino ad esempio è perfetta. Di solito un davanzale a sud fornisce l'illuminazione necessaria, ma se noti segni di scottatura solare (macchie marroni o nere sulle foglie), spostalo in un luogo in cui la luce non arrivi troppo diretta.

Concime - Solo in fase di vegetazione! Deve contenere fosforo, potassio e poco azoto.

Acqua – Durante la parte più calda dell'anno, molte piante grasse e cactus passano una fase di 'crescita' in cui sono più attivi e hanno bisogno di acqua e sostanze nutritive. Al contratio, con le temperature basse non hanno bisogno della stessa idratazione, quindi non innaffiare quando la vegerazione è a riposo. Durante i mesi più caldi crescono, annaffiale quindi una volta a settimana – puoi versare una tazza di acqua di tanto in tanto nel vaso, oppure aspettare che la terra si secchi e immergere la pianta in acqua per qualche minuto. Ho scoperto che questo metodo funziona bene perché tutte le radici riescono ad assorbire l'acqua e la pianta avrà poi tutto il tempo per asciugarsi.

Aria - Assicura alla tua piantina una postazione ventilata almeno per gran parte della giornata, e ricorda che l'escursione termina (tipica dei climi desertici) aiuta a rinvigorirle.

Suolo – Le piante grasse si trovano di solito in terreni granulosi o sabbiosi, quindi su suoli drenanti che devi ricreare quando le pianti. L’idea di base sarebbe mescolare qualcosa di leggero e poroso con un terreno normale per aumentare il drenaggio, in modo che le radici possano completamente asciugarsi tra un'annaffiatura e l'altra. No a terreni alcalini, sì a terreni grossolani e subacidi.

Vasi - Come per tutte le piante in casa, assicurarti che il vaso abbia un foro drenante nella parte inferiore - quelli di terracotta sono perfetti. Anche se carino da vedere, non provare a piantare cactus in tazze da tè :) .

Travasi – Tecnica un po' noiosa ma occasionale, dovresti ripeterla ogni anno o quando la pianta comincia a sembrare “stretta” nel suo vaso. Un po' di fortuna e un occhio allenato ti aiuteranno a capire il momento giusto! Evita il rinvaso se non è necessario.

Costante attenzione – Nonostante gli stessi consigli valgano circa per tutte le piante grasse, sono tutte diverse e l'unico modo per assicurarsi che si sta facendo la cosa giusta è quella di prestare attenzione a come stanno crescendo - a quanto pare ingiallimento può significare troppa luce del sole (o overwatering). Considera poi che i ristagni d'acqua uccidono le piante grasse, quindi i vasi vanno controllati constantemente.

La cura delle piante grasse non è troppo impegnativa ma va presa a cuore: le nostre amiche succulente sono pur sempre esseri viventi di compagnia su un bel davanzale, sulla scrivania dove lavoriamo o in cucina. La tendenza per l'estate sarà di averle in giardino ma in inverno sono perfette da appartamento - parola di veri esperti di giardinaggio da Bergamo a Cagliari - in tutta Italia. Cercali su Fazland!

 

 

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...

Confronta preventivi nelle città più cercate

Milano
Torino
Firenze
Napoli
Bologna
Brescia