Sei già registrato?
Ti aiuta a trovare il professionista che fa al caso tuo! Scopri come funziona
Ti aiuta a trovare il professionista che fa al caso tuo! Scopri come funziona

Come togliere la carta da parati fai da te

Immagine di anteprima per: Carta da parati: rimozione fai da te

La carta da parati è recentemente stata molto rivalutata come metodo di decorazione delle pareti interne di casa perchè consente di dare un tocco di design e di originalità alla stanza ed all'intero ambiente domestico. Se si vuole essere davvero creativi, si può applicare la carta da parati specifica anche in cucina, in modo da realizzare un ambiente davvero particolare ed unico.

Quando però inizia a diventare vecchia (come ad esempio la carta da parati degli anni 70 nella foto sotto), potreste voler togliere la carta da parati con il metodo del fai da te per poter tinteggiare le pareti con un colore fresco e nuovo o per sostituirla con una più di moda.

foto: togliere carta da parati anni 70

Ad esempio, se sulle pareti è stata applicata una carta da parati a cavalli come andava di moda anni fa, questa risulta davvero antiquata. Sarebbe quindi il caso di cambiare stile.

Inoltre, quando si ha a che fare con una carta da parati degli anni 70, è necessario, per la stessa buona conservazione dei muri, dare una rinfrescata alle pareti. Infine, per quanto riguarda la carta da parati in cucina, recentemente sono stati messi sul mercato nuovi disegni e nuovi colori, davvero adatti alle caratteristiche di quest'ambiente (ad esempio, il rosso, alcune tonalità di verde, ecc).

Vediamo quindi come togliere la carta da parati fai da te.

Togliere la carta da parati fai da te: i passaggi comuni a tutti i sistemi

Se si vuole rinnovare l'aspetto della propria casa togliere e sostituire la carta da parati può essere una buona soluzione, anche se si tratta di un lavoro lungo.

Infatti, con il trascorrere del tempo, la carta da parati ingiallisce ed invecchia, oppure si rovina a causa di strappi, graffi o segni visibili sulla superficie. Dopo averla tolta con cura, o si possono pitturare le pareti con colori di tendenza come il grigio oppure si sostituisce la carta da parati con una nuova.

Per togliere la carta da parati senza problemi dalla parete senza danneggiarla bisogna adottare alcune misure e procedure specifiche. Inoltre, si hanno a disposizione numerosi sistemi, diversi tra loro a seconda del tipo di carta da parati da togliere o delle caratteristiche del muro.

Innanzitutto, per togliere la carta da parati servono alcuni attrezzi e prodotti, quali:

- acqua calda e aceto (in alternativa, si può optare per un prodotto solvente); 

- una spugna; 

- un taglierino; 

- una spatola di plastica; 

- fogli vecchi giornali per ricoprire e proteggere i mobili e l'arredamento della stanza (in alternativa, si possono usare dei teli); 

- una macchina a vapore; 

- nastro isolante;

- abbigliamento da lavoro adatto (mascherina di protezione e guanti da lavoro);

Vediamo ora i passaggi fondamentali e comuni a tutti i sistemi.

1. Prima di tutto, si devono spostare dalle pareti tutti i mobili e posizionarli al centro della stanza (dove non intralceranno i movimenti ed il lavoro), coprendoli con fogli di giornale o con dei teli di plastica, in modo da non rovinarli. Si deve stare attenti che tra i mobili ed ogni parete vi sia almeno un metro di distanza.

2. Bisogna anche posizionare alla base delle pareti fogli di giornali, in modo da proteggere il pavimento.

3. Infine, si devono spegnere e staccare tutti gli interruttori, per poi coprire con nastro isolante le prese elettriche (per proteggerle dall'acqua utilizzata per togliere la carta da parati).

2 I tuoi dati
3 Conferma
Confronta preventivi per un Imbianchino
I campi con l’asterisco * sono obbligatori
Più informazioni inserirai, più i preventivi che riceverai saranno accurati e puntuali.
2 I tuoi dati
3 Conferma
Completa i tuoi dati e crea la tua richiesta di preventivo.
Cliccando su "Ricevi codice di verifica", riceverai un SMS per confermare il tuo numero di telefono.
Se l'hai ricevuto entro 30 secondi, prova di nuovo.
Cliccando su Conferma dichiari di aver letto ed accettato termini e condizioni del servizio Fazland.

Togliere la carta da parati rimovibile fai da te

Per togliere la carta da parati in modo appropriato fai da te bisogna capire di che tipo di carta si tratta e con quale tipo di muro abbiamo a che fare. Infatti, la carta da parati può essere rimovibile: al vinile oppure tradizionale.

Per sapere di quale tipo si tratta, basta sollevare un lembo della carta da parati ad un angolo, tirandola sù con entrambe le mani: si tratta di una carta da parati rimovibile se si toglie facilmente e tutta insieme.

Foto: togliere carta da parati rimovibile

Nel caso che dal muro si stacchi solo uno strato di carta da parati (il secondo rimane sulla parete) è una carta da parati al vinile. Infine, se usando le mani si eliminano solo piccoli pezzi di carta da parati, questa è di tipo tradizionale (la più difficile da togliere), per la quale è necessario utilizzare il metodo a vapore oppure un prodotto staccaparati.

Togliere una carta da parati rimovibile è un procedimento veloce, facile e semplice. Infatti, si può tirare via con un unico movimento. Vediamo i passaggi:

1. Staccate un angolo della vecchia carta da parati.
2. Strappatela via dalla parete. Se la carta da parati vi si lacera in mano, continuare il procedimento con un altro angolo.
3. Eliminate ogni residuo di colla, pulendo con un panno umido, acqua calda e detergente. Sciacquate ed asciugate la superficie della parete utilizzando un altro panno.

Togliere la carta da parati al vinile fai da te

1. Per togliere la carta da parati al vinile con il metodo del fai da te è utile capire con che tipo di muro si ha a che fare. Basta bussare sulla parete: se il muro risuona pieno si tratta di intonaco, mentre se risuona vuoto si tratta di cartongesso. Nel primo caso non avrete problemi (l'intonaco è perfettamente resistente all'acqua), mentre con il cartongesso si dovrà fare più attenzione.

2. Togliete la parte superiore della carta da parati in vinile: afferrate un angolo e tirate. Si staccherà e sul muro rimarrà lo strato inferiore cartaceo.

3. Con il taglierino praticate dei tagli orizzontali sullo strato inferiore della carta da parati. I tagli consentiranno alla soluzione di acqua e solvente di penetrare nello strato adesivo, in modo da facilitare la rimozione.

4. Bagnate la carta da parati con l'acqua ed il solvente per alcuni minuti. Si consiglia di usare acqua calda (faciliterà il lavoro) e di applicare la soluzione con una spugna, uno straccio, un flacone spray oppure un rullo.

5. Eliminate lo strato cartaceo. Per i passaggi più difficili si può usare una lama in plastica oppure una spatola.

6. Eliminate i residui con acqua calda e detergente. Risciacquate ed asciugate la superficie della parete con un panno pulito. Nel caso che si utilizzino prodotti chimici usate una mascherina di protezione. Nel caso di una parete in cartongesso, invece, non si deve assolutamente bagnare la carta da parati, ma si deve raschiarla via pian piano.

Togliere la carta da parati tradizionale con la staccaparati

Per togliere la carta da parati anni 70 l'ideale è utilizzare una macchina staccaparati a vapore (si può noleggiare abbastanza facilmente). È un apparecchio composto da una piastra a vapore (il cui aspetto assomiglia a quello di un ferro da stiro) e da un serbatoio di acqua che viene riscaldata con l'elettricità.

Foto: togliere la carta da parati con lo staccaparati

1. Il vapore è il metodo più usato e più pratico per togliere la carta da parati tradizionale con il metodo del fai da te, anche quella più vecchia. Bisogna praticare dei tagli sulla carta da parati con un taglierino e dei fori: in questo modo il vapore penetrerà meglio ed avrà un effetto maggiore sulla colla. Nel caso che la parete sia di cartongesso, a volte questo passaggio viene saltato.

2. La carta da parati deve essere trattata a sezioni: lavorate solo la carta da parati che si riesce ad eliminare in 15 minuti. Bisogna appoggiare la macchina staccaparati contro la carta da parati per qualche minuto. Bisogna lavorare per singola striscia, procedendo dall'alto verso il basso. Più vapore verrà somministrato, più facilmente la colla diverrà morbida e si toglierà la carta da parati. Procedete con prudenza quando la parete è di cartongesso, in quanto l'umidità può causare danni al materiale. Inoltre, la macchina staccaparati a vapore produrrà acqua calda che può sgocciolare, quindi bisogna indossare l'abbigliamento adatto (capi a maniche lunghe e guanti).

3. Finita la prima sezione della carta da parati, bisogna alzare l'angolo (si può usare un taglierino), tirare verso l'alto la carta da parati e raschiarla via. Per i punti difficili si può usare una spatola in plastica.

4. Infine, si devono eliminare i residui con acqua calda e detergente ed acqua calda. Pulite ed asciugate con uno straccio.

Togliere la carta da parati tradizionale con il liquido staccaparati

Per togliere la carta da parati anni 70 tradizionale il metodo più comune è l'uso di un liquido staccaparati. In alternativa, se si vuole usare un trattamento della tradizione, si può optare per una soluzione di aceto ed acqua. In questa maniera si sarà sicuri di evitare chiazze ed aloni sulle pareti, mentre la carta da parati sarà eliminata completamente.

1. Praticate dei tagli e dei fori sulla carta da parati, per consentire alla soluzione oppure al liquido staccaparati di penetrare nella carta da parati e di ammorbidire la colla. Se la parete è di cartongesso, si può evitare questo passaggio. In alternativa alla foratura della carta da parati si può utilizzare il carteggio con levigatrice elettrica e carta vetrata a grana 120.

2. Riempite di acqua calda (non bollente) un secchio ed aggiungete aceto (soluzione al 20%) oppure il liquido staccaparati (per le proporzioni bisogna seguire le istruzioni che si trovano sulla confezione). La soluzione di aceto può essere preferibile in quanto risulta altrettanto efficace, ma anche completamente atossica e molto economica. In alternativa, si può optare per l’ammorbidente a concentrazione del 20-50% (abbastanza economico, non deve essere profumato). La soluzione deve essere miscelata in piccole quantità, accorgimento che manterrà l’acqua sempre calda.

3. Realizzata la soluzione, si deve prendere un rullo ed immergerlo nel secchio. Si può usare anche un grande pennello oppure una spugna. Optare per un nebulizzatore consentirà di applicare la soluzione in modo più semplice, anche se il composto gocciola via altrettanto semplicemente.

4. Si deve trattare una sezione della carta da parati alla volta (la quantità che si può togliere in 10-15 minuti).

5. Lasciate che la soluzione agisca sulla carta da parati, inumidendola, per alcuni minuti.

6. Togliete la carta da parati con una spatola in plastica dal basso verso l'alto, rimuovendo una striscia alla volta. L'attrezzo in plastica eviterà di graffiare eccessivamente il muro. La carta da parati vecchia si toglie molto più facilmente di quella nuova.

7. Eseguite un secondo passaggio con la soluzione nei punti più difficili. È bene passare la soluzione sulla carta da parati per 2-3 volte almeno.

8. Man mano che le strisce di carta da parati si staccano arrotolatele. Potete appoggiarle sui giornali che ricoprono il pavimento oppure gettarle direttamente nel sacco per le immondizie.

9. Eliminate i residui di colla con detergente ed acqua calda. Infine, pulite ed asciugate la parete con uno straccio. A questo punto si può tinteggiare la parete oppure si può applicare una nuova carta da parati.

Dopo che avrete finito con la rimozione della carta da parati con cavalli o qualche altro disegno antiquato con il metodo del fai da te, se volete sostituirla con una nuova dal look moderno e di tendenza, ecco alcuni consgli sui nuovi tipi di carta da parati.

Foto: carta da parati moderna mappa

Nuovi tipi di carta da parati

Tra le nuove carte da parati di design si trovano le stampe in vinilico su tessuto non tessuto. Dai disegni originali, sono molto facili da applicare, in modo da ricoprire, decorare e personalizzare le pareti e le stanze di qualunque casa o appartamento.

Se si preferiscono le carte da parati moderni dai disegni e motivi eleganti e lussuosi, capaci di trasformare completamente una stanza, si può optare per quelle con dettagli dorati in stile Art Nouveau, oppure a motivi floreali o geometrici.

Questi modelli sono realizzati con materiali di altissima qualità e hanno colori caldi e brillanti; a volte sono persino decorati con fili di seta e perline.

Si deve ricordare che la carta da parati si adatta facilmente a qualsiasi superficie, basta che risponda alle caratteristiche di pulizia e regolarità, senza avere crepe, buchi o fori. Si consiglia, inoltre, di scegliere una carta da parati certificata e garantita con un marchio di qualità.

Un'altra tipologia molto utilizzata è la texture carta da parati particolare, utilissima per realizzare una parete somigliante ad una in mattoncini oppure in legno. Infatti, la texture carta da parati comporta un trattamento specifico e particolare della superficie, applicando incisioni e segni visivi in modo da renderla ruvida oppure per realizzare un effetto simil-ruvido. 

L'utilizzo della parola texture (letteralmente, struttura, ordito, tessitura o trama) è giustificato dal fatto che il trattamento a cui la carta da parati è sottoposta crea un'alternanza equilibrata di disegno e sfondo, producendo un effetto particolare, ma nessun effetto profondità. 

La texture carta da parati è la soluzione ideale per decorare gli ambienti interni in modo originale, imitando pareti di materiali ricercati ed abbastanza costosi. Proprio per la ruvida semplicità che garantisce, tipica delle baite di montagna o delle case di campagna, è usata molto spesso come carta da parati in cucina. La sensazione che comunica è quella di un ambiente rustico, ma non ha niente a che vedere con la carta da parati a cavalli. 

Foto: carta da parati moderna colorata

Tra l'altro, per chi è interessato ai modi in cui si può togliere la carta da parati, recentemente è stato aggiunto un modello pelabile, che si può rimuovere facilmente da asciutto, senza lasciare tracce oppure residui.

Infatti, lo strato inferiore del rivestimento resta incollato come sottofondo alla parete e, nel caso si voglia cambiare texture carta, disegno o colori, si può applicare la nuova carta direttamente sulla parete. 

Più facile di così non si può!

Lascia il tuo commento
Fazland
chiedi, confronta, risparmia
Fazland è un servizio che ti permette di ricevere e confrontare gratuitamente fino a 5 preventivi di professionisti di settori diversi, senza impegno, per risparmiare tempo e denaro.
Con Fazland saprai di aver fatto la scelta migliore per le tue esigenze!
Guarda il nostro Spot TV
Da oggi così si fa!
Trova idee e ispirazione sul nostro blog.
Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Se vuoi avere maggiori informazioni o negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie clicca qui. Premendo il tasto Accetto acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto