Quanto si risparmia con il riscaldamento a pavimento?

Immagine di anteprima per: Quanto si risparmia con il riscaldamento a pavimento?

Quanto si risparmia con un riscaldamento a pavimento? Una domanda legittima se state pensando ad un sistema innovativo ma allo stesso tempo economico per riscaldare la vostra casa. Esistono tantissimi sistemi di riscaldamento, ed il riscaldamento a pavimento, introdotto di recente nella realtà della termoregolazione domestica, si sta sviluppando abbastanza velocemente sul mercato.

Il riscaldamento a pavimento è detto anche “sistema a pannelli radianti”, ed è composto da tubi che vengono nascosti sotto al pavimento, quindi garantiscono anche un’ottima resa da un punto di vista estetico. Con questo sistema è possibile ottenere un risparmio energetico notevole, che viene ulteriormente ottimizzato se abbinato ad altri sistemi come la caldaia a condensazione o un impianto solare termico.

Il riscaldamento a pavimento può essere ad acqua oppure elettrico. Il riscaldamento a pavimento ad acqua sfrutta la circolazione dell’acqua calda in un circuito chiuso; il riscaldamento a pavimento elettrico invece sfrutta le resistenze elettriche, è alimentato da corrente elettrica e può essere collegato ad un impianto fotovoltaico.

Per l’installazione del riscaldamento a pavimento è opportuno rivolgersi ad una ditta specializzata che si occupi di caldaie.

La struttura del riscaldamento a pavimento

foto: pavimento radiante

Prima di capire effettivamente quanto si risparmia con il riscaldamento a pavimento, cerchiamo di analizzare la reale struttura di questo impianto. I tubi che compongono l’impianto svolgono le dinamiche di termoregolazione, e vengono installati sotto il pavimento ad una determinata profondità, che dipende dall’altezza e dalla larghezza del soffitto dell’abitazione. Uno strato di materiale isolante viene posto a stretto contatto con la soletta, con il compito di ridurre al minimo le dispersioni di calore verso l’esterno. Le tubazioni vengono poste al di sopra del materiale isolante ed i giunti dilatatori vengono inseriti in un massetto. In totale quindi lo spessore finale composto da isolante, massetto e pavimento dovrebbe oscillare tra i 10 ed i 15 cm.

Le tubazioni usate garantiscono un sistema di riscaldamento in totale sicurezza, utilizzando materiali resistenti ad alte temperature per un impianto che in media lavora sui 35 gradi. Quindi la struttura garantisce un pavimento riscaldato, un’ottima resa estetica ed una piena affidabilità dell’impianto.

Di fondamentale importanza ovviamente è anche la qualità dei materiali, quindi assicuratevi di rivolgervi ad una ditta seria, professionale e qualificata per l’installazione di impianti di generatori di calore.

I risparmi ed i vantaggi del riscaldamento a pavimento

In media il riscaldamento a pavimento garantisce un risparmio che va dal 10 al 15% rispetto ai sistemi tradizionali di riscaldamento. Il costo sarà minore se all’impianto vengono abbinati altri sistemi di riscaldamento come gli impianti solari termici, le pompe di calore e le caldaie a condensazione. Tale sistema garantisce il risparmio anche quando resta acceso in maniera continuativa, sia di notte che di giorno, poiché è caratterizzato da un’elevata inerzia termica (cioè la capacità dell’impianto di adattarsi velocemente alle diverse variazioni della temperatura) per la presenza del massetto di calcestruzzo, che lo separa dall’ambiente da riscaldare.

Oltre ad offrire un costo competitivo, il riscaldamento a pavimento permette anche di non modificare la composizione atmosferica lavorando sempre su temperature stabili, molto utile per chi soffre di allergie. Inoltre il riscaldamento cosiddetto “a pannelli radianti” garantisce un buon comfort termico nell’ambiente, evitando così moti convettivi d’aria ed offrendo una temperatura differente tra pavimento e soffitto, un accorgimento che alcuni sistemi di riscaldamento non hanno. In questo modo l’aria risulta più fresca e l’intera struttura è più calda ed asciutta, riducendo così la dispersione del calore.

Il riscaldamento posto sotto il pavimento non sottrae ulteriore spazio, come invece accade con i termosifoni, e l’intero sistema non richiede molti interventi di manutenzione o di riparazione. E ancora, questo sistema permette di allontanare oppure avvicinare le tubazioni, a seconda della maggiore o minore domanda di calore delle diverse aree della casa.

Se optate per il riscaldamento ad acqua potete utilizzare lo stesso impianto anche per rinfrescare durante l’estate, è sufficiente sostituire l’acqua calda nelle tubature con acqua fredda, refrigerata a circa 16-17 gradi, evitando così quei fastidiosi getti di aria fredda dei condizionatori.

Il riscaldamento a pavimento si presenta quindi come un sistema altamente funzionale e versatile, anche se la sua resa frigorifera non è paragonabile ad un classico climatizzatore estivo.

Costo di un impianto di riscaldamento a pavimento

foto: riscaldamento pavimento elettrico

È difficile dire con esattezza qual è il costo di un impianto di riscaldamento a pavimento, poiché il prezzo può variare in base a numerosi fattori come ampiezza del locale, allineamento della superficie piana e strutture laterali. Orientativamente per un sistema di riscaldamento a pavimento ad acqua, il più diffuso sul mercato, comprensivo di materassino isolante, caldaia, tubazioni ed installazione si aggira sui 50 euro per ogni mq. Come detto però il costo varia ed il prezzo potrebbe oscillare tra i 35 ed i 75 euro, in base alla quantità ed alla qualità del materiale utilizzato, che dipende dal totale del calore richiesto.

In linea di massima per un appartamento di circa 100 mq si può preventivare una spesa di 6.500 euro. Un impianto di riscaldamento a pavimento può essere considerato come un investimento a lungo termine, che garantisce benefici tramite il risparmio che ne consegue.

Quando è opportuno scegliere un riscaldamento a pavimento?

foto:pavimento riscaldato

Il riscaldamento a pavimento è molto indicato per la moquette, poiché si mantiene priva di umidità e perfettamente asciutta, impedendo quindi la formazione degli acari della polvere e di eventuali allergie, mantenendo l’aria salubre. Qualche problema invece potrebbe presentarsi con il parquet che rischia di sollevarsi. Tale impianto ha una notevole inerzia termica, quindi per arrivare ad una temperatura ideale ha bisogno di tempo. Per questo motivo il suo utilizzo è sconsigliato se il riscaldamento viene utilizzato solo per poche ore durante il giorno o durante la settimana; diversamente può ottimizzare i suoi consumi se il riscaldamento è attivo per diverse ore nel corso della giornata.

Sostanzialmente non ci sono delle variazioni sostanziali della resa termica collegate al tipo di pavimento, ma bisogna comunque tenere presenti alcuni aspetti come: la zona climatica, lo spessore ed il tipo di rivestimento, il piano e la quantità di calore necessaria per riscaldare l’ambiente in base alle sue caratteristiche (tipologia degli infissi, spessore delle pareti, efficienza dell’isolamento, ecc.).

Riscaldamento a soffitto: un’altra tipologia di riscaldamento radiante

Esistono numerose varianti del riscaldamento radiante, che si può adattare a diverse tipologie di strutture architettoniche ed esigenze personali. Nel riscaldamento a soffitto le tubazioni per l’impianto ad acqua vengono installate nel cartongesso oppure in moduli metallici. Tra il soffitto ed i moduli vengono inseriti dei pannelli isolanti che hanno il compito di contenere la dispersione del calore verso l’alto.

Rispetto al riscaldamento a pavimento, il riscaldamento a soffitto riesce a distribuire il calore in maniera piuttosto omogenea. Ciò è possibile grazie alla mancanza di mobili, armadi o altri suppellettili che invece nel riscaldamento a pavimento fungono da ostacoli alla diffusione uniforme del calore. Tuttavia il riscaldamento a soffitto, rispetto al riscaldamento a pavimento, offre una temperatura più alta all’altezza della testa ed invece una temperatura più bassa all’altezza dei piedi. Per avere un ottimo comfort invece dovrebbe essere esattamente il contrario.

Ora avete un quadro più completo ed esaustivo su quanto si risparmia con il riscaldamento a pavimento. Per avere informazioni più approfondite e chiedere consigli è opportuno rivolgersi a ditte specializzate nell’installazione di caldaie ed impianti di riscaldamento.

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...