La casa prefabbricata diventa di design ed ecosostenibile

Immagine di anteprima per: La casa prefabbricata diventa di design ed ecosostenibile

Sei mesi di personalizzazione, poi chiavi in mano per la casa dei tuoi sogni. Prefabbricata. Non una casetta da catalogo, stereotipata, dalle linee essenziali e standard, ideale per un bosco sperduto in terra nordica e inquilini avventurosi di poche pretese. Il mercato del prefabbricato sta uscendo di nicchia.

Produttori e architetti ripensano le costruzioni per componenti e le adeguano a gusti ed esigenze dei clienti. Con un occhio all'italian style. In circa sei mesi, progettazione e posa delle fondamenta compresi, si può inaugurare la propria casa prefabbricata design, personalizzata e dalle forme ricercate ed evolute, in cui l'attenzione all'eco sostenibilità e all'economia circolare è un must e non un optional.

Proprio la maggiore informazione e sensibilità alle tematiche legate ad architettura e ambiente hanno permesso al mercato del prefabbricato di avviare nuovi progetti di qualità, supportati dalle innovazioni tecnologiche e dal perfezionamento dei materiali da costruzione. Se in altri paesi europei c'è una forte e radicata tradizione di case in legno, anche in Italia, dove cemento e mattoni sono i materiali più utilizzati, il legno sta conquistando il mercato, con le sue proprietà ma anche la sua simbologia, il suo profumo, la sua consistenza legati alla natura. Anche l'acciaio si sta rivelando una scelta di tendenza, sia per la sua duttilità che ben si sposa alle richieste design, sia per la sua leggerezza, che contribuisce ad arginare il rischio sismico.

Dribblati i pregiudizi, il target italiano risponde e i grandi costruttori possono adeguare al cliente le esigenze estetiche e funzionali delle abitazioni prefabbricate. E se il cliente italiano medio in questo settore ha una buona disponibilità di denaro, una sensibile cultura ambientalista e un'accurata conoscenza del mercato, la casa su misura prefabbricata risulta un buon investimento sia a breve termine - la dettagliata pianificazione prima dei lavori riduce notevolmente gli imprevisti in corso d'opera e i relativi costi aggiuntivi - sia a lungo termine, grazie ai sistemi di risparmio energetico.

A parità di finiture e di impiantistica, il risparmio rispetto a una costruzione tradizionale può variare tra il 20 e il 40%. Con al massimo 4 mesi di lavori di costruzione in sede aziendale, anche i costi di cantiere e i relativi disagi per il cliente si riducono notevolmente. I prezzi, dunque, variando in base al grado di personalizzazione e di raffinatezza progettuale, vanno dai 300.000 euro al milione.

Monopiano, ma anche multipiano o plurifamiliari, queste soluzioni abitative rappresentano una nuova, stimolante sfida per gli studi di architetti che hanno già messo in posa i loro gioielli eco sostenibili sul territorio italiano, come Villa Miriam a Monopoli, assemblata senza l'uso di chiodi o colle e adattabile ad ogni cambiamento di clima, o Casa De Risi, a Bellegra in provincia di Roma, antisismica e su tre livelli indipendenti che seguono il declivio del terreno.

L'iter burocratico per l'autorizzazione delle case prefabbricate è lo stesso delle costruzioni tradizionali in muratura, anche se in Italia è meno rapido ed agevolato rispetto ad altri paesi europei in cui, dopo la firma del contratto, sono le aziende stesse ad occuparsi senza intermediari delle pratiche necessarie. Ma l'Italia si è conquistata nel 2017 il quarto posto in Europa per la produzione di edifici prefabbricati in legno, con una crescita del 9,9% rispetto all'anno precedente e addirittura un'affermazione all'estero del proprio brand, con una personalizzazione sul mercato da vero e proprio "made in Italy".

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...