L'impatto ambientale dell'imballaggio e il cambiamento climatico

Immagine di anteprima per: L'impatto ambientale dell'imballaggio e il cambiamento climatico

Come molti già sapranno, il nostro pianeta si sta scaldando. La temperatura media della Terra sta aumentando a causa dell’incremento della concentrazione di anidride carbonica e di altri gas serra, che trattengono il calore generato dal sole negli strati più bassi dell’atmosfera. Ciò che ne consegue è il cosiddetto “effetto serra”.
L’attività produttiva mondiale è la principale causa del problema: tutte le attività di produzione, trasporto e smaltimento generano, a causa dell’emissione dei gas serra, un impatto ambientale che sarà più o meno gravoso a seconda di molti fattori. Anche il ciclo produzione-trasporto-smaltimento legato agli imballaggi produce gli stessi effetti: emissioni di gas serra che saranno tanto più rilevanti, quanto più nocive e meno rinnovabili risulteranno le materie prime utilizzate per svolgerlo.
A partire da questo dato di fatto, la questione ambientale conquista prepotentemente il centro della scena nel dibattito sul mondo del packaging e sull’evoluzione che ci si aspetta al suo interno. L’utilizzo di materie plastiche per la realizzazione degli imballaggi e la mancata possibilità di riciclarli va a generare una serie di problematiche che graveranno inevitabilmente sulla salute dell’ambiente, e, di riflesso, sulla nostra.

Il riscaldamento globale: cause ed effetti
Partendo dal fenomeno del riscaldamento globale, si stima che entro fine secolo si assisterà ad un innalzamento di 2°C delle temperature medie. Questo incremento è destinato ad avere effetti a dir poco catastrofici sull’ecosistema.  

Le cause di questo fenomeno sono molteplici, ma tutte molto chiare: l’abuso di fonti fossili come carbone, gas naturale e petrolio, impiegati anche per la produzione dei materiali plastici; il deforestamento sconsiderato, dal quale deriva un aumento di CO2 nell’atmosfera; lo spreco alimentare, in quanto il cibo che finisce in discarica contribuisce a sua volta all’aumento dell’emissione di CO2.
Lo scenario che si prospetta è molto preoccupante: solo per dare un’idea, lo scioglimento dei ghiacciai, a causa dell’innalzamento dei livelli del mare, nel 2100 finirà per sommergere completamente Venezia e il delta del Po. Non solo: si assisterà anche alla desertificazione di alcune aree del pianeta, con conseguente diminuzione delle aree coltivabili. Questo fenomeno porterà ad una deforestazione ancora più intensa al fine di creare nuovi spazi per le coltivazioni massive e i pascoli… un vero e proprio circolo vizioso.

Il ruolo delle aziende
In uno scenario del genere, un ruolo fondamentale e probabilmente di impatto molto rilevante lo hanno le aziende. Fortunatamente, nel 21° secolo molte di loro dimostrano di essere consapevoli della necessità di adottare un comportamento eco-rispettoso durante tutte le fasi del ciclo di produzione e vendita dei prodotti; purtroppo, abbiamo detto “molte”, non “tutte”. Ad ogni modo, se la tutela dell’ambiente non fosse uno stimolo sufficiente per muoversi in questa direzione, le imprese potrebbero scorgerne uno più convincente nel profitto: consumatori sempre più sensibili ai temi ambientali compreranno sempre meno volentieri da aziende che non mettono la sostenibilità in cima alla lista delle loro priorità. Il cliente informato vuole consumare prodotti freschi, privi di additivi chimici e conservanti di sorta, la cui produzione non abbia generato un’eccessiva emissione di gas serra. La realizzazione del packaging è quella che spesso incide sensibilmente su questo aspetto, a causa del tipo di materie prime utilizzate. La linea guida dovrebbe portare ad un packaging che garantisca una buona protezione e salvaguardia delle caratteristiche nutrizionali ed organolettiche del prodotto, che possa essere trasportato e stoccato in maniera efficiente e che sia realizzato con materie rinnovabili e riciclabili

Ma quali sono le materie rinnovabili e come si può essere certi della loro reale sostenibilità? Continua a seguirci per scoprirlo…

Lascia il tuo commento
Fazland
chiedi, confronta, risparmia
Fazland è un servizio che ti permette di ricevere e confrontare gratuitamente fino a 5 preventivi di professionisti di settori diversi, senza impegno, per risparmiare tempo e denaro.
Con Fazland saprai di aver fatto la scelta migliore per le tue esigenze!
Guarda il nostro Spot TV
Da oggi, così si fa!
Trova idee e ispirazione sul nostro blog.
Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Se vuoi avere maggiori informazioni o negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie clicca qui. Premendo il tasto Accetto acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto