Dedicato ai professionisti:

Come accedere ai finanziamenti per piccole e medie imprese

Immagine di anteprima per: Come accedere ai finanziamenti per piccole e medie imprese

Se hai intenzioni di lanciare la tua nuova attività o sei da poco imprenditore di una piccola realtà devi, assolutamente, conoscere quelli che sono i finanziamenti alle piccole imprese. Nel nostro paese sono stati attivati finanziamenti a fondo perduto ed a tasso agevolato per permettere alle piccole imprese di poter accedere al credito.

Di seguito ti racconteremo le novità sui fondi attivi e volti a facilitare l’accesso ai finanziamenti per le piccole e medie imprese

foto: procedure e bandi

Beni Strumentali "Sabatini-Ter": finanziamenti alle imprese

Col Decreto 69/2013, la Legge Sabatini, ha stanziato un fondo finanziamenti alle imprese per l’acquisto di beni strumentali. 

Possono beneficiare di questi contributi le piccole e medie imprese, anche con sede in uno Stato Membro dell’UE, operanti in tutti i settori produttivi compresi agricoltura e pesca. Le agevolazioni previste vanno a coprire parte dei finanziamenti bancari delle piccole imprese.

Il contributo è correlato a un finanziamento bancario o leasing, che può essere coperto fino all’80% del fondo di garanzia compreso tra i 20 mila e i 2 milioni di euro.

Quali sono le condizioni?

Ti sarà possibile accedere a questo finanziamento solo acquistando beni strumentali nuovi. L’acquisto potrà avvenire tramite finanziamento bancario o leasing (non superiore ai 5 anni compreso il periodo di pre ammortamento o di pre locazione). 

Come puoi richiedere il finanziamento?

Troverai il modulo sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico, compilalo elettronicamente, inserisci la firma elettronica e invialo via Pec alla banca prescelta tra quelle aderenti all’iniziativa. I contributi verranno concessi fino ad esaurimento dei fondi. 

Questa misura, riguardante l’acquisto dei beni strumentali, resterà attiva fino al 31 decembre 2016. Se non fai presto rischi che la tua domanda non venga valutata. 

Per essere sicuro di non perdere neanche un’occasione per partecipare ai bandi fatti consigliare da un professionista esperto, ti permetterà di restare aggiornto su tutti i finanziamenti attivi.

Fondo di Garanzia

Grazie alla concessione di garanzia pubblica riuscirai ad ottenere un finanziamento destinato alle piccole imprese senza dover presentare garanzie aggiuntive. Il Fondo non interviene direttamente nel rapporto tra te e la tua banca, tutte le decisioni e contrattazioni avverrano esclusivamente tra di voi.

La Garanzia riguarderà l’80% del tuo finanziamento, per un tetto massimo garantito di 2.5 milioni di euro. 

Quali sono le condizioni?

Le operazioni ammesse possono essere di qualunque tipo: liquidità e investimenti; a breve o a medio-lungo termine. Per potervi accedere la tua impresa dovrà essere considerata finanziariamente ed economicamente sana

La valutazione verrà svolta utilizzando dati di bilancio degli ultimi due esercizi. Per quanto riguarda le startup invece la valutazione sarà effettuata sulla base di piani previsionali.

Vi sono nello specifico tre tipi di garanzia:

  1. Garanzia Diretta, viene prestata dal fondo ai soggetti finanziatori.
  2. Controgaranzia, viene prestata dal fondo a favore dei Confidi e altri Fondi di Garanzia.
  3. Cogaranzia, viene prestata dal fondo congiuntamente ai Confidi ai soggetti finanziatori e ai fondi garanzia istituiti nell’UE. 

Microcredito

Le agevolazioni in questo caso possono essere di due tipi: Garanzia Diretta o Controgaranzia. 

L’importo massimo che potreste ottenere è di 25 mila euro nel caso in cui l’erogazione prevista fosse frazionato l’ammontare aumenterebbe fino a 10 mila euro in più.

Quali sono le condizioni?

La tua impresa per potervi accedere dovrà essere costituita da non più di 5 anni e non dovrà avere più di 5 dipendenti. I parametri che il tuo bilancio dovrà rispettare sono di 3 tipi: un’attivo patrimoniale di massimo 300 mila euro, ricavi per 200 mila euro e un livello di indebitamento che non superi i 100 mila euro.

Come richiedere la garanzia ?

La valutazione viene fatta allo sportello e si divide in 3 step:

  • La prenotazione: la garanzia è prenotabile online.
  • La conferma della prenotazione: entro 5 giorni lavorativi dalla prenotazione.
  • Presentazione della domanda di ammissione alla garanzia: viene presentata da parte di un soggetto abilitato ad operare col Fondo di Garanzia.

Per conoscere maggiori informazioni riguardo questo bando visita il sito del Fondo di Garanzia in particolare la sezione dedicata al microcredito.

Finanziamenti Europei

foto: finanziamenti europei

L’accordo tra Fondo Europeo per gli investimenti (FEI) e il Fondo di Garanzia per le PMI hanno firmato presso il Ministero dello Sviluppo Economico un sostegno ai finanziamenti europei per oltre un miliardo di euro nell’arco del 2016 a e beneficio di 20 mila PMI. 

Il FEI assisterrà le PMI tramite un contratto di Controgaranzia (COSME) attraverso il quale il Fondo di Garanzia sosterrà le PMI tramite i Confidi.

L’accordo è volto a facilitare l’accesso ai finanziamenti di micro e piccole medie imprese europee. Il vicepresidente della Commissione Europea, Jyrki Katainen, ha così commentato l’avvenuto accordo:

«L’Italia è molto impegnata nella conclusione delle convenzioni di finanziamento per le PMI nel quadro del Piano di investimenti: il numero di quelle stipulate in Italia è di gran lunga superiore a quelle concluse negli altri Stati Membri. Si tratta di uno sviluppo particolarmente positivo in quanto le PMI sono la spina dorsale dell’economia italiana e non dovrebbero avere difficoltà di accesso ai finanziamenti necessari per i loro progetti».

Invitalia: finanziamenti a fondo perduto

Potrai richiedere finanziamenti a fondo perduto se la maggioranza dei soci risulta disoccupata o inoccupata. Il contributo non supererà il tetto massimo dei 129,114 euro.

Grazie a questo tipo di finanziamento oltre la copertura del 100% degli investimenti, potrai godere di supporto nella gestione e per le spese nel primo anno di vità. Il finanziamento a fondo perduto ti permette di godere delle agevolazioni senza doverle restituire, il chè sarebbe un grande vantaggio per la tua piccola impresa.

Come ottenere agevolazioni a fondo perduto con Invitalia?

Dovrai compilare la domanda che troverai nel sito Invitalia e spedirla elettronicamente. Assicurati di compilare la domanda in ogni suo campo e fornire più informazioni possibili riguardo la tua impresa. 

Lascia che un professionista ti supporti nella preparazione della documentazione e la compilazione della domanda, ti permetterà di aggiungere quei dettagli ai quali non avevi pensato che la commissione potrebbe ritenere fondamentali.

Non ti resta che procedere alla verifica dei tuoi requisiti e immediatamente dopo compilare la domanda per la partecipazione al bando che ti consentirà di ricevere finanziamenti per avviare o migliorare la tua impresa.

Lascia il tuo commento
Sei un professionista?

Su Fazland abbiamo più di 30.000 richieste ogni mese che aspettano il tuo preventivo

Registrati gratis
Potrebbero interessarti anche...