Carta da parati in bagno? Ora si può!

Immagine di anteprima per: Carta da parati in bagno? Ora si può!

Volete tuffarvi nella vasca da bagno circondati da una scenografia caraibica? Siete stufi della ‘freddezza’ tattile delle classiche piastrelle di ceramica? Avete voglia di un’atmosfera diversa, completamente personalizzata, che distingua l’ambiente più intimo della casa? La soluzione potrebbe essere la carta da parati.

Se fino a pochi anni fa questa particolare decorazione era bandita dal bagno a causa della sua facile deperibilità a contatto con l’acqua e anche del rischio, connesso, di odori spiacevoli, oggi è finalmente lecito considerarla una scelta di arredo applicabile in ogni angolo della nostra abitazione, anche nel locale più umido.

A rendere possibile questo traguardo è stato il rapido sviluppo nell’ambito della ricerca sui materiali e delle tecnologie di stampa. La carta da parati per il bagno (o per la cucina) si distingue infatti da quella tradizionale in cellulosa per alcuni requisiti tecnici: la sostanza di cui è composta e il rivestimento sigillante sono capaci di sopportare umidità e condensa, la superficie è lavabile o spugnabile, inoltre l’adesivo per metterla in posa è particolarmente resistente e, per evitare danni alle pareti, traspirante.

Prima di vedere qualche esempio tra le ultime novità offerte dal mercato, facciamo due precisazioni. La prima è che se avete un bagno piastrellato, non è necessario smantellare tutto il rivestimento in ceramica: con l’aiuto di un professionista basta applicare sopra alle piastrelle dei pannelli di cartongesso, che potranno essere quindi tappezzati a vostro piacimento. La seconda è che non necessariamente dovrete optare per una copertura totale delle quattro pareti. Potete valorizzare con la carta da parati solamente un dettaglio, un’angolatura da porre a dialogo magari con la doccia o con i lavabi, e non escludete l’ipotesi – senza dubbio suggestiva – di decorare solamente il soffitto:

Il mercato offre davvero una scelta infinita di possibilità. Tra le aziende che si occupano di carta da parati per il bagno vi proponiamo, per iniziare, la veneta LondonArt, che collabora con diversi illustratori, designer, architetti di interni e artisti per coprire una vastissima gazza di soluzioni decorative, dall’illustrativo al geometrico. La loro carte sono in fibra di vetro resinata serigrafata in digitale.

LondonArt. A sinistra: design di Riccardo Zulato. A destra: design di IED Giorgia Sara Conte.

Anche le proposte di Now Edizioni sono in fibra di vetro: il tessuto è realizzato con speciali filati, stampato con inchiostri all’acqua, il collante consente la posa sia su intonaco che su rivestimenti preesistenti, mentre la finitura è in resina poliuretanica bicomponente. Nell’immagine di seguito è evidente come una decorazione di questo tipo possa rendere speciale anche un bagno di piccole dimensioni:

Chiudiamo con l’originalità di Momenti Italian Custom Design dei fratelli Alexander e Matteo Bagnai. La tecnica decorativa è al contempo digitale e manuale, e permette a ciascun committente di scegliere il motivo che più rappresenta il suo carattere e di vederlo abilmente riprodotto su varie superfici. L’azienda dedica inoltre un’attenzione speciale a ecologia e sicurezza: i prodotti sono tutti ecologici e non tossici.

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...