Metti un po' di Ritz in casa tua: all'asta in aprile i mobili dell'hotel parigino

Immagine di anteprima per: Metti un po' di Ritz in casa tua: all'asta in aprile i mobili dell'hotel parigino

Ci sono mobili e Mobili. Si può anche essere adepti del "non avrò altro letto all'infuori del mio" o essere innamorati, in tessuto e relax, del proprio sacro divano che ha ormai la nostra sagoma in copia e incolla. Ma anche il più abitudinario degli umani domestici non può non sentire vibrare una cordicella romantico-glamour all'idea di poter dormire su un letto toccato dalle curve hollywoodiane di una amata star del cinema o di farsi un sonnellino sul divano che ha raccolto i pensieri di un immortale scrittore. Tanto più quando la possibilità di trasferire i tasselli di una realtà da sogno nella realtà quotidiana è concreta.
I sognatori e gli appassionati di arredi iconici si annotino, dunque, queste magiche date: dal 12 al 16 aprile, a Parigi presso la sede di Artcurial – Rond-Point des Champs Elysees – saranno in mostra ben 100.000 mobili e oggetti d'arte del favoloso Hotel Ritz al numero 15 di Place Vendome, che verranno successivamente messi all'asta dal 17 al 21.

Chiuso per ristrutturazione nel 2012 e riaperto quattro anni dopo, il Ritz, icona dell'hotellerie internazionale, propone cimeli ricchi di fascino e di storia, che non ritiene più adatti al rinnovato arredamento attuale, benché Artcurial garantisca che almeno l'80% dei mobili e dipinti d'epoca siano stati restaurati e conservati nell'Hotel, salvaguardandone l'atmosfera unica che lo ha reso uno dei luoghi di soggiorno più ambiti al mondo.
Inaugurato il primo giugno del 1898, il Ritz offre una suggestiva trama di architettura, design e vite illustri. Le sue suite sono state battezzate con il nome dei più celebri ospiti che le hanno abitate, da Re Edoardo VII a Maria Callas, da Rodolfo Valentino a Charlie Chaplin. Un Hotel degno di trasformarsi in casa d'elezione per una raffinata stilista di moda quale Coco Chanel, che vi abitò per più di trent'anni. E ultima, indimenticabile meta per la Principessa del popolo Diana Spencer nel 1997. Dedicato poi ad Ernest Hemingway è il famoso bar, aperto dalle 6 del pomeriggio alle 2 del mattino, che accoglieva quotidianamente personaggi del calibro di Francis Scott Fitzgerald, Gary Cooper o il compositore Cole Porter. Proprio gli sgabelli del Bar Hemingway saranno tra gli arredi messi all'asta in aprile. Ma anche il letto dorato su cui si posò la splendida Audrey Hepburn nel film di Billy Wilder "Love in the afternoon" del 1957. O i divani prediletti dallo scrittore Marcel Proust, destinati a diventare davvero una forma di "ricerca del tempo perduto".


La ristrutturazione del Ritz, firmata Thierry Despont e costata 400 milioni di dollari, ha reso dunque possibile portarsi a casa oggetti che sono storie di creatività, arte, intelligenza, bellezza. Nei circa 3500 lotti che verranno battuti all'asta, si potranno trovare anche tappeti, statue, lampadari, lussuosi oggetti di antiquariato in vari stili francesi d'epoca. Ma anche lenzuola o accappatoi vintage, forse più abbordabili per potersi aggiudicare e indossare un po' di luccichio della Ville Lumière.

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...