Con Fazland trovi il geometra migliore per un Cambio di Destinazione d'Uso

x

Cambio Destinazione d'Uso

Cambio destinazione d’uso: un affare complesso

Trasformare un locale

Sei proprietario di un locale e vorresti effettuare il cambio della destinazione d’uso da magazzino ad abitazione, o da appartamento ad ufficio? O viceversa, da ufficio ad appartamento?

Sappi innanzitutto che per il cambio della destinazione d’uso dovrai fare riferimento a tutta una serie di regolamenti e normative locali, di impronta per lo più regionali, volte a garantire, in particolare, il mantenimento dei centri storici e la loro disposizione urbanistica.

Ad esempio, potrebbe non essere consentito dai regolamenti provinciali o comunali, aprire un bar o un locale notturno, in una zona della città riservata a sole abitazioni.

La sentenza della Cassazione

Al di sopra delle normative locali, comunali, provinciali o regionali che siano, il punto di riferimento principale è comunque la legge nazionale, in particolare il Testo Unico per l’Edilizia. Il quale prevede, tra le altre cose, una ripartizione dei locali in 5 categorie funzionali:

  • residenziale
  • turistico ricettiva
  • produttiva e direzionale
  • commerciale
  • rurale

Inoltre, recentemente, a seguito di una sentenza della Corte di Cassazione che aveva suscitato scalpore, una parte del TU è stato modificato.

I giudici della Cassazione, per rispondere a un problema sollevato nella città di Firenze, avevano infatti decretato come fosse obbligatorio, in caso di cambio destinazione d’uso, richiedere il permesso di costruire. E questo anche in caso di lavori di modesta entità, in quanto, a cantiere concluso, ci si trova di fronte ad un “organismo edilizio” differente dal precedente.

La correzione del Governo

In parole povere: secondo la Cassazione, modificare l’uso di un appartamento, per farne un ufficio di commercialisti (quindi con servizio al pubblico) richiederebbe una “ristrutturazione edilizia soggetta a permesso di costruire”. Al contrario, se l’intervento non prevede la ristrutturazione edilizia, allora il cambio della destinazione d’uso non si può fare.

Per ovviare a questo dilemma, prova a intervenire un emendamento alla cosiddetta manovrina di aprile 2017, a modifica dell’articolo 3 del TU sull’Edilizia. Modificando la definizione di “interventi di restauro e risanamento conservativo”, è ora possibile, per le commissioni edilizie dei singoli comuni, concedere il cambio di destinazione d’uso anche all’interno dei centri storici, tramite la presentazione della semplice SCIA o della CILA (evitando così il ricorso alla figura di “ristrutturazione edilizia”, nettamente più lunga, più onerosa in termini economici e maggiormente soggetta a restrizioni burocratiche).

Affidarsi sempre a un professionista

Tutto questo serve semplicemente a dimostrare quanto possa essere complesso e arzigogolato il percorso da affrontare per aprire un’attività (e quanto affrontato qui, concerne esclusivamente una parte dell’aspetto burocratico relativo al locale in cui vendere il prodotto, o erogare il servizio).

Il consiglio è quindi quello di affidarsi a dei professionisti del settore: può trattarsi, a seconda dei casi, di avvocati, commercialisti, geometri o architetti, o, ancora di impresari. L’importante è che si tratti di professionisti con esperienza nel settore, aggiornati sulle più recenti novità normative, e che possibilmente abbiano già affrontato casi simili.

Richiedi un preventivo

Se quindi anche tu hai la necessità di affrontare un cambio di destinazione d’uso, ma è la prima volta che ti immergi in questo ambito e dunque non sai a chi rivolgerti, approfitta del servizio che ti offre Fazland. Hai la possibilità di ricevere, in maniera del tutto gratuita e senza impegno, fino a 5 preventivi.

Sarà sufficiente riempire il formulario, specificando i dettagli riguardanti la tua situazione e indicando la tua città di residenza. Entro pochi giorni, riceverai al tuo indirizzo di posta elettronica le offerte di professionisti. Non dovrai fare altro che valutarle e scegliere quella che ti ispiri più fiducia o che abbia il rapporto qualità prezzo più elevato.

Ti aiutiamo anche ad orientarti fra i costi di Cambio Destinazione d'Uso

Ecco per te alcune informazioni per aiutarti a capire che cosa determina l'aumento o la diminuzione del prezzo per il servizio scelto.
Fattori che determinano l'aumento del prezzo per Cambio Destinazione d'Uso
  • Sono necessari molti lavori per adeguare l'edificio alla nuova destinazione d'uso
  • Oneri di urbanizzazione del comune molto alti
Fattori che determinano la diminuzione del prezzo per Cambio Destinazione d'Uso
  • L'immobile appartiene alla categoria catastale A
  • Il cambio di destinazione d uso viene effettuato nelle regioni del sud Italia
Vuoi un'idea di costi più precisa?
Chiedi e ricevi preventivi gratis e senza impegno.
Come funziona Fazland?
Con Fazland ricevi e confronti fino a 5 preventivi, gratis e senza impegno.
Risparmi tempo e denaro e potrai scegliere il professionista migliore per le tue esigenze!
1paginaForm
Raccontaci di cosa hai bisogno
howworks-2
Ricevi e confronta fino a 5 preventivi
Lascia una recensione
  • Raccontaci di cosa hai bisogno
  • Ricevi e confronta fino a 5 preventivi
  • Lascia una recensione
Trova idee e ispirazione sul nostro blog.
Richiedere un preventivo è facile come fare un video
Scarica gratis l’app di Fazland per chiedere un preventivo tramite un video-sopralluogo! Puoi dire addio ai moduli da compilare e al tempo perso con i classici sopralluoghi.
Guarda il nostro Spot TV
Da oggi, così si fa!
Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Se vuoi avere maggiori informazioni o negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie clicca qui. Premendo il tasto Accetto acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto