Ponteggi in condominio: di chi è la responsabilità in caso di furto?

Immagine di anteprima per: Ponteggi in condominio: di chi è la responsabilità in caso di furto?

I ponteggi tipicamente impiegati per le opere edilizie, essendo delle strutture temporanee per compiere lavori in alta quota, devono prevedere una ben definita serie di precauzioni al fine di prevenire cadute non solo di persone ma anche di cose.

Il decreto legislativo 81/2008 contiene le indicazioni che riguardano i ponteggi per l’edilizia metallici alla scopo di garantire la sicurezza di chi vi lavora. Purtroppo, nella stragrande maggioranza dei casi, queste disposizioni non vengono attuate, ma si tratta di accorgimenti che se adottati contribuirebbero ad evitare numerose morti bianche. Le prassi riportate nel decreto riguardano il montaggio ponteggi ma anche buone norme di utilizzo. Anzitutto è vietato il deposito di materiali. Il peso di questi e delle persone presenti momentaneamente sull’impalcatura deve essere sempre inferiore a quello consentito dalla resistenza strutturale del ponteggio. Inoltre gli attrezzi presenti sull’impalcatura durante i lavori non devono ostruire le passerelle e i ponti in modo da garantire un facile passaggio. I montanti devono superare di 1,20 metri l’ultimo impalcato così da poterci montare dispositivi che garantiscano la sicurezza anche di chi lavora lassù. Tutti gli elementi (ponti, passerelle, andatoie) posti a più di 2 metri di altezza devono essere provvisti su tutti i lati di parapetti. Nel caso in cui vengano impiegati ponti a sbalzo, la loro costruzione deve rispondere a precisi procedimenti di calcolo e garantire stabilità e solidità. Impalcati e ponti di servizio devono avere tutti dei sottoponti di sicurezza ad una distanza non superiore ai 2,50 metri. Andatoie e passerelle devono avere una larghezza non inferiore ai 60 centimetri se destinate al passaggio di persone e a 1,20 metri se prevedono il passaggio di merci.

20% completato
Trova il professionista giusto per te. È gratis!
Impresa Edile
I campi con l’asterisco * sono obbligatori
Più informazioni inserirai, più i preventivi che riceverai saranno accurati e puntuali.
40% completato
Completa i tuoi dati e crea la tua richiesta di preventivo.
oppure
Informativa sul trattamento dei Dati Personali

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL'ART. 13, DECRETO LEGISLATIVO 196/2003

La società Midnight Call S.r.l. (di seguito, per brevità, “Midnight Call”) è consapevole dell’importanza della tutela del diritto alla vita privata, con riguardo al trattamento dei dati personali, dei propri utenti. In conformità alla normativa europea e italiana in materia e ispirandosi sia alle raccomandazioni del Gruppo istituito dall’art. 29 della direttiva n. 95/46/CE, sia alla documentazione e ai provvedimenti pubblicati dal Garante Privacy Italiano, Midnight Call informa che i dati personali degli interessati raccolti e trattati a seguito della loro registrazione e dell’utilizzo dei servizi offerti dal portale e dall’app ”Fazland”, saranno trattati nel rispetto della legge in materia di protezione dei dati personali.

La registrazione e l’utilizzo dei servizi offerti dal sito web www.fazland.com e dall’app “Fazland” sono vietati ai soggetti minori di 18 anni.

Ciò premesso, ai sensi dell’articolo 13 D.lgs 196/2003, Midnight Call fornisce le seguenti informazioni:

  1. Definizioni

Ai sensi della presente informativa, e del D.lgs 196/2003, si intende per:
- “trattamento”, qualunque operazione o complesso di operazioni, effettuati anche senza l’ausilio di strumenti elettronici, concernenti la raccolta, la registrazione, l’organizzazione, la conservazione, la consultazione, l’elaborazione, la modificazione, la selezione, l’estrazione, il raffronto, l’utilizzo, l’interconnessione, il blocco, la comunicazione, la diffusione, la cancellazione e la distruzione di dati, anche se non registrati in una banca di dati;
- “dato personale”, qualunque informazione relativa a persona fisica, identificata o identificabile, anche indirettamente, mediante riferimento a qualsiasi altra informazione, ivi compreso un numero di identificazione personale;
- “dati identificativi”, i dati personali che permettono l’identificazione diretta dell’interessato;
- “dati sensibili”, i dati personali idonei a rivelare l’origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l’adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale;
- “dati giudiziari”, i dati personali idonei a rivelare provvedimenti di cui all'articolo 3, comma 1, lettere da a) a o) e da r) a u), del d.P.R. 14 novembre 2002, n. 313, in materia di casellario giudiziale, di anagrafe delle sanzioni amministrative dipendenti da reato e dei relativi carichi pendenti, o la qualità di imputato o di indagato ai sensi degli articoli 60 e 61 del codice di procedura penale;
- “titolare”, la persona fisica, la persona giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo cui competono, anche unitamente ad altro titolare, le decisioni in ordine alle finalità, alle modalità del trattamento di dati personali e agli strumenti utilizzati, ivi compreso il profilo della sicurezza;
- “responsabile”, la persona fisica, la persona giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo preposti dal titolare al trattamento di dati personali;
- “incaricati”, le persone fisiche autorizzate a compiere operazioni di trattamento dal titolare o dal responsabile;
- “interessato”, la persona fisica cui si riferiscono i dati personali;
- “comunicazione”, il dare conoscenza dei dati personali a uno o più soggetti determinati diversi dall’interessato, dal rappresentante del titolare nel territorio dello Stato, dal responsabile e dagli incaricati, in qualunque forma, anche mediante la loro messa a disposizione o consultazione;
- “diffusione”, il dare conoscenza dei dati personali a soggetti indeterminati, in qualunque forma, anche mediante la loro messa a disposizione o consultazione.

Per tutte le ulteriori definizioni previste dalla normativa si rimanda a quanto previsto dall’art. 4 del D.lgs 196/2003 e alle altre disposizioni ivi presenti.

     2. Tipi di dati raccolti

Dati personali forniti volontariamente dall’interessato

All’atto della registrazione attraverso il portale www.fazland.com, l’app ”Fazland” o siti affiliati vengono raccolti e trattati i seguenti dati personali:
- dati anagrafici e di contatto;
- dati relativi alla richiesta di preventivo e alle preferenze dell’interessato;
- ulteriori dati inseriti dall’interessato nei campi liberi;
- allegati (immagini o video) caricati dall’interessato.

Si invita l’interessato a non fornire o indicare “dati sensibili“ o “dati giudiziari” nel form di registrazione, nei campi liberi o nei file caricati.
Eventuali “dati sensibili” o “dati giudiziari” forniti dall’interessato saranno immediatamente cancellati e la richiesta di preventivo annullata.

Dati personali forniti volontariamente dall’interessato attraverso il sistema di social log-in

La registrazione può essere effettuata anche utilizzando le proprie credenziali Facebook attraverso un sistema di social log-in. In tali ipotesi il titolare accederà e conserverà esclusivamente i dati relativi al nome utente e all’e-mail dell’interessato. S’invita l’interessato a consultare con cura, prima di accedere al servizio attraverso il sistema di social log-in, le informative privacy e le condizioni di servizio di Facebook ed eventualmente a modificare le impostazioni del proprio account. Per maggiori informazioni è possibile consultare questo link.

Dati di navigazione

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito www.fazland.com e dell’app “Fazland” acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei terminali degli interessati che si connettono al sito, i MAC (Media Access Control) address, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’interessato. Questi dati vengono utilizzati per controllare il corretto funzionamento del sito e dell’app e vengono cancellati immediatamente dopo l’elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni di Midnight Call.

      3. Finalità e modalità del trattamento

I dati personali forniti dall’interessato e raccolti da Midnight Call verranno trattati per le seguenti finalità:

       a.   consentire all’interessato di richiedere un preventivo per specifici servizi alle aziende registrate sul portale Fazland.com e di essere contattato dalle medesime per ricevere un preventivo;

       b.   adempiere ad eventuali obblighi previsti da leggi o regolamenti;
       c.   inviare materiale promozionale all’interessato attraverso messaggi di posta elettronica relativi a servizi o prodotti del Titolare analoghi a quelli già acquistati e/o richiesti dall’interessato;
       d.   inviare materiale a carattere promozionale all’interessato attraverso messaggi di posta elettronica, sms, mms e messaggistica istantanea (art. 130, co 2, D.lgs 196/2003) per servizi e prodotti offerti da soggetti terzi;
       e.  comunicare e/o cedere a soggetti terzi (operanti nei settori abbigliamento, trasporti, automobili, cicli, motocicli, telecomunicazioni, finanza, editoria, energia, industria, accessori e prodotti per veicoli, formazione, gadget e oggettistica, giochi per            l'infanzia, prodotti elettronici, marketing, artigianato, edilizia, eventi, terziario) i dati raccolti affinché svolgano attività a carattere promozionale e pubblicitaria con strumenti automatizzati come e-mail, sms, mms e messaggistica istantanea;

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.

     4. Conferimento dei dati

Il conferimento dei dati personali è obbligatorio per le finalità di cui ai punti 2. a) e 2. b): il mancato conferimento dei dati, per entrambe le finalità, comporterà l’impossibilità per Midnight Call di consentire la registrazione e l’utilizzo del servizio offerto dal sito www.fazland.com e dall’app “Fazland”. Il conferimento di dati per le ulteriori finalità è facoltativo: il mancato conferimento di dati, in tali ipotesi, non avrà conseguenze per l’interessato.

    5. Soggetti a cui potranno essere comunicati i dati personali.

I dati personali raccolti non saranno diffusi e potranno essere comunicati, oltre che a soggetti a cui sia riconosciuta la facoltà e l’interesse di accedere ai Vostri dati personali da norme di legge o di normative secondarie e/o comunitarie, a personale interno al Titolare, nonché a società, associazioni o studi professionali che prestino servizi ed attività per conto del Titolare in qualità di Responsabile del Trattamento per l’adempimento di obblighi di legge, nonché per ogni esigenza organizzativa ed amministrativa necessaria per fornire i servizi richiesti. I dati personali degli utenti, per la finalità di cui al punto 3 a) della presente informativa, potranno essere comunicati ai soggetti iscritti al servizio offerto dal portale in qualità di Aziende affinché possano rispondere alle richieste di preventivo presentate.

I nominativi degli ulteriori soggetti che potranno venire a conoscenza dei Vostri dati personali in qualità di “Responsabili del trattamento” sono riportati in un elenco aggiornato disponibile presso Midnight Call (da richiedersi ai recapiti indicati al punto 7).

Infine, previo consenso specifico, i dati personali degli interessati potranno essere comunicati e/o ceduti a soggetti terzi (operanti nei settori abbigliamento, trasporti, automobili, cicli, motocicli, telecomunicazioni, finanza, editoria, energia, industria, accessori e prodotti per veicoli, formazione, gadget e oggettistica, giochi per l'infanzia, prodotti elettronici, marketing, artigianato, edilizia, eventi, terziario) per svolgere attività a carattere promozionale e pubblicitaria con strumenti automatizzati come e-mail, sms, mms e messaggistica istantanea. Previo ulteriore consenso specifico, in caso di impossibilità da parte di Midnight Call di fornire, tramite le Aziende iscritte al proprio portale, i preventivi richiesti dall’utente, i dati personali raccolti potranno essere comunicati a soggetti terzi (operanti nel settore servizi web per la fornitura di preventivi), partner del portale, per fornire i preventivi richiesti dall’interessato.

   6. Diritti dell’interessato.

In relazione ai suindicati trattamenti di dati personali l‘interessato ha la facoltà di esercitare in ogni momento i diritti di cui all’art. 7 (Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti) del D.lgs. n. 196/2003, tra cui, ad esempio, di ottenere l’indicazione:
- dell’origine dei dati personali;
- delle finalità e modalità del trattamento;
- della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;
- degli estremi identificativi del Titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2 D.lgs. n. 196/2003.

L’interessato ha diritto di ottenere:
- l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di Legge.

L’interessato potrà inoltre chiedere copia dei propri dati in formato standard.

L’interessato, infine, ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:

- per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
- al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

  7. Titolare e responsabile del trattamento

Il Titolare del trattamento dei dati è Midnight Call S.r.l. con sede in Via Pier Carlo Cadoppi 14, 42124 Reggio Emilia, Partita Iva n. IT02504670353, in persona del legale rappresentante pro tempore. Per esercitare i diritti previsti all’art. 7 del D.lgs. 196/03, sopra elencati, l’interessato potrà rivolgere richiesta utilizzando questo account di posta elettronica: privacy@fazland.com.

Midnight Call si riserva il diritto di aggiornare la presente Informativa sul trattamento di dati personali. 
Il Responsabile interno del trattamento dei dati personali, nominato ai sensi dell’art. 29 D.lgs 196/2003, è da individuarsi nella persona di Federico Panini, raggiungibile all’indirizzo e-mail privacy@fazland.com o agli ulteriori recapiti della Società.

Ultimo Aggiornamento : 9 Gennaio 2018

Cliccando su Avanti dichiari di aver letto ed accettato termini e condizioni del servizio Fazland.
60% completato
Ci siamo quasi!
Conferma il tuo numero di cellulare.
Icon-Edit

Cliccando su "Avanti" riceverai un SMS che contiene un codice e un link.

Perché confermare il cellulare?

Inserendo il codice o cliccando sul link, metti al sicuro i tuoi dati. Solo i professionisti interessati a contattarti vedranno i tuoi recapiti.

80% completato
Ti abbiamo inviato un SMS al: .
SMS

Inserisci qui sotto il codice a 6 cifre ricevuto.

Sono passati 30 secondi e non hai ancora ricevuto l'SMS?
Clicca qui per riceverne uno nuovo.

Se non l'hai ricevuto entro 30 secondi, prova di nuovo.

Le impalcature edili utilizzate per svolgere lavori di manutenzione molto spesso possono trasformarsi in pericolosissime vie di accesso alle abitazioni. Questo fenomeno si verifica principalmente nei condomini. Ma in questi casi di chi è la colpa? Dell’azienda che sta svolgendo i lavori, nonché proprietaria delle impalcature, o del condominio, che dovrebbe verificare che chi effettua le opere stia seguendo tutte le buone norme del caso? 

“Ciascuno è responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito” recita l'articolo 2051 del codice civile. Questo significa che il custode del bene dovrebbe essere considerato sempre responsabile a meno che non dimostri che l’evento verificatosi sia frutto del caso fortuito, ossia di un evento imprevedibile ed imprevisto. Il danneggiato, per ricevere un risarcimento, dovrà dimostrare il nesso causale tra quanto accaduto, il furto nel suo appartamento, e la cosa, ossia l’impalcatura. Il problema, nello specifico, sta nel capire a chi richiedere i danni: ditta, condominio o entrambi?

Il tribunale di Milano, in una sentenza del 2002, stabilisce che devono essere dichiarati responsabili del furto avvenuto per mezzo dell’impalcatura tanto l’azienda edile esecutrice dei lavori quanto il condominio. La prima, qualora non avesse messo in atto soluzioni finalizzate ad impedire l’accesso agli appartamenti tramite il ponteggio, il secondo, nella persona dell’amministratore, se non avesse dotato l’impalcatura di adeguato sistema d’allarme. Dieci anni più tardi anche il tribunale di Bari si trova in linea con la sentenza precedente: “poiché è noto che le impalcature ed i ponteggi costituiscono, di per sé stesse, una facile agevolazione per i ladri, sia l’imprenditore che il condominio hanno l’obbligo di mettere in atto adeguate forme di tutela volte ad evitare l’accesso agli appartamenti condominiali, come, ad esempio, la sistemazione di un apparato antifurto.” Naturalmente le responsabilità sono di diversa natura: quella della ditta deriva dalla violazione del divieto di neminem laedere, ossia di non ledere la sfera giuridica altrui, quella del condominio dalla violazione del dovere di custodia.

Anche la Corte di Cassazione nel corso degli ultimi 30 anni ha emanato una serie di sentenze e, secondo la prevalente giurisprudenza, potremmo dire che in caso di furto in appartamento compiuto avvalendosi delle impalcature posizionate per i lavori di ristrutturazione dell’edificio condominiale, si configura la responsabilità civile per aver apportato ad altri un danno ingiusto sia nei confronti dell’impresa, che non ha dotato l’impalcatura di adeguate cautele per impedirne l’uso anomalo, sia nei confronti del condominio per un duplice titolo: come custode dell’edificio, e quindi in dovere di vigilare su di esso, e per non aver sorvegliato sull’operato dell’impresa appaltatrice (oppure per averne scelta una inadeguata). Appare chiaro ed evidente come l’omessa custodia, in termini di mancata sorveglianza dell’impalcatura, sia l’elemento in grado di determinare l’attribuzione della responsabilità civile in capo alla ditta costruttrice, al condominio o ad entrambi. Per quanto riguarda l’inquilino che subisce il furto questo non può mai essere dichiarato responsabile, non potendo considerarsi direttamente parte del contratto di appalto, stipulato con il condominio.

Tirando le fila del discorso: la Corte di Cassazione ha ritenuto che debba essere imputata la responsabilità all’impresa appaltatrice ogniqualvolta questa non abbia adottato gli opportuni accorgimenti finalizzati a scongiurare il furto, agevolando in tal modo i colpevoli. A sua volta anche il condominio, rappresentato dalla figura dell’amministratore, può vedersi imputata la responsabilità del furto quando non vigila in maniera corretta sul fabbricato e sull’operato della ditta appaltatrice.

Lascia il tuo commento
Fazland
entra in contatto con nuovi potenziali clienti
Su Fazland abbiamo più di 10.000 richieste ogni mese che aspettano il tuo preventivo e oltre 49.000 clienti iscritti. La registrazione è gratuita e non ci sono costi fissi. Cosa aspetti a provarlo?
Trova idee e ispirazione sul nostro blog.
Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Se vuoi avere maggiori informazioni o negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie clicca qui. Premendo il tasto Accetto acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto