La app per saltare le code

Immagine di anteprima per: La app per saltare le code

Ci sono poche cose al mondo che non piacciono proprio a nessuno. Una di queste è fare la coda: se qualcuno vi dice che fare la coda gli piace, senza dubbio vi sta prendendo in giro. Stress, noia, perdite di tempo, la coda ha solo conseguenze negative. Per fortuna un’ingegnere informatico romano, Roberto Macina, si è inventato una app che permette di fare la coda senza farla, stando altrove, presentandosi allo sportello solo poco prima del momento opportuno.

Qurami, questo il nome della app, permette di staccare il numerino per la fila direttamente dal proprio smartphone, di conoscere in tempo reale quante persone ci sono in coda prima di noi e di avere una stima del tempo di attesa che rimane prima del nostro turno. Disponibile per Android, iOS, Windows Phone e Blackberry, la app è stata adottata da numerosi uffici pubblici, ospedali e università in tutta Italia, permettendo ai suoi utenti di risparmiare tempo e agli enti che l’hanno adottata di fornire un servizio migliore. Come funziona? Dopo essersi geolocalizzati, si deve selezionare la struttura presso la quale si deve fare la coda (o in questo caso saltarla) e si può immediatamente verificare quante persone ci sono in fila. Si prende il numerino elettronico e si aspetta il proprio turno con la libertà di dedicarsi ad altre attività, senza necessariamente essere in loco. Intanto si ricevono delle notifiche che segnalano lo stato di avanzamento della fila e suggeriscono quando recarsi allo sportello. Una volta giunti in loco, il numerino elettronico ha esattamente la stessa funzione e lo stesso valore di quello cartaceo: viene quindi accettato dall’operatore e permette di svolgere immediatamente tutte le operazioni del caso.

L’idea, geniale come spesso accade alle idee semplici, è venuta a Macina mentre era in fila alla segreteria dell’università, e sono state proprio le università romane (Sapienza, Tor Vergata, Roma III e Luiss) le prime ad adottarla. Poi sono arrivati i comuni di Roma, Milano, Firenze e Trieste, la Camera di Commercio di Milano e decine di altri enti, anche esteri: su tutti la Royal Mail, le poste di Sua Maestà Britannica. Una vera e propria consacrazione, dal momento che in Gran Bretagna la coda (e il suo rispettarla) sono un’istituzione quasi quanto la Regina. 

Lascia il tuo commento
Fazland
entra in contatto con nuovi potenziali clienti
Su Fazland abbiamo più di 10.000 richieste ogni mese che aspettano il tuo preventivo e oltre 49.000 clienti iscritti. La registrazione è gratuita e non ci sono costi fissi. Cosa aspetti a provarlo?
Spot TV
Da oggi, così si fa!
Trova idee e ispirazione sul nostro blog.
Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Se vuoi avere maggiori informazioni o negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie clicca qui. Premendo il tasto Accetto acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto