6 errori da evitare nella creazione di un sito ecommerce

Immagine di anteprima per: 5 Errori da evitare nella creazione di un Sito Ecommerce

Creare un sito ecommerce per la tua attività di vendita è oggi fondamentale per avere successo, sopratto considerando l’esplosione dei dispositivi mobili che permettono tutti di navigare praticamente sempre e ovunque si trovino. Tutti ormai possediamo un pc, uno smartphone o un tablet tramite cui collegarci in rete per reperire tutte le informazioni possibili ed immaginabili.

Se non hai un sito web la tua attività rischia di essere tagliata fuori dal mercato che si sta spostando sempre di più verso l'online per i numerosi vantaggi che il web può offire.

Sempre più persone stanno superando la paura iniziale di fare acquisti nel web e iniziano a comprare di tutto online! Posso fare shopping comodamente in pijama nella loro camera da letto o salotto e i loro acquisti gli vengono spediti direttamente a casa.

Ecco quindi che la creazione di un sito ecommerce diventa vitale per chi ha un’azienda e vuole farsi conoscere. Avere un sito ecommerce ti permette di raggiungere facilmente millioni di potenziali clienti in tutta Italia o anche all'estero.

Attenzione però, la creazione di un sito ecommerce non può essere improvvisato, bisogna seguire alcune regole di SEO (Search Engine Optimisation ovvero, ottimizzazione per i motori di ricerca) ed è necessario conoscere a fondo la propria clientela, sapere cosa vuole ed in che modo usa i tuoi prodotti.

Capire i loro bisogni è il primo passo verso il successo perchè ti permette di comunicare con messaggi che toccano le corde giuste e li convincono a comprare.

Prima di accingerti a creare il tuo sito ecommerce per vendere online, scopri quali sono i 6 erorri più comuni, così da non commetterli a tua volta.

1. Creare un sito ecommerce senza logo

La nostra lista dei 6 errori da evitare nella creazione di un sito ecommerce inizia con l’analisi del logo di un’azienda.

Il logo rappresenta il segno distintivo di ogni azienda, una sorta di firma sui propri prodotti.

Molte persone pensano invece che si può creare un sito ecommerce senza logo, probabilmente poiché la ritengono una spesa inutile oppure eccessiva.

In effetti la creazione di un logo stilizzato e ben fatto può costare anche molto, tuttavia puoi anche creare un logo gratis o economico con diversi strumenti di grafica disponibili online.

Basti pensare allo Swoosh, il logo della Nike, un semplice baffetto che fu pagato due dollari all'ora alla creatrice e che oggi vale svariati milioni di dollari. Non è necessario un logo ipertecnologico e superstilizzato, è sufficiente che sia semplice ma originale.

2. Sottovalutare l’importanza dell’influenza “social” su un sito web

L’influenza “social” può essere uno strumento molto importante per aumentare la tua credibilità ed incrementare la tua base di clienti. Tuttavia è un’arma a doppio taglio che va usata con attenzione ed intelligenza, poiché se viene utilizzata nel modo sbagliato potrebbe rivelarsi una sorta di boomerang ad impatto negativo.

immagine di comunicazione sui social media

I social network come Facebook, Pinterest, Instagram o Twitter rappresentano una vetrina che funziona molto bene per vendere i tuoi prodotti.

In genere i potenziali clienti, prima di effettuare un acquisto, si fanno un giro sulle pagine social dell’azienda per valutare il brand e i feedback di altri utenti. Se la tua pagina ha pochi fans o pochi followers, la gente tenderà a non fidarsi credendo che l’azienda sia poco seria o comunque poco conosciuta, quindi poco affidabile.

Avere successo sui social richiede quindi un impegno costante ma, se fatto bene, porterà a risultati che ti ripagheranno ampiamente per l'impegno. Se non sai da dove cominciare, puoi chiedere preventivi per un social media manager e lasciare che ci pensi un agenzia esperta a gestire la tua comunicazione sui social.

3. Sottovalutare l'importanza delle recensioni positive

Le recensioni sono molto importanti per il tuo sito web poiché rappresentano uno specchio fedele della credibilità del sito e dei tuoi prodotti. Attenzione quindi a non sottovalutarle.

immagine di persone che lasciano recensioni

Più sono le recensioni positive, più l’utente si fiderà e sarà portato all’acquisto.

Un opione scritta da una terza persona fuori dalla tua azienda ha molto più valenza di qualsiasi messaggio che puoi trasmettere tu perchè il potenziale cliente sa che chi ha lasciato la recensione non ha nessun incentivo a promuovere il prodotto (questo ovviamente vale per recensioni sincere). 

Attenzione: Non provare a creare recensioni false perchè i tuoi potenziali lo noteranno subito e l'impatto sarà decisamente negativo. Meglio non avere nessuna recensione piuttosto che avere recensioni false.

Cosa fare quindi? Semplice: se hai aperto un sito ecommerce da poco tempo, non inserire subito un sistema per raccogliere recensioni. Puoi farlo in un secondo momento, quando il tuo sito sarà cresciuto e avrai già acquisito un buon numero di clienti.

4. Dimenticarti di dare informazioni “secondarie” sul tuo sito web

Durante la creazione di un sito ecommerce solitamente si tende a dare maggior rilievo alle pagine dei prodotti e al processo per acquistarli. Sicuramente è una parte importante, ma non bisogna tralasciare alcune sezioni che in genere vengono considerate “secondarie”, come ad esempio le pagine Chi siamo e Contatti.

immagine di leonardo di caprio che si presenta

La pagina Chi siamo nei siti ecommerce risulta essere tra le tre più lette. Perché?

Perché il cliente oggi vuole capire con quale tipo di azienda ha a che fare: chi l’ha creata, qual è la sua storia, dove vive, cosa fa e come si è fatto strada. Vuole capire se si può fidare o meno.

Non c'è bisogno di dilungarti troppo, è sufficiente una breve storia con approfondimenti su alcuni aspetti; un racconto breve ma sufficiente ad empatizzare con il cliente, che saprà con chi avrà a che fare.

Anche la pagina Contatti è di fondamentale importanza. I siti ecommerce possono potenzialmente essere visiti da persone in ogni parte del mondo, ma la tua azienda ha un luogo fisico dove è nata e dove si è sviluppata. Non togliere ai clienti la possibilità di entrare in contatto con te o visitare la tua sede di persona.

Fornisci quindi l’indirizzo, un numero di telefono, un'email e qualsiasi altro contatto possibile.

5. Non attivare una buona strategia di posizionamento seo

Un buon SEO è importantissimo per la visibilità del tuo sito perchè serve a garantirti un buon posizionamento sui motori di ricerca. Avere una buona strategia di posizionamento seo significa utilizzare le giuste parole chiave e seguire le regole porta il vostro sito nei primi risultati dei motori di ricerca.

immagine di grafici del posizionamento seo

Tutto questo si traduce in una grande visibilità, che si trasforma in potenziali clienti, che a loro volta si trasformano in guadagno. Detto così sembra piuttosto semplice, ma per un buon posizionamento seo bisogna avere molta pazienza poiché i frutti di questo duro lavoro si possono vedere dopo diverso tempo, settimane e forse anche mesi.

Quindi non ti scoraggiare se, pur seguendo tutte le regole, il tuo posizionamento seo è piuttosto scarso: se stai lavorando bene i risultati prima o poi arriveranno.

Se vuoi essere certo di non sbagliare, ti consiglio di farti aiutare da un consulente seo che potrà darti le giuste indicazioni sulla strategia da adottare, diversificando le varie tattiche anche in base alla tua attività.

6. Tralasciare il design e la user experience del tuo sito web

Ora ti faccio una domanda: compreresti qualcosa in un negozio brutto, sporco, poco curato, con colori strani e poco omogenei, dove i prodotti sono in disordine?

La tua risposta con ogni probabilità è no.

Ebbene per un sito web vale lo stesso discorso: se la grafica e il design di un sito web sono scadenti, difficilmente qualche utente deciderà di fare acquisti.

Il primo impatto visivo è di fondamentale importanza, quindi puoi avere anche i migliori prodotti di questo mondo, ma se non sono valorizzati nella loro veste grafica nessuno li comprerà mai.

Ma il design non deve solo essere bello, il tuo sito deve essere anche facile da navigare. Eccoci arrivati all'importanza della user experience (esperienza dell'utente sul tuo sito).

immagine di design vs user experience

Capita talvolta di imbattersi in siti dove i link non funzionano, sono rotti, rimandano ad altre sezioni senza un motivo valido, oppure mancano delle immagini che mostrano i prodotti nel dettaglio.

Se il potenziale cliente non riesce a navigare (magari non riesce a personalizzare il prodotto con le diverse opzioni che offri) o il processo per mettere nel carrello e comprare non è chiaro, non gli resterà che abbandonare il tuo sito ecommerce senza comprare.

L’elenco dei 6 errori da evitare nella creazione di un sito ecommerce si conclude qui, ma per avere ulteriori consigli e suggerimenti, ricordati di consultare un’agenzia seo o una web agency per far crescere il tuo business sul web.

Lascia il tuo commento
Fazland
entra in contatto con nuovi potenziali clienti
Su Fazland abbiamo più di 10.000 richieste ogni mese che aspettano il tuo preventivo e oltre 49.000 clienti iscritti. La registrazione è gratuita e non ci sono costi fissi. Cosa aspetti a provarlo?
Trova idee e ispirazione sul nostro blog.
Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Se vuoi avere maggiori informazioni o negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie clicca qui. Premendo il tasto Accetto acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto