Dieci cose da sapere sull’economia italiana secondo Alan Friedman

Immagine di anteprima per: Dieci cose da sapere sull’economia italiana secondo Alan Friedman

Un libro che parla di economia è da tempo in testa alle classifiche dei più venduti in Italia. Si intitola Dieci cose da sapere sull’economia italiana e il suo sottotitolo (Prima che sia troppo tardi) deve aver fatto suonare un campanello d’allarme nella testa dei lettori. Avrò mai una pensione? L’Europa ci aiuta o ci danneggia? Chi paga il salvataggio delle banche? A domande come queste ha tentato di rispondere l’autore del libro, Alan Friedman, giornalista popolarissimo per la sua partecipazione a numerosi programmi televisivi e dotato di un solidissimo background economico-finanziario.
Un libro che si rivolge a risparmiatori, professionisti e imprenditori, illustrando le sue tesi attraverso esempi che vedono protagonista una famiglia media italiana, alle prese con la difficoltà di far quadrare i conti. Capire come funziona l’economia è fondamentale se vogliamo comprendere i meccanismi che regolano i rapporti tra noi e lo Stato e prendere le giuste decisioni per la nostra famiglia e per il nostro futuro, spiega Friedman con un linguaggio comprensibile, lontano da quello degli addetti ai lavori.
Numeri, cifre e statistiche reali supportano le tesi dell’autore. Perché l’Italia non cresce più? Perché non crea più posti di lavoro? Perché gli italiani sono i più tassati d’Europa? Quale futuro dobbiamo veramente aspettarci per il nostro Paese? Interrogativi non da poco, cui l’ex corrispondente del Financial Times dà risposte concrete e operative.

«In questo libro ho cercato di raccontare in modo semplice l’economia, un argomento che tocca le vite di tutti noi, spiegando come funzionano davvero le cose, dove stiamo andando e cosa possiamo fare per salvarci. Finché siamo in tempo» ha detto Friedman. Ma sarebbe sbagliato pensare a un libro pessimista, frutto di una visione pessimista della situazione del nostro Paese. È più giusto parlare di realismo, come dimostra questa sintesi del pensiero dell’autore, espressa all’interno di un’intervista recentemente rilasciata a Gioia: «C’è stata un’inversione di tendenza, e la ripresa di cui parlano i politici è reale, ma si tratta di una crescita debole, insufficiente per generare tanti nuovi posti di lavoro. Milioni di italiani non percepiscono alcun miglioramento nelle loro condizioni economiche. L’Italia avrebbe tutte le carte in regola per tornare a correre, è un Paese pieno di talento, che lavora sodo e riesce a sfornare eccellenze in molti campi, dal manifatturiero all’automobilistico, nella siderurgia e nella metalmeccanica, nella produzione delle macchine utensili, fino alle industrie che si occupano di innovazione tecnologica e di ingegneria di precisione. Per non parlare della moda e del design. L’Italia, nonostante tutte le zavorre, è ancora la terza economia europea e la seconda potenza manifatturiera dopo la Germania.»
Insomma, ci sono tanti motivi di ottimismo, e leggendo il libro di Friedman si capisce come anche i professionisti italiani abbiano la possibilità di sfruttarli a loro vantaggio. Ecco, infine, i dieci argomenti principali trattati in Dieci cose da sapere sull’economia italiana, che giovedì 12 aprile alle 18 verrà presentato dall’autore assieme a Lucia Annunziata e Gerardo Greco, nell’ambito del Festival del giornalismo internazionale di Perugia (sala dei Notari – piazza IV Novembre 1).

1. Il debito pubblico, una vera bomba a orologeria
2. Perché l’Italia non cresce di più?
3. Perché l’Italia non crea più posti di lavoro?
4. Qual è la verità sul sistema bancario italiano?
5. Ma è vero che gli italiani sono i più tassati d’Europa?
6. Avrò mai una pensione?
7. Come funzionano i mercati finanziari? E chi li manovra? Consigli per i risparmiatori
8. L’Europa ci aiuta o ci danneggia? E l’euro ci fa bene o male?
9. Che voti diamo ai politici?
10. Cosa ci riserva il futuro?

Lascia il tuo commento
Sei un professionista?

Su Fazland abbiamo più di 30.000 richieste ogni mese che aspettano il tuo preventivo

Registrati gratis
Potrebbero interessarti anche...
Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di profilazione di terza parte per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Clicca il seguente tasto per acconsentire all'uso dei cookie.
Accetto