Casa, le novità della rivoluzione catastale

Immagine di anteprima per: Casa, le novità della rivoluzione catastale

Fazland ti parla di alcune delle novità introdotte con la riforma del Catasto, previste dal decreto legislativo che il governo approverà questo venerdì, 20 febbraio 2015.

  • 8 categorie anziché 26
  • nessuna distinzione tra case di lusso e popolari
  • valori stimati in base a metratura e posizione. 

La rivoluzione catastale coinvolge 63 milioni di unità immobiliari e si prevede sarà utlimata entro dicembre 2019. Si punta ad assicurare una maggiore equità del sistema fiscale senza però aumentare la resa fiscale delle tasse sugli immobili.

Innanzitutto il nuovo catasto permetterà di valutare non solo le rendite ma anche i valori patrimoniali  determinati in base di quelli di mercato riferiti al triennio precedente. Le unità immobiliari saranno classificate in base alla destinazione d'uso (ordinarie e speciali) - per quanto riguarda quelle ordinarie anche in base al contesto territoriale.  Il campionamento degli immobili dovrà partire entro il primo luglio 2015, mentre entro metà 2018 dovranno essere messe a punto le funzioni statistiche.

Casa, le novità della rivoluzione catastale

Salta la distinzione tra abitazioni signorili, ordinarie e popolari - le unità immobiliari ordinarie saranno suddivise in 8 categorie anziché 26 e le abitazioni raggruppate in 3 categorie di fabbricati residenziali:

  • plurifamiliari o promiscui
  • unifamiliari
  • plurifamiliari isolati o a schiera.

Ascensore, piano, affaccio e superficie sono alcuni dei criteri che serviranno a dare il valore agli immobili nel nuovo catasto. Il valore di riferimento di una singola zona sarà infatti aumentato o diminuito in base ad alcuni parametri, tra cui ubicazione e conservazione, da moltipolicare poi per i metri quadri totali.

Per la valutazione delle unità immobiliari ordinarie sarà importante l'ambito territoriale. Come base si utilizzeranno le attuali Zone Omi (osservatorio sul mercato immobiliare) invece delle microzone definite a livello comunale. La valutazione verrà fatta poi su alcune variabili: la metratura, l'intorno, la tipologia edilizia, lo stato di conservazione, la presenza dell'ascensore, il piano e l'affaccio. Si calcola che le case si rivaluteranno in questo modo dal 30 al 180% - nonostante la delega assicuri che il gettito complessivo rimarrà invariato e la pressione sugli immobili non aumenterà.

Infatti varierà anche la base imponibile per le tasse sul mattone, passando dalla rendita del catasto al valore patrimoniale, con l'obiettivo di "assicurare la sostanziale invarianza di gettito complessivo delle imposte erariali e locali (Imu, Tasi, e gli altri balzelli locali)".

Sicuramente ogni geometra di Firenze, Milano o della tua città saprà approfondire con te la questione riguardo la tua casa: su Fazland ci sono mille professionisti pronti ad aiutarti - non perdere l'occasione per dare il giusto valore al tuo immobile!

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...

Confronta preventivi nelle città più cercate

Milano
Roma
Torino
Firenze
Napoli
Bologna
Brescia
Bari