6 domande sulla responsabilità del direttore dei lavori durante un lavoro edile

Immagine di anteprima per: Direttore dei lavori edili: 6 domande sulle sue responsabilità

La responsabilità del direttore dei lavori durante un lavoro edile è ben diversa da quella del progettista. Anche se non è obbligatorio averne uno, se il committente si affida ad un ingegnere, architetto o geometra per la direzione di un lavoro edile, allora dovrà assicurarsi che il tecnico a cui si rivolge possegga le competenze adeguate e incontri i requisiti di legge specifici previsti per direttori dei lavori.

1. Chi è il direttore dei lavori?

La definizione della figura del direttore dei lavori nasce con la Direttiva 92/57/CEE del Consiglio del 24 giugno 1992, che lo definisce come qualsiasi persona fisica o giuridica incaricata della progettazione e/o dell’esecuzione e/o del controllo dell’esecuzione dell’opera per conto del Committente. Il geometra o ingegnere che occupa il ruolo di direttore dei lavori si può considerare quindi un rappresentante della volontà del committente con le competenze tecniche per assicurarsi che i lavori portino ai risultati previsti.

Immaginiamo che avete commissionato l’impresa edile X a ristrutturare la vostra casa al mare. Volete essere sicuri che i lavoratori di X stiano facendo tutto a regola d’arte ma chiaramente non potete verificarlo voi stessi perché non avete competenze in materia. Allora potete rivolgervi anche ad un geometra assicurato e qualificato per supervisionare i lavori dall'inizio alla fine e assicurarsi che i lavoratori fanno il loro meglio per realizzare il progetto come lo avete previsto.

Direttore dei lavori e comittenti davanti al cantiere

2. Quali sono le responsabilità del direttore dei lavori?

È sicuramente utile sapere quali sono le responsabilità del direttore dei lavori, per avere un’idea chiara di chi potete chiamare, in causa, in caso di inadempimenti.

Il direttore dei lavori ha due principali responsabilità nei confronti del committente, quella extracontrattuale (ex art. 1669 c.c.) e contrattuale (ex art. 1218 c.c.).
La Corte di Cassazione ci dice che: il direttore dei lavori per conto del committente presta un'opera professionale in esecuzione di un'obbligazione di mezzi e, essendo chiamato a svolgere la propria attività in situazioni involgenti l'impiego di peculiari competenze tecniche, deve utilizzare le proprie risorse intellettive e operative per assicurare, relativamente all'opera in corso di realizzazione, il risultato che il committente - preponente si aspetta di conseguire.

La Corte specifica poi anche che il direttore dei lavori deve sovrintendere i lavori con la diligenza prevista per professionista intelletuale. 

Notate però che anche se il direttore dei lavori ha un’obbligazione di mezzi e non di risultato in realtà il suo ambito di competenza è comunque piuttosto ampio. Egli è infatti anche coinvolto, nei limiti della sua competenza, all'individuazione ed eventuale correzione di carenze progettuali che emergono nel corso dei lavori e precludono una buona esecuzione dell’opera da realizzarsi.

Ecco le principali attività che deve svolgere il direttore dei lavori durante un lavoro edile:
- controllo dei lavori. Non è obbligato a presentarsi tutti i giorni in cantiere, solo quanto basta per controllare in maniera adeguata l’andamento dei lavori;
- controllo della conformità delle opere con il progetto;
- controllo del rispetto di tutte le normative previste per il caso specifico durante l’esecuzione dei lavori;
- verifica della correttezza tecnica delle lavorazioni eseguite;
- verifica contabile-amministrativa per quanto riguarda la correttezza degli atti contabili e la corrispondenza delle liquidazioni rispetto ai lavori;

Per quanto riguarda le pratiche svolte dal direttore dei lavori quelle principali sono:

- la redazione dei SAL (Stato Avanzamento Lavori); 
- la vidimazione di eventuali modifiche tecniche del progetto (ovviamente sono accettate solo modifiche migliorative); 

- la stesura dei verbali di riunione e di eventuali ordini di servizio; 
- il rilascio di eventuali certificati che possono essere quelli di corretta posa in opera, di corretta esecuzione dei lavori o altri previsti dalla legge.

Il direttore dei lavori ha infine anche un’importante responsabilità nei confronti dello stato. Se in cantiere si commette un abuso edilizio, deve immediatamente segnalarlo all'ufficio pubblico competente, altrimenti diventa complice con l’impresa edile infrangendo il Codice Penale.

Il direttore dei lavori ha sostanzialmente il compito di garantire il regolare svolgimento dei lavori per rispettare il progetto di costruzione e migliorarlo se in corso d’opera si rivela necessario. Dunque in caso di inadempienze, per poter chiedere i danni al direttore dei lavori, bisognerà dimostrare che non ha adeguatamente vigilato il processo durante la sua realizzazione.

3. Su chi cade la responsabilità sulla sicurezza nel cantiere?

Domanda assolutamente non scontata. Se pensate che la responsabilità per la sicurezza dei lavoratori cada solo sull'azienda o sul direttore dei lavori vi sbagliate di grosso! Dall'entrata in vigore del D. Lgs. 81 del 2008 la responsabilità per la sicurezza nel cantiere cade anche sul committente. 

Questo perché il committente è il soggetto per conto del quale l'intera opera viene realizzata, e gli eventuali incidenti accadono nella sua proprietà. 

Per limitare il rischio di problemi di sicurezza nel cantiere, scegliete i professionisti a cui vi rivolgete con molta cura e assicuratevi che rispettano le normative di legge in ogni fase dei lavori (ovviamente questo lo dovrà fare il direttore dei lavori per voi). Correre inutili rischi cercando scorciatoie per velocizzare i lavori o risparmiare qualcosina potrebbe portare a incidenti con conseguenze molto gravi per tutti.

20% completato
Trova il professionista giusto per te. È gratis!
Lavori di Ristrutturazione
I campi con l’asterisco * sono obbligatori
Più informazioni inserirai, più i preventivi che riceverai saranno accurati e puntuali.
40% completato
Completa i tuoi dati e crea la tua richiesta di preventivo.
oppure

Informativa sul trattamento dei Dati Personali

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL'ART. 13, DECRETO LEGISLATIVO 196/2003

La società Midnight Call S.r.l. (di seguito, per brevità, “Midnight Call”) è consapevole dell’importanza della tutela del diritto alla vita privata, con riguardo al trattamento dei dati personali, dei propri utenti. In conformità alla normativa europea e italiana in materia e ispirandosi sia alle raccomandazioni del Gruppo istituito dall’art. 29 della direttiva n. 95/46/CE, sia alla documentazione e ai provvedimenti pubblicati dal Garante Privacy Italiano, Midnight Call informa che i dati personali degli interessati raccolti e trattati a seguito della loro registrazione e dell’utilizzo dei servizi offerti dal portale e dall’app ”Fazland”, saranno trattati nel rispetto della legge in materia di protezione dei dati personali.

La registrazione e l’utilizzo dei servizi offerti dal sito web www.fazland.com e dall’app “Fazland” sono vietati ai soggetti minori di 18 anni.

Ciò premesso, ai sensi dell’articolo 13 D.lgs 196/2003, Midnight Call fornisce le seguenti informazioni:

  1. Definizioni

Ai sensi della presente informativa, e del D.lgs 196/2003, si intende per:
- “trattamento”, qualunque operazione o complesso di operazioni, effettuati anche senza l’ausilio di strumenti elettronici, concernenti la raccolta, la registrazione, l’organizzazione, la conservazione, la consultazione, l’elaborazione, la modificazione, la selezione, l’estrazione, il raffronto, l’utilizzo, l’interconnessione, il blocco, la comunicazione, la diffusione, la cancellazione e la distruzione di dati, anche se non registrati in una banca di dati;
- “dato personale”, qualunque informazione relativa a persona fisica, identificata o identificabile, anche indirettamente, mediante riferimento a qualsiasi altra informazione, ivi compreso un numero di identificazione personale;
- “dati identificativi”, i dati personali che permettono l’identificazione diretta dell’interessato;
- “dati sensibili”, i dati personali idonei a rivelare l’origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l’adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale;
- “dati giudiziari”, i dati personali idonei a rivelare provvedimenti di cui all'articolo 3, comma 1, lettere da a) a o) e da r) a u), del d.P.R. 14 novembre 2002, n. 313, in materia di casellario giudiziale, di anagrafe delle sanzioni amministrative dipendenti da reato e dei relativi carichi pendenti, o la qualità di imputato o di indagato ai sensi degli articoli 60 e 61 del codice di procedura penale;
- “titolare”, la persona fisica, la persona giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo cui competono, anche unitamente ad altro titolare, le decisioni in ordine alle finalità, alle modalità del trattamento di dati personali e agli strumenti utilizzati, ivi compreso il profilo della sicurezza;
- “responsabile”, la persona fisica, la persona giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo preposti dal titolare al trattamento di dati personali;
- “incaricati”, le persone fisiche autorizzate a compiere operazioni di trattamento dal titolare o dal responsabile;
- “interessato”, la persona fisica cui si riferiscono i dati personali;
- “comunicazione”, il dare conoscenza dei dati personali a uno o più soggetti determinati diversi dall’interessato, dal rappresentante del titolare nel territorio dello Stato, dal responsabile e dagli incaricati, in qualunque forma, anche mediante la loro messa a disposizione o consultazione;
- “diffusione”, il dare conoscenza dei dati personali a soggetti indeterminati, in qualunque forma, anche mediante la loro messa a disposizione o consultazione.

Per tutte le ulteriori definizioni previste dalla normativa si rimanda a quanto previsto dall’art. 4 del D.lgs 196/2003 e alle altre disposizioni ivi presenti.

     2. Tipi di dati raccolti

Dati personali forniti volontariamente dall’interessato

All’atto della registrazione attraverso il portale www.fazland.com, l’app ”Fazland” o siti affiliati vengono raccolti e trattati i seguenti dati personali:
- dati anagrafici e di contatto;
- dati relativi alla richiesta di preventivo e alle preferenze dell’interessato;
- ulteriori dati inseriti dall’interessato nei campi liberi;
- allegati (immagini o video) caricati dall’interessato.

Si invita l’interessato a non fornire o indicare “dati sensibili“ o “dati giudiziari” nel form di registrazione, nei campi liberi o nei file caricati.
Eventuali “dati sensibili” o “dati giudiziari” forniti dall’interessato saranno immediatamente cancellati e la richiesta di preventivo annullata.

Dati personali forniti volontariamente dall’interessato attraverso il sistema di social log-in

La registrazione può essere effettuata anche utilizzando le proprie credenziali Facebook attraverso un sistema di social log-in. In tali ipotesi il titolare accederà e conserverà esclusivamente i dati relativi al nome utente e all’e-mail dell’interessato. S’invita l’interessato a consultare con cura, prima di accedere al servizio attraverso il sistema di social log-in, le informative privacy e le condizioni di servizio di Facebook ed eventualmente a modificare le impostazioni del proprio account. Per maggiori informazioni è possibile consultare questo link.

Dati di navigazione

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito www.fazland.com e dell’app “Fazland” acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei terminali degli interessati che si connettono al sito, i MAC (Media Access Control) address, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’interessato. Questi dati vengono utilizzati per controllare il corretto funzionamento del sito e dell’app e vengono cancellati immediatamente dopo l’elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni di Midnight Call.

      3. Finalità e modalità del trattamento

I dati personali forniti dall’interessato e raccolti da Midnight Call verranno trattati per le seguenti finalità:

       a.   consentire all’interessato di richiedere un preventivo per specifici servizi alle aziende registrate sul portale Fazland.com e di essere contattato dalle medesime per ricevere un preventivo;

       b.   adempiere ad eventuali obblighi previsti da leggi o regolamenti;
       c.   inviare materiale promozionale all’interessato attraverso messaggi di posta elettronica relativi a servizi o prodotti del Titolare analoghi a quelli già acquistati e/o richiesti dall’interessato;
       d.   inviare materiale a carattere promozionale all’interessato attraverso messaggi di posta elettronica, sms, mms e messaggistica istantanea (art. 130, co 2, D.lgs 196/2003) per servizi e prodotti offerti da soggetti terzi;
       e.  comunicare e/o cedere a soggetti terzi (operanti nei settori abbigliamento, trasporti, automobili, cicli, motocicli, telecomunicazioni, finanza, editoria, energia, industria, accessori e prodotti per veicoli, formazione, gadget e oggettistica, giochi per            l'infanzia, prodotti elettronici, marketing, artigianato, edilizia, eventi, terziario) i dati raccolti affinché svolgano attività a carattere promozionale e pubblicitaria con strumenti automatizzati come e-mail, sms, mms e messaggistica istantanea;
       f.   in caso di impossibilità da parte di Midnight Call di fornire i preventivi richiesti dall’utente, per comunicare e/o cedere i dati personali raccolti a soggetti terzi (operanti nel settore servizi web per la fornitura di preventivi) che possano soddisfare la richiesta dell’interessato.

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.

     4. Conferimento dei dati

Il conferimento dei dati personali è obbligatorio per le finalità di cui ai punti 2. a) e 2. b): il mancato conferimento dei dati, per entrambe le finalità, comporterà l’impossibilità per Midnight Call di consentire la registrazione e l’utilizzo del servizio offerto dal sito www.fazland.com e dall’app “Fazland”. Il conferimento di dati per le ulteriori finalità è facoltativo: il mancato conferimento di dati, in tali ipotesi, non avrà conseguenze per l’interessato.

    5. Soggetti a cui potranno essere comunicati i dati personali.

I dati personali raccolti non saranno diffusi e potranno essere comunicati, oltre che a soggetti a cui sia riconosciuta la facoltà e l’interesse di accedere ai Vostri dati personali da norme di legge o di normative secondarie e/o comunitarie, a personale interno al Titolare, nonché a società, associazioni o studi professionali che prestino servizi ed attività per conto del Titolare in qualità di Responsabile del Trattamento per l’adempimento di obblighi di legge, nonché per ogni esigenza organizzativa ed amministrativa necessaria per fornire i servizi richiesti. I dati personali degli utenti, per la finalità di cui al punto 3 a) della presente informativa, potranno essere comunicati ai soggetti iscritti al servizio offerto dal portale in qualità di Aziende affinché possano rispondere alle richieste di preventivo presentate.

I nominativi degli ulteriori soggetti che potranno venire a conoscenza dei Vostri dati personali in qualità di “Responsabili del trattamento” sono riportati in un elenco aggiornato disponibile presso Midnight Call (da richiedersi ai recapiti indicati al punto 7).

Infine, previo consenso specifico, i dati personali degli interessati potranno essere comunicati e/o ceduti a soggetti terzi (operanti nei settori abbigliamento, trasporti, automobili, cicli, motocicli, telecomunicazioni, finanza, editoria, energia, industria, accessori e prodotti per veicoli, formazione, gadget e oggettistica, giochi per l'infanzia, prodotti elettronici, marketing, artigianato, edilizia, eventi, terziario) per svolgere attività a carattere promozionale e pubblicitaria con strumenti automatizzati come e-mail, sms, mms e messaggistica istantanea. Previo ulteriore consenso specifico, in caso di impossibilità da parte di Midnight Call di fornire, tramite le Aziende iscritte al proprio portale, i preventivi richiesti dall’utente, i dati personali raccolti potranno essere comunicati a soggetti terzi (operanti nel settore servizi web per la fornitura di preventivi), partner del portale, per fornire i preventivi richiesti dall’interessato.

   6. Diritti dell’interessato.

In relazione ai suindicati trattamenti di dati personali l‘interessato ha la facoltà di esercitare in ogni momento i diritti di cui all’art. 7 (Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti) del D.lgs. n. 196/2003, tra cui, ad esempio, di ottenere l’indicazione:
- dell’origine dei dati personali;
- delle finalità e modalità del trattamento;
- della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;
- degli estremi identificativi del Titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2 D.lgs. n. 196/2003.

L’interessato ha diritto di ottenere:
- l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di Legge.

L’interessato potrà inoltre chiedere copia dei propri dati in formato standard.

L’interessato, infine, ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:

- per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
- al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

  7. Titolare e responsabile del trattamento

Il Titolare del trattamento dei dati è Midnight Call S.r.l. con sede in Via Pier Carlo Cadoppi 14, 42124 Reggio Emilia, Partita Iva n. IT02504670353, in persona del legale rappresentante pro tempore. Per esercitare i diritti previsti all’art. 7 del D.lgs. 196/03, sopra elencati, l’interessato potrà rivolgere richiesta utilizzando questo account di posta elettronica: privacy@fazland.com.

Midnight Call si riserva il diritto di aggiornare la presente Informativa sul trattamento di dati personali. 
Il Responsabile interno del trattamento dei dati personali, nominato ai sensi dell’art. 29 D.lgs 196/2003, è da individuarsi nella persona di Federico Panini, raggiungibile all’indirizzo e-mail privacy@fazland.com o agli ulteriori recapiti della Società.

 

Cliccando su Avanti dichiari di aver letto ed accettato termini e condizioni del servizio Fazland.
60% completato
Ci siamo quasi!
Verifica il tuo numero di cellulare.
Icon-Edit

Cliccando su Avanti riceverai un SMS che contiene un codice di sicurezza a 6 cifre.

Perché verificare il cellulare?

La verifica del cellulare permette ai professionisti di poterti contattare telefonicamente e a Fazland di offrire ai professionisti un contatto verificato.

80% completato
Ti abbiamo inviato un SMS al: .
SMS

Inserisci qui sotto il codice a 6 cifre ricevuto.

Sono passati 30 secondi e non hai ancora ricevuto l'SMS?
Clicca qui per riceverne uno nuovo.

Se non l'hai ricevuto entro 30 secondi, prova di nuovo.

4. Quali sono le conseguenze di inadempienze del direttore dei lavori?

Se il progetto non viene eseguito come era stato previsto o non vengono rispettate le normative del caso, dovete rivolgervi all'impresa edile che ha svolto i lavori. al direttore dei lavori che forse non ha effettuato i doverosi controlli, o ad entrambi per concorso di colpa?

La responsabilità del direttore dei lavori è di tipo contrattuale e risponde dei danni secondo la disciplina delle professioni intellettuali. Dunque la responsabilità del direttore dei lavori non è solidale con quella dell’appaltatore (Cass. 27 marzo 1965, n. 1520). 

Non potete quindi chiedere il risarcimento completo dei danni sia all'appaltatore, che al direttore dei lavori. Se venite soddisfatto interamente da uno dei due, non potete pretendere nulla dall'altro. Se invece una delle due parti vi risarcisce per una parte, potete provare a rivolgervi all'altra per ottenere il risarcimento della la differenza.

5. Quali certificazioni deve avere il direttore dei lavori?

Non ci sono in realtà delle specifiche certificazioni che deve avere il direttore dei lavori e diversi professionisti possono svolgere questo ruolo. Il direttore dei lavori deve tuttavia essere un soggetto dotato della professionalità e del titolo di studio adeguati all'opera da compiersi. Possono svolgere il ruolo i professionisti iscritti al Collegio dei Geometri, gli ingegneri, architetti e talvolta anche i periti industriali.

Dipende poi dal tipo di lavoro da svolgersi, i geometri ad esempio non possono dirigere lavori per: 
- nuove costruzioni che superino l’altezza di 12 metri (7,50 in zone ad alto rischio sismico)
- nuove costruzioni che superino un volume complessivo di 3000 mc (2000 nelle zone ad alto rischio sismico)
- edifici industriali, funerari, di culto o che sorgono in centri storici o altre zone d’interesse storico/artistico.

6. Cosa accade se la persona che ha assunto il ruolo di direttore dei lavori non avrebbe potuto assumerlo?

Alla domanda di cosa accade se la persona che ha assunto il ruolo di direttore dei lavori non avrebbe potuto farlo, ci risponde la Corte di Cassazione, con la Sentenza del 4 febbraio 2014 su problema di un geometra che aveva assunto l’incarico di direttore dei lavori anche se non gli competeva in quel caso specifico. 

A fine lavori, dopo la constatazione di gravi difetti nell'immobile, il committente ha chiamato in giudizio il geometra. Per sfortuna del committente, la Corte ha deciso che, poiché il geometra non poteva assumere quel ruolo, il contratto era nullo ed il committente non poteva chiedere il risarcimento dei danni. Ovviamente in caso di nullità dell’incarico anche colui che ha svolto l’incarico del direttore dei lavori non può richiedere un compenso per il lavoro svolto.

Vignetta umoristica sul post piano casa

Conclusioni:

Le responsabilità del direttore dei lavori come abbiamo visto sono tanti. È importante che svolga tutti i suoi compiti con la massima serietà anche se non ha obblighi diretti sul risultato. Se viene fuori che eventuali difetti riscontrati alla fine dei lavori derivano anche da una sua negligenza, può rispondere dei danni esattamente quanto la ditta che ha svolto i lavori.

Assumere un direttore dei lavori è sicuramente consigliabile se non essenziale in molti casi, ma fatevi fare un preventivo da un geometra o architetto serio di cui vi fidate, dato che sarà lui a rappresentare la vostra volontà durante tutto il corso dei lavori.

Lascia il tuo commento
Fazland
chiedi, confronta, risparmia
Fazland è un servizio che ti permette di ricevere e confrontare gratuitamente fino a 5 preventivi di professionisti di settori diversi, senza impegno, per risparmiare tempo e denaro.
Con Fazland saprai di aver fatto la scelta migliore per le tue esigenze!
Guarda il nostro Spot TV
Da oggi, così si fa!
Confronta preventivi gratis per:
Trova idee e ispirazione sul nostro blog.
Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Se vuoi avere maggiori informazioni o negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie clicca qui. Premendo il tasto Accetto acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto