Le scale del condominio: come gestirle?

Immagine di anteprima per: Le scale del condominio: come gestirle?

Le scale sono un bene di proprietà comune a tutti i condòmini (art. 1117 C. C.). Fanno parte delle scale sia quelle che permettono di salire ai piani superiori sia quelle che permettono di scendere ai garage o alle cantine. Sono parti costituenti delle scale anche i gradini, le ringhiere e i passamani, oltre che i vari pianerottoli e le finestre.

Questa proprietà è indipendente dall'uso che essi ne fanno. Di conseguenza anche un negozio che affaccia sulla strada al piano terra, nonostante non abbia motivo di utilizzare le scale, è comproprietario della scala. Esso deve concorrere alla spese di manutenzione inerenti l'androne, il portone, la passatoia all'ingresso, l'illuminazione dei servizi comuni e l'eventuale moquette.

Allo stesso modo se lo stabile ha al suo interno due scale, che sono divise in modo tale da servire una un gruppo di condòmini e l'altra un altro, tutti i condòmini sono comproprietari di entrambe le scale, nonostante si servano solo di una nel quotidiano.

Differente è la questione delle spese di manutenzione. Esse invece sono attribuite in base all'utilizzo (Art. 1124 C.C.), ma solo parzialmente. La legge aggiunge che la metà della spesa che va ripartita in base ai millesimi di proprietà viene suddivisa tra tutti i condòmini, compresi coloro che non utilizzano la scala, in quanto comproprietari in ogni sua parte, mentre l'altra metà è oggetto dell'analisi dell'altezza.

L'illuminazione delle scale, svolgendo un ruolo di interesse generale di sicurezza, viene ripartita tra tutti i condòmini. Al contrario, invece, le spese di manutenzione e di pulizia delle scale, vengono ripartite in base al criterio misto di altezza/valore (per metà in ragione della quota millesimale per l'altra metà in misura proporzionale al piano).

Se esistono delle scale che servono la cantina singola allora debbono essere mantenute dal singolo condòmino.
Ci sono anche edifici per i quali esistono corridoi che conducono ad appartamenti. Questi elementi hanno una distinta autonomia rispetto alle scale e quindi le spese si ripartiscono tra i condòmini interessati.

Per gestire al meglio e con professionalità tutte le spese condominiali è necessario che l'amministratore si doti un software ad hoc. Ma perché non permettere anche ai condomini di visualizzare la contabilità del proprio condominio e quindi la gestione delle spese condominiali, così come delibera la Riforma del Condominio? In soccorso viene Condomani, il social network per la gestione del condominio che permette di avere sotto mano tutta le spese condominiali e le comunicazioni di condominio.

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...