Sei già registrato?
Ti aiuta a trovare il professionista che fa al caso tuo! Scopri come funziona
Ti aiuta a trovare il professionista che fa al caso tuo! Scopri come funziona

Idee per la posa carta da parati anni 70

Immagine di anteprima per: Carta da parati anni 70 (tipologie, design e consigli)

I mitici anni 70! Anni ricchi di spunti, colori e tendenze. Le idee per la posa carta da parati anni 70 tornano sempre di più alla ribalta con nuove grafiche optical e ipercolorate, per decorare pareti di fondo e angoli di casa, proprio come un quadro.

Oggi sempre più aziende propongono idee per la posa carta da parati anni 70, dando il via a un'appassionata ed entusiasta onda di revival che è il mood degli ultimi tempi. Non sempre vengono utilizzate per ricoprire intere stanze. Anzi, adesso sono diventate l'alternativa chic per la decorazione parete e per dare un tocco un po' fuori dal comune alla vostra casa.

Ma come scegliere? Prima di tutto dovete cercare di immaginarvi quel particolare disegno o pattern sulla parete che desiderate tappezzare. Inoltre dovete tenere in considerazione anche il colore delle pareti, delle tende e dell'arredamento. 

Il mio consiglio quindi è quello di scegliere prima la carta da parati e solo dopo definire i colori per l'imbiancatura appartamento. Vediamo insieme alcune idee per la posa della carta da parati anni 70.

Carta da parati anni 70: texture e immagini

Un parato è una scenografia che delinea un gusto specifico e va armonizzato con il contesto. La carta da parati anni 70 è perfetta per tutti i nostalgici di questo decennio con texture che spaziano dal floreale al barocco, dal glamour al romantico, dal geometrico al motivo a strisce. Ce n'è davvero per tutti i gusti!

Carta da parati anni 70 in stile floreale 

Lo stile floreale sarà in grado di donare nobiltà e ricercatezza alle vostre pareti. Del resto i fiori sono protagonisti della carta da parati inglese, uno dei modelli più ricercati, per sofisticati bouquet ed eteree combinazioni di colori.

foto: carta da parati anni 70 in stile floreale

Carta da parati anni 70 in stile barocco

La carta da parati barocca anni 70 è invece composta da motivi arzigogolati e fantasie esuberanti, direttamente ispirata al Barocco. Come ben saprete questo periodo è stato il promotore dell'arte e dell'architettura, tramite un'esplosione di potenza, sfarzosità e splendore. Vi consiglio quindi di usare l'esuberanza di questa carta da parati in ambienti sofisticati o per rendere contemporanea e particolare qualsiasi stanza.

foto: carta da parati anni 70 in stile barocco

Carta da parati anni 70 in stile glamour

Diversa è la carta da parati glamour, che esprime l'essenza stessa dello stile e dell'eleganza. Oggi a questo modello connotato per l'uso di stampe vintage, si unisce quello degli effetti tridimensionali contemporanei. Colori iridescenti che creano meravigliosi giochi di luce e dettagli complessi: la carta da parati glamour anni 70 si adatta a qualunque tipo di arredo, trasformandolo in un ambiente di stile.

foto: carta da parati anni 70 in stile glamour

Carta da parati anni 70 in stile romantico

Lo stile romantico è dolce, raffinato e nostalgico, un classico senza tempo in grado di far sognare e rievocare sentimenti profondi. Indicata per una stanza da letto da sogno o per una cameretta principesca.

foto: carta da parati anni 70 in stile romantico

Carta da parati anni 70 in stile geometrico

Surreali, bizzarre e fantastiche sono le immagini sulla carta da parati geometrica: forme astratte con colori decisi, che imprimono un moto alla parete in grado di calamitare qualunque sguardo. Questa tappezzeria si ispira direttamente alla Optical Art anni 60. Usatela per stupire. 

foto: carta da parati anni 70 in stile geometrico

Infine, la carta da parati anni 70 a strisce: un autentico classico capace, attraverso un effetto ottico, di ingrandire o rimpicciolire una stanza. Da sfruttare, nel caso in cui, non sia possibile intervenire con lavori strutturali.

foto: carta da parati anni 70 a strisce

Come posare la carta da parati

Adesso che vi siete fatti un po' di idee per la posa carta da parati anni 70, vediamo in breve il procedimento vero e proprio.

Posare o cambiare il rivestimento della parete è facile, tuttavia per una finitura curata l'ideale è affidarsi a un imbianchino professionista.

2 I tuoi dati
3 Conferma
Confronta preventivi per un Imbianchino
I campi con l’asterisco * sono obbligatori
Più informazioni inserirai, più i preventivi che riceverai saranno accurati e puntuali.
2 I tuoi dati
3 Conferma
Completa i tuoi dati e crea la tua richiesta di preventivo.
Cliccando su "Ricevi codice di verifica", riceverai un SMS per confermare il tuo numero di telefono.
Se l'hai ricevuto entro 30 secondi, prova di nuovo.
Cliccando su Conferma dichiari di aver letto ed accettato termini e condizioni del servizio Fazland.

I materiali principali che occorrono sono, naturalmente:

- rotoli di carta da parati
- colla per carta da parati

Per quanto riguarda questi due prodotti, mi raccomando di rispettare sempre le istruzioni e le avvertenze di sicurezza riportate sulle etichette.

Gli altri utensili necessari da avere a portata di mano sono:

- filo a piombo
- forbici
- metro
- pennello
- pennello plafone o rullo
- riga lunga
- rullino da tappezziere
- scala
- secchio
- spatola per stendere la colla
- spazzola da tappezziere
- spugna
- taglierino
- tavola da tappezziere

2 I tuoi dati
3 Conferma
Confronta preventivi per un Tappezziere
I campi con l’asterisco * sono obbligatori
Più informazioni inserirai, più i preventivi che riceverai saranno accurati e puntuali.
2 I tuoi dati
3 Conferma
Completa i tuoi dati e crea la tua richiesta di preventivo.
Cliccando su "Ricevi codice di verifica", riceverai un SMS per confermare il tuo numero di telefono.
Se l'hai ricevuto entro 30 secondi, prova di nuovo.
Cliccando su Conferma dichiari di aver letto ed accettato termini e condizioni del servizio Fazland.

Iniziate con la preparazione della parete e procedete con il togliere la carta da parati vecchia se ne avevate già una.

Per togliere completamente il vecchio rivestimento asportate la vecchia carta da parati usando un prodotto scollante, oppure levigate leggermente la vecchia vernice per far aderire meglio la colla.

A questo punto verificate 3 caratteristiche della parete:

1) che sia pulita: in caso contrario, spolveratela o lavatela;

2) che sia ben piana: se necessario, riempite e livellate buchi e fessure con lo stucco;

3) che sia completamente asciutta.

Nel caso in cui il muro non fosse perfetto o debba essere rimesso a nuovo, vi consiglio di applicare preventivamente un fissativo.

Prima di iniziare a posare la carta da parati, per ottenere una migliore finitura applicate del silicone acrilico tra il muro e i battiscopa e anche tra i telai di porte e finestre. Prima di staccare le placche e le piastrine porta frutti di interruttori e prese, ricordate di togliere la corrente elettrica.

Procedete con la preparazione della colla: mescolatela in modo omogeneo, rispettando le proporzioni indicate sulla confezione.

Adesso segnatevi i riferimenti sul muro: con l'aiuto del metro, riportate la larghezza del telo, in alto sulla parete, partendo dal bordo. Su questa traccia calate il filo a piombo, quindi riportate piccoli segni regolari su tutta l'altezza del muro. Misurate quindi l'altezza della parete. 

Per ottenere un buon lavoro, specialmente se carta da parati ha dei disegni, sarebbe buona norma fare coincidere i motivi tra i vari teli applicati: questo compora quindi due tagli al telo, uno in alto e uno in basso, affinché possa essere raccordato al telo precedente. Per evitare errori, vi consiglio di tagliare i teli man mano che la posa procede.

foto: come posare la carta da parati

Eccoci arrivati alla posa vera e propria della carta da parati.

Stendete sul muro la colla utilizzando la spazzola o il rullo per tutta la lunghezza del telo, calcolate che vi possa essere una piccola eccedenza.

Ora posate il primo telo: premetelo sul bordo del muro lasciando eccedere 5 cm in alto. Verificate quindi la caduta a piombo su tutta l'altezza del muro, facendo riferimento alle tracce fatte in precedenza.

Se non siete sicuri che il muro sia a piombo, tracciate il primo riferimento a 50 cm dall'angolo del muro per un telo di 53 cm di larghezza, e a 100 cm per un telo di 106 cm. Quindi fate scendere il filo a piombo per ripetere il riferimento e fate coincidere il primo telo con questa traccia.

In questo modo la tappezzeria coprirà l'angolo e deborderà sull'altro muro: sarà dunque necessario un taglio di raccordo ed avrete effettuato una posa a piombo perfetta. 

Fate aderire bene alla parete tutto il telo, partendo dal centro verso le estremità. Tagliate l'eccedenza della carta da parati in basso a filo del battiscopa, aiutandovi con la spatola per incollare.

Ripetete la stessa azione nell'angolo del soffitto e del muro.

Procedete posizionando il secondo telo fianco a fianco: non abbiate paura di sbagliare, se necessario potete sempre staccarlo e riposizionarlo. Realizzate i tagli in alto e in basso, quindi passate il rullo da tappezziere sulla giunzione dei due teli. Per eliminare la colla in eccesso, passate una spugna umida.

Per terminare la parete dovete misurare la distanza tra l'ultimo telo e l'angolo del muro. Non esitate a misurare in parecchi punti, perché i muri non sono mai troppo regolari.

Tagliate il telo alla larghezza rilevata, aggiungendo 5 cm. Una volta posato e incollato, tagliate l'eccedenza con l'aiuto del taglierino.

Per rivestire un angolo esterno, posate il telo sulla parete sormontando l'angolo e stendete il telo successivo ricoprendo per qualche centimetro il bordo di quello precedente.

Con il taglierino tagliate quindi l'intero spessore della carta. Per evitare di strappare i teli, tagliate i ritagli tenendo fermo il telo con la riga. Sollevate quindi il lembo della carta per togliere il secondo ritaglio, infine lisciate i bordi.

Per rivestire un angolo orizzontale, invece, partite dall'alto e insistete con la spatola facendo aderire la carta da parati alla superficie. All'angolo successivo, se finisce il muro, tagliate la carta in eccedenza.

Per definire i tagli intorno alle finestre, piegate col dito la carta e tagliate con le forbici fino a questo segno, quindi piegate la carta e incollate. Definite con precisione il taglio con l'aiuto di un coltello da tappezziere.

Per passare dietro i tubi, segnate col dito il rilievo del fissaggio del tubo. Tagliate con le forbici fino a questo segno, passate la carta sotto il tubo, incollate dietro con l'aiuto del coltello dopo aver tagliato una stella attorno al perno, e infine spianate la carta.

Per le prese e gli interruttori, segnate col dito il contorno della scatola elettrica, quindi realizzate il taglio con il taglierino. Potrete poi rimontare le piastrine di interruttori e prese precedentemente smontate.

Posate infine l'ultimo telo sovrapponendolo a quello già incollato, quindi tagliate verticalmente sulla sovrapposizione e togliete i due ritagli. Alcune bolle d'aria possono comparire 2 o 3 giorni dopo la posa della carta da parati, ma si sgonfieranno da sole. Se una di esse persiste, comunque, immettetevi all'interno della colla con una siringa, quindi asciugate con una spugna umida.

Come già detto, la posa della carta da parati è abbastanza facile, tuttavia per un risultato accurato non esitate a richiedere un preventivo per imbianchino esperto nel settore.

Disegni accattivanti, nuovi pattern, materiali all'avanguardia... grazie a questa breve guida e idee per la posa carta da parati anni 70 sarete sicuramente in grado di dare quel tocco retrò allo stile della vostra casa che tanto desideravate.

Lascia il tuo commento
Fazland
chiedi, confronta, risparmia
Fazland è un servizio che ti permette di ricevere e confrontare gratuitamente fino a 5 preventivi di professionisti di settori diversi, senza impegno, per risparmiare tempo e denaro.
Con Fazland saprai di aver fatto la scelta migliore per le tue esigenze!
Guarda il nostro Spot TV
Da oggi così si fa!
Confronta preventivi gratis per:
Trova idee e ispirazione sul nostro blog.
Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Se vuoi avere maggiori informazioni o negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie clicca qui. Premendo il tasto Accetto acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto