Tutto quello da sapere sulle piscine in legno

Immagine di anteprima per: Tutto quello che c'è da sapere sulle piscine in legno

Chi non conosce le piscine fuori terra? Rotonde o rettangolari, gonfiabili o con struttura in acciaio sono sicuramente la ​soluzione più economica ​per avere a disposizione la propria piscina personale.

Se da un lato le piscine fuori terra sono facili e veloci da montare (la soluzione ideale per godersi qualche momento di relax a casa propria, magari evitando le piscine pubbliche, sempre affollate nelle giornate più calde) dall’altro il tasto dolente principale è ​l’aspetto estetico​: possono infatti costituire un punto poco armonioso con l’ambiente circostante, specialmente se si è costruito tutto il giardino con un certo stile in mente.

Ma non disperiamo, una soluzione c’è! Pochi sanno che le piscine fuori terra non sono solo le classiche versioni azzurre in plastica, ma ne esistono di molto più eleganti: le piscine in legno. Queste piscine sfruttano materiali ecosostenibili e naturali e si adattano a tutte le situazioni architettoniche ed ambientali, creando un’armonia di calore ed eleganza.

Vediamole più nel dettaglio.

Tipologie

Fondamentalmente esistono ​due tipologie di piscine in legno​, con caratteristiche diverse. Ci sono infatti modelli che presentano una vera e propria struttura in legno oppure versioni in cui la vasca viene rivestita con pannelli di questo materiale.

Piscine fuori terra in legno

Caratteristica principale di queste piscine è la grande ​qualità dei materiali ​con cui sono fabbricate: la struttura è composta di ​legno certificato PEFC​ (ovvero proveniente da foreste europee controllate, utilizzate in modo sostenibile per l’ambiente) trattato in autoclave, resistente e duraturo contro intemperie, parassiti e prodotti chimici normalmente utilizzati per il trattamento dell’acqua.
Il semplice sistema di montaggio si presta ad un’​installazione fai da te​, l’unico accorgimento importante da tenere a mente è la ​preparazione del suolo, importantissima per assicurarsi che il terreno su cui si è scelto di installare la piscina sia completamente pianeggiante (senza necessità di solette di cemento).

Il punto di forza di queste piscine, oltre alla qualità, è l’​altissima resa estetica​. Dall’aspetto naturale e raffinato il legno dona calore ed eleganza a queste piscine che ​si adattano con estrema semplicità a tutti gli ambienti, dai più chic ai più rustici, portando con loro un fascino speciale.

Per una ​maggiore personalizzazione ​queste piscine possono essere installate fuori terra, seminterrate, completamente interrate o è possibile ​abbinarle ad un solarium​ (sempre in legno) che fungerà da cornice alla vostra piscina, offrendo la funzionalità di un terrazzo.

Piscine fuori terra rivestite in legno

Con struttura in acciaio

Queste piscine sono composte da una ​struttura in lamiera d’acciaio rivestita con pannelli in legno​. Il loro aspetto è più semplice, ma non per questo meno elegante. Anche in questo caso ​l’installazione non richiede tempi lunghi ​ e può essere effettuata in autonomia, sempre prestando attenzione che il terreno sia completamente pianeggiante.

In media meno costose di altre tipologie, la struttura in lamiera garantisce ​grande stabilità​. Inoltre è possibile ​sostituire singolarmente i listelli ​in caso di danneggiamento o usura, mantenendo così i costi di manutenzione ridotti.

Con struttura in pvc morbido

Queste piscine sono, invece, formate da un ​telaio in alluminio, che regge la vasca, costituita da un telo in pvc, ​incorniciato da pannelli di legno naturale​.
Sono caratterizzate da un ​innovativo sistema modulare a pannelli ​progettato per rivestire la vasca ​con un ​semplicissimo processo di montaggio​. Basterà infatti fissare i pannelli di rivestimento al telaio per costruire il perimetro su cui andranno appoggiati e montati i bordi.

Manutenzione delle piscine in legno

Come per qualsiasi tipo di piscina, eseguire una ​regolare manutenzione ​è un elemento fondamentale per la ​corretta gestione della piscina​. Per garantire lunga durata a tutti i suoi componenti ed assicurarsi igiene e sicurezza in acqua è importante conoscere i corretti processi di cura e manutenzione.

La struttura

Essendo un materiale vivo, il legno è soggetto a ​variazioni ​causate, per esempio, da umidità e temperatura. Il legno potrebbe gonfiarsi o potrete notare la comparsa di ​piccole crepe o spaccature ​nel materiale ma non temete, sono ​variazioni fisiologiche che non ne modificano ​in alcun modo ​la resistenza o la durata: se avete fatto un buon lavoro durante la fase di montaggio potete stare tranquilli, non sono variazioni che andranno ad
indebolire la struttura.

Come detto in precedenza, inoltre, tutte le parti in legno che compongono la struttura sono trattate in autoclave ad alta pressione che le protegge dai danni di insetti e funghi. Per allungarne l’efficacia puoi utilizzare uno smalto o un olio protettivo. Dovrebbe essere applicato un paio di settimane dopo l’installazione della piscina, per stabilizzare la struttura e ridurre la sfumatura verdastra causata dal trattamento ad alta pressione.

Il rivestimento

Il rivestimento delle piscine in legno (come tante altre tipologie) è composto da un liner: una membrana flessibile in PVC che riveste la parte interna della piscina. Nonostante sia molto resistente, il liner è sensibile alle variazioni di PH, temperatura e qualità dell’acqua, è quindi molto importante per preservare l’igiene in piscina oltre che all’aspetto ottimale del liner (senza grinze, bolle o macchie) accertarsi di eseguire una corretta pulizia.

Quali sono le mosse più importanti?
Pulire regolarmente la linea di galleggiamento: essendo costantemente esposta ad una grande varietà di depositi bisogna effettuare una pulizia accurata con appositi prodotti. Non usare solventi o sostanze abrasive.
Non utilizzare prodotti non diluiti in maniera diretta sul liner ​in quanto potrebbe causare scolorimento. I blocchi solidi di questi prodotti devono essere sciolti in un diffusore di cloro o nel cestello dello skimmer.
Eseguire un ​ ​trattamento specifico per la piscina per evitare accumuli di muschio o calcio​. Ad esempio nei casi in cui si arresta il sistema di filtrazione, in particolare in inverno.
Mai svuotare completamente la piscina​: non si deve mai permettere al rivestimento della vasca di rimanere per più di 24 ore senza acqua, per evitare deformazioni o persino comparsa di crepe. Questo perché ​l’acqua svolge un duplice ruolo: fornisce isolamento termico ed equilibrio alla struttura (la pressione che esercita sulla vasca previene danni ai fianchi della piscina in casi di movimenti del terreno) e compensa la pressione di suolo e falde.

Manutenzione e cura invernale

Anche se durante l’inverno la piscina non viene utilizzata ​non possiamo dimenticarcene​, anzi! È molto importante non trascurarne la manutenzione. A cosa fare attenzione?
Evita l’accumulo di alghe e depositi di calcare ​all’interno della vasca durante la stagione fredda. Aggiungendo un prodotto svernante proteggerai l’acqua e la piscina in inverno, rendendo più semplice la pulizia all’inizio della nuova stagione.
Rimuovi la scaletta e riponila in un luogo sicuro. Per ragioni di sicurezza la scaletta va utilizzata solo per accedere alla piscina.
Dovresti coprire la piscina con una copertura invernale o, meglio ancora, con una copertura di sicurezza certificata. Sappi comunque che avere una copertura sopra la piscina non significa aver risolto ogni problema, dovrai controllare l’acqua regolarmente per intervenire in tempo nei casi in cui, ad esempio, l’acqua diventa verde e necessiti di un trattamento con cloro.
Assicurati che l’acqua piovana scorra agevolmente attorno alla piscina ​e non si infiltri all’interno della vasca.

Smontare la piscina

Nonostante sia possibile farlo, ​è ​sconsigliato smontare la piscina​: si potrebbero causare danni ai vari componenti e, inoltre, riposizionare il liner in fase di riassemblaggio potrebbe risultare un’operazione molto difficoltosa.

I vantaggi

Ricapitoliamo, per concludere, i vantaggi di queste piscine in legno che non solo offrono un alto livello di qualità ma anche:
Facilità di montaggio e installazione ​senza necessità di lavori edilizi
Struttura elegante e resistente ​in legno trattato in autoclave
● Possibilità di trattare il legno per avere diverse ​tonalità personalizzate
● Possibilità di installazione anche su grandi terrazze (previa verifica della portata)
Valorizzazione estetica ​del proprio giardino

Se temi poi che il legno sia troppo delicato e difficile da mantenere, non preoccuparti perché non richiede lavoro extra ​rispetto ad altre tipologie di piscine essendo trattato appositamente per resistere all’azione dell’acqua e degli agenti chimici, nonché ai raggi UV e ai parassiti.
Il legno è da sempre un ​nobile materiale da costruzione​, naturale, ecologico, bello ed elegante: nella scelta di una piscina fuori terra possederne una in legno significa essere al passo con i tempi e in sintonia con l’ambiente.
 

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...

Confronta preventivi nelle città più cercate