5 trucchi per pulire i vetri di casa senza lasciare aloni

Immagine di anteprima per: Pulire i vetri di casa senza lasciare aloni: 5 trucchi

La pulizia dei vetri così sottovalutata spesso crea armonia e serenità nell’ambiente in cui viviamo. Partiamo da un consiglio generale: usa dell'acqua distillata piuttosto che di rubinetto. Infatti l'acqua del rubinetto a volte è molto calcarea e lascia fastidiosissimi aloni sui vetri rendendo il vostro lavoro di pulizia dei vetri di casa del tutto inutile (problema facilmente risolvibile tramite l'installazione di un addolcitore dell'acqua).
Tornando alla pulizia dei vetri: ecco alcune idee semplici e naturali al 100%.

Ecco alcuni mix a costo zero per pulire i vetri di casa senza lasciare aloni:

Giornale + Acqua (calda) o Alcool

L’attrezzo più metropolitano e strausato dai migliori lavavetri del pianeta, il vero ingrediente segreto per finestre da urlo non è roba da ingegneri ambientali, semplicemente carta di quotidiano. Grazie al suo contenuto di piombo è un rimedio rapido che permette di non impiegare gli spray per la pulizia dei vetri che possono rivelarsi una spesa notevole e una soluzione poco ecologica. Dopo aver inumidito la carta con semplici spruzzi di acqua o passati con un panno umido, dai il via alle danze. C’è chi al posto dell’acqua preferisce l’alcool – in effetti asciuga molto più in fretta, scegli tu.

Aceto bianco + panno in microfibra o stoffa

Non ti piace l’aceto? Usalo come sgrassante. E’ efficacissimo, ecologico ed economico.
Trova un panno di stoffa, munisciti di aceto e piazzati davanti al vetro.
Passa il panno asciutto su tutta la superficie del vetro per togliere tutti i residui di polvere poi imbevilo di aceto senza esagerare, passalo su tutta la superficie - minimo due volte su ogni punto critico e lascia asciugare. Il tuo vetro sarà libero da instetti, lucido, trasparente e inodore, con solo un bicchiere di aceto per litro d’acqua.

Consiglio: aggiungere bicarbonato di sodio per un tocco magico.

Acqua + giornale + ammoniaca pura

Sì, ammoniaca! Basta metterne una o due gocce al massimo. L’ammoniaca per lustrare al massimo i vetri invece si diluisce in quantità di un tappo per litro di acqua.

Acqua calda + poco liquido per piatti + succo di limone + poco alcool

Spargi il mix esplosivo sulla parte da trattare e con i fogli dei tuoi quotidiani accartocciati strofina energicamente ma con delicatezza. Da farsi con movimenti orizzontali se lavi i vetri all'interno e verticali per le superfici esterne.

Lava i vetri a fine giornata

Evita di lavare i vetri se ci batte direttamente il sole, aspetta la fine della giornata, gli aloni sarebbero numerosi e difficilmente eliminabili – se è estate conviene anche per non svenire di caldo. Per un effetto duraturo, in caso di pioggia è meglio abbassare gli avvolgibili o chiudere le persiane, ovviamente.

In sostanza, proteggi il vetro il più possibile. Per pulire i vetri di casa senza lasciare aloni puoi dimenticarti per un po’ dell’impresa di pulizie della tua città o mandare in ferie la tua donna delle pulizie!

E se vedrai i vicini sbirciare furtivi, per una volta saprai il perché.

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...

Confronta preventivi nelle città più cercate