Come decorare la casa per Halloween

Immagine di anteprima per: Come decorare la casa per Halloween

Streghe, fantasmi, zucche, dolcetti e scherzetti. É in arrivo la notte più spettrale dell’anno: Halloween, festa pagana di origine celtica celebrata la notte tra il 31 Ottobre e l’1 Novembre, che da sempre appassiona grandi e piccini. I più piccoli hanno già scelto i loro costumi e sono pronti a fare incetta di dolcetti... e tu hai già pensato a come decorare casa per l’occasione? Ti diamo noi qualche spunto per degli addobbi... da paura!

Giardino o veranda
Se si ha a disposizione uno spazio all’aperto, che sia un giardino, una veranda o un patio, è questo l’ambiente giusto da sfruttare per dare un benvenuto da brividi ai nostri ospiti. I giochi di luce dell’illuminazione esterna, che di solito è abbastanza soffusa, e l’effetto “vedo non vedo” che si può creare tra le piante del giardino, ci saranno molto utili per far tremare di paura chiunque si aggiri nei dintorni. Un classico che non può mancare sono le zucche intagliate e illuminate dall’interno, che potrete posizionare lungo il vialetto che porta all’uscio di casa. Maschere mostruose, teschi e fantocci demoniaci (disponibili in qualunque negozio di articoli per feste) posizionati vicino alle fonti di luce daranno un effetto a dir poco inquietante.
Ma vediamo un paio di idee fai da te divertenti da realizzare per la decorazione del giardino. Per prima cosa potreste realizzare dei simpatici fantasmini da infilzare nel terreno tra le piante del giardino o nei vasi in veranda, possibilmente in una zona di penombra. La realizzazione è semplicissima e quindi adatta anche ai giovanissimi: vi serviranno soltanto delle palline da ping pong, degli stuzzicadenti di quelli lunghi (da hamburger o da cocktail per intenderci), un pennarello nero, dei tovaglioli di carta bianchi resistenti e della colla stick. Il primo passo da compiere è quello di infilare gli stuzzicadenti nelle palline da ping pong, in modo da creare la struttura che servirà per il nostro fantasmino. A questo punto cospargiamo la parte superiore della pallina da ping pong con la colla e adagiamo il tovagliolo di carta sulla pallina, in maniera centrata, in modo che cada lungo lo stuzzicadenti e lo copra quasi per intero. Accertiamoci che il tovagliolo che stiamo utilizzando sia abbastanza ampio e resistente, anche perchè è arrivato il momento di disegnare gli occhi e la bocca al nostro fantasmino. Utilizziamo il pennarello nero per dare un volto al fantasma: due ovali allungati per gli occhi e una bocca spalancata subito sotto e il gioco è fatto! Ripetiamo questa operazione per tutti i fantasmini che ci occorrono e poi andiamo a posizionarli nel terreno: infilzando lo stuzzicadenti in giardino, il tovagliolo di carta toccherà a terra, ripiegandosi su sè stesso e dando alla nostra creazione un effetto naturale e spaventoso!


Un’altra idea semplice, economica, ma di grande efficacia è quella di decorare la porta d’ingresso con una macabra ghirlanda. Su questo punto la vostra fantasia si potrebbe sbizzarrire, dando vita alle più varie decorazioni fatte con i più diversi materiali e colori. Noi vi proponiamo una versione minimal, ma molto carina, della ghirlanda del terrore. Per realizzarla, serviranno dei rametti secchi abbastanza sottili, dello spago o del fil di ferro, del cartoncino nero, delle forbici e del nastro biadesivo. Iniziamo subito dalla parte un po’ più delicata, ovvero quella di creazione della struttura di base con i rametti di legno. Come ogni ghirlanda che si rispetti, dobbiamo creare uno scheletro (per rimanere in tema) circolare, sul quale applicare le decorazioni. Per fare questo prendiamo un pò di rametti (la quantità la scegliete voi in base allo spessore che vorrete dare alla vostra ghirlanda) e li posizioniamo a creare un fascio, cercando di sfalsarli leggermente tra loro nel senso della lunghezza, per iniziare gradualmente a dare forma alla struttura. Utilizziamo il fil di ferro o lo spago per tenere unito il fascio che abbiamo creato. Man mano che fissiamo i rametti ne aggiungiamo altri seguendo lo stesso sistema, ovvero sovrapponendoli a quelli già fissati e legandoli a loro volta con il fil di ferro, sempre continuando a sfalsarli tra loro in modo da allungare la struttura. L’unica operazione leggermente macchinosa, ma non per questo difficile, è riuscire a dare una forma circolare all’intera struttura; il consiglio è quello di sfruttare la naturale curvatura dei rametti quando possibile o di fletterli delicatamente nella direzione desiderata, senza spezzarli. Quando con l’ultima manciata di rametti riuscirete a ricongiungervi al punto di partenza della struttura, la vostra ghirlanda avrà preso vita e il risultato finale sarà un cerchio fatto di rametti di legno che spuntano verso l’esterno in tutte le direzioni, rievocando l’immagine di un albero rinsecchito e infestato dagli spiriti! A questo punto completiamo l’opera aggiungendo le nostre decorazioni, sempre pensate in stile minimal: disegnate delle sagome di pipistrello sul cartoncino nero (potete scaricare la sagoma da internet) e ritagliatele. Applicate le sagome di cartoncino alla ghirlanda nelle posizione che preferite, utilizzando il nastro biadesivo per fissarle. Per un risultato impeccabile, vi consigliamo di posizionare le sagome a copertura del fil di ferro che avete utilizzato come giuntura per i rametti e nei punti più esterni, all’estremità dei rametti più sporgenti. A piacere, potete applicare altre decorazioni, ad esempio dei rametti di bacche o qualche foglia, sempre sulle tonalità dell’arancione e del nero. É tutto pronto: appendete la vostra ghirlanda alla porta e rientrate in casa, è il momento di decorare gli interni!

Pareti
Anche per la decorazione delle pareti di casa ci sono dei grandi classici che non possono mancare: sagome terrificanti di pipistrelli, gatti neri, streghette e mostriciattoli da appendere al muro; palloncini ad elio arancioni e neri con facce mostruose disegnate con il pennarello; ragnetti finti che si arrampicano sulle pareti. Per un tocco di creatività in più, possiamo arricchire la decorazione delle nostre pareti con delle ragnatele fai da te molto semplici da realizzare. Come al solito, basteranno pochi oggetti per costruire una ragnatela: 3 cannucce nere, un gomitolo di lana nera, della colla vinilica, una spillatrice da ufficio. Come prima cosa incrociamo le cannucce a formare una sorta di stella e pinziamole insieme al centro, creando così la nostra struttura di base. Adesso diluiamo la colla vinilica con l’acqua e iniziamo a srotolare il filo di lana. A questo punto, bagnamo il filo con la miscela che abbiamo preparato, cercando di dargli un effetto sfilacciato rovinandolo leggermente con le dita. La miscela di colla e acqua renderà il filo leggermente più rigido del normale, rendendolo più adatto alla costruzione della ragnatela. Adesso non ci resta che posizionare il filo sulla struttura fatta con le cannucce, partendo dalle estremità e andando verso il centro, creando il classico disegno della ragnatela. Ecco fatto! Dopo aver lasciato ad asciugare la ragnatela per qualche ora, non ti resta che appenderla al muro e magari adagiarci sopra una bella tarantola! In alternativa potresti far pendere le ragnatele dal soffitto legandole con un filo di nylon, che sarà praticamente invisibile, su dei gancetti, facilmente applicabili con un martello e disponibili in qualunque ferramenta.

Un altro materiale che puoi utilizzare per creare delle ragnatele meno stilizzate e più realistiche è il cotone idrofilo. Vi basterà qualche batuffolo di cotone e della lacca per capelli, per un effetto più che spaventoso, terrificante! Prendete un batuffolo e tendetene le fibre, estendendolo in tutte le direzioni a creare dei filamenti. Ripetete l’operazione con altri batuffoli e spruzzateci sopra un po’ di lacca per capelli per tenerli uniti. Durante questa operazione appoggiate la vostra ragnatela sulla parete o su qualche oggetto (specchi, finestre, armadi, lampadario...) in modo da ricreare alla perfezione una vera e propria infestazione di ragni. Per ottenere una ragnatela ancora più realistica appoggiateci sopra delle larve o dei ragni finti e il gioco è fatto: la vostra casa sembrerà infestata dai ragni!

Tavola
Se per la notte di Halloween hai previsto un menù sanguinolento, adesso non puoi che dedicarti alla decorazione della tavola. Dai ferma tovaglioli a forma di denti di vampiro alle candele insanguinate (realizzate facendo cadere la cera di una candela rossa sulla punta di una candela bianca); dalle zucchette decorative avvolte in pezzi di vecchi collant in pizzo nero, ai centrotavola a forma di teschio; dalle lanterne alle mini scopette da strega come segna posto. Le idee sono innumerevoli, basta solo sbizzarrire le fantasie più raccapriccianti. Come spunto per il prossimo fai da te abbiamo scelto delle lanterne autunnali che si adattano perfettamente alla notte delle streghe e degli zombie, ma che possono essere sfruttate per abbellire la tavola durante tutta la stagione autunnale. Tanto semplici da realizzare, quanto eleganti, queste lanterne daranno un tocco di luce e creatività alla tua sala da pranzo. Tutto ciò che ti occorre sono dei barattoli di vetro inutilizzati, delle foglie autunnali integre (possibilmente vere, per una lanterna che porti un po’ di natura anche tra le mura di casa), della colla vinilica o colla per decoupage, dei cerini o piccole candele e dei cordini naturali come quelli fatti di carta. La prima cosa da fare è procedere alla pulizia delle foglie: ci si può aiutare con uno spazzolino a setole morbide per eliminare eventuali residui di terra. Una volta pulite, mettiamo le foglie tra due strati di carta assorbente e poggiamoci sopra dei libri, in modo da renderle più lisce e piatte. Lasciamole in questa posizione per una nottata. Il giorno dopo saremo pronti per la creazione delle nostre lanterne.

La prima cosa da fare è pulire i barattoli di vetro, privati del tappo, con l’alcol, in modo da eliminare qualsiasi residuo di grasso e polvere. A questo punto, con un pennello a setole medie, cospargiamo l’esterno del barattolo con uno strato di colla da decoupage (o vinilica) e poi iniziamo ad adagiarci sopra le foglie, sovrapponendole bene in modo da non lasciare spazi vuoti tra l’una e l’altra. Una volta completata questa operazione stendiamo un altro strato di colla aldisopra delle foglie per fissarle bene e dare alla lanterna un’aspetto lucido e uniforme. Completiamo la decorazione avvolgendo un cordino di carta del colore che preferiamo attorno al collo di ciascun barattolo e sistemando i moccoli al loro interno. Piccolo consiglio: per evitare che i moccoli si spostino o cadano all’interno della lanterna, lasciate cadere qualche goccia di cera all’interno del barattolo e poi fissateli alla base. Le vostre lanterne autunnali sono pronte per essere accese e poste in tavola!
Adesso è davvero tutto pronto per la notte delle streghe, chiunque entrerà in casa tua verrà scosso dai brividi e vorrà scappare lontano... Ma era questo l’intento, no?

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...